News Cinema

Free Guy, gli autori e il cast: "Non è solo un'action comedy, che fatica fare da zero un film così!"

Free Guy arriva oggi nelle sale italiane: abbiamo incontrato i suoi interpreti Ryan Reynolds e Jodie Comer, oltre al regista Shawn Levy. Una commedia con un'anima, dedicata ai videogiochi, ad alto costo e non basata su un franchise: una sfida totale!

Free Guy, gli autori e il cast: "Non è solo un'action comedy, che fatica fare da zero un film così!"

È da oggi in sala il particolare Free Guy con Ryan Reynolds, dove la star interpreta "Guy", un personaggio non giocante (PNG) di un moderno videogioco d'azione open world online: prende coscienza di sé e cerca il libero arbitrio, con l'aiuto della programmatrice Millie (Jodie Comer), nel gioco Molotov Girl, ma le cose sono più complicate di quel che sembrano, e il capo-progetto del gioco Free City, il crudele nerd Antoine (Taika Waititi) non è d'accordo... con loro ci sono Joe Keery e Utkarsh Ambudkar nei panni dei programmatori Keys e Mouser, nonché Lil Rel Howery nei panni di un poliziotto amico di Guy nel mondo di gioco. Abbiamo incontrato gli attori e il regista Shawn Levy, per parlare dei loro personaggi e del coraggio che c'è dietro a una produzione pure hollywoodiana come questa.

Free Guy, la sfida dei personaggi e degli attori

Ingenuo e tonto, Guy è una prova divertente per Ryan Reynolds, che specialmente dopo Deadpool si è costruito l'immagine di furbacchione: "Uno dei miei film preferiti è Oltre il giardino con Peter Sellers. Guy è come un adulto di quattro anni, ha la gioia di chi sperimenta tutto per la prima volta". Jodie Comer è stata affascinata dalla sfida della doppia interpretazione e dalla follia del copione: "Il mio personaggio ha tanti elementi. Per Molotov ho lavorato sui movimenti del corpo, in Millie contava quell'idea di resilienza, in un mondo di uomini. Ma mi hanno divertito da subito sia il team che lavorava al film (sono stati molto aperti alle mie idee) sia il copione, leggevi e pensavi: ma questo come lo gireranno? E poi è qualcosa di più di un action comedy."
Howery ammette di essersi commosso, specialmente pensando al discorso finale del suo personaggio, mentre Joe Keery, lo Steve di Stranger Things, aveva capito che il film necessitava di una precisione da non sottovalutare: "Ho studiato prima di interpretare Keys, trasmettere bene la sua passione era importante, non sono un giocatore ma mi ha stupito l'attenzione al dettaglio, tipo i giocatori che sbattono contro i muri sullo sfondo! Poi la parte divertente del recitare è immergersi in cose nuove che non conosci."
Taika Waititi ammette di non aver avuto troppi problemi a vestire i panni dell'irritante Antoine, fedele al suo humor surreale: "Ho incontrato molta gente poco cresciuta, specialmente in America! Comunque io quando recito imito sempre degli aspetti di mia madre!" Levy garantisce che ci sono quasi 40 minuti di improvvisazioni di Waititi che ha dovuto tener fuori dal montato finale! Leggi anche Deadpool è nel Marvel Cinematic Universe... e commenta il trailer di Free Guy... con Korg

Free Guy, i videogiochi nell'anima di un racconto per tutti

Essendo Free Guy un film ambientato in un videogioco e dedicato ai videogiochi, per il regista Shawn Levy era indispensabile maneggiare la materia con attenzione: "Ci siamo avvalsi di consulenti, volevamo l'accuratezza, però allo stesso tempo per me era indispensabile che la storia si reggesse da sé, che conoscerli non fosse proprio obbligatorio". In altre parole, i numerosi easter egg videoludici dovrebbero essere compensati dalle sorprese più "per tutti", come i numerosi cammei a sorpresa di star amiche di Ryan Reynolds (non facciamo spoiler!):
Ma se dovessero scegliere un videogioco in cui vivere? Ryan adorava da piccolo Mike Tyson's Punch Out! su NES, però non gli dispiacerebbe nemmeno un gioco come Free City, proprio per l'atmosfera. Keery, pur professandosi non gamer, è indeciso tra due classici: The Sims e Star Fox. Waititi sembra in difficoltà poi si rifugia nel vintage: ci racconta che da ragazzino agli arcade era un campione di Defender, quindi potrebbe trasferirsi lì, alla difesa della Terra. Utkarsh Ambudkar pensa che un gioco come NBA2k sia un buon modo per sognare di essere chi non sarà mai: una star del basket.

Free Guy, il coraggio e la voglia di cinema

L'uscita di Free Guy, partito sotto etichetta Fox e finito alla Disney dopo l'acquisizione, è stata rimandata più volte a causa della pandemia. Sia Shawn Levy sia Ryan Reynolds, anche coproduttore, sono molto felici che il film alla fine esca e che soprattutto esca al cinema. Levy ci sorride: "Ci siamo divertiti così tanto a fare questo film, speriamo che ora lo avvertiate mentre lo vedete. Pensiamo che il film sia un buon antidoto ai tempi che stiamo vivendo. È bello che sia al cinema, come cineasta so che noi cerchiamo sempre la diffusione massiccia di quel che raccontiamo, Free Guy è pensato come piacere collettivo." Reynolds, che ha proposto lui stesso il film a Levy, sottolinea cosa rappresenti Free Guy, commedia ad alto budget non basata su un marchio preesistente: "È difficilissimo fare un film così, da zero. Eravamo tesi e siamo ancora tesi, adesso che aspettiamo come verrà accolto."
Se andrà bene c'è speranza per un sequel? Levy trova la domanda divertente: "Magari, ho fatto film che hanno avuto sequel [tipo Una notte al museo, ndr], altri che non ci sono riusciti. Non sai mai in anticipo come vanno queste cose, però è buffa l'idea di un sequel di Free Guy, se pensate a come prendiamo in giro l'idea dei seguiti senza idee nuove, attraverso il personaggio di Taika Waititi!"  Leggi anche Free Guy rimandato ancora, Ryan Reynolds ci scherza a modo suo

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming