News Cinema

Film 2016 da vedere, secondo noi

721

Il 2016 sarà ancor di più un anno di cinecomic e di sequel: ma non solo, 30 film per l'anno che verrà.


Come il 2015, ancora più del 2015, questo 2016 sarà un anno cinematografico fatto di cinecomic, di sequel, di remake e di reboot. Tutto questo, certo, ma per fortuna anche di tanto altro ancora: come già 12 mesi fa, abbiamo pensato di far cosa utile e gradita stilando un breve elenco (di 30 film, scelti dai nostri sei redattori) che mette assieme i titoli più attesi per quest'anno che verrà.

Buon cinema a tutti con i Film del 2016

Antonio Bracco:

Zoolander 2

Di fronte al selvaggio riciclo delle idee hollywoodiano che da anni sta riportando in vita personaggi di film del passato sperando in una redditizia serialità, questo è uno di quei casi opposti. Un sequel di Zoolander (2001) è stato chiesto dai fan a gran voce per molto molto tempo, nonostante Ben Stiller non fosse particolarmente interessato a riportare il modello sul grande schermo. Ma l'avvento della tecnologia ha talmente cambiato la nostra vita quotidiana, offrendo vari trampolini social per il nostro ego di persone comuni, figuriamoci per quello delle celebrità. E allora benvenuto nell'era dei selfie, Derek Zoolander! Dacci una Blue Steel, dacci una Magnum!

The Hateful Eight

Ogni opera di Quantin Tarantino genera una spasmodica attesa. Il motivo è cristallino. Non c'è altro regista che riesca a comunicare con il pubblico come lui fa con i suoi film. Il puro piacere dell'esperienza cinematografica da spettatore è un ingrediente fondamentale quando scrive e dirige. Tarantino è seduto in sala con noi, e noi ci lasciamo frastornare piacevolmente dalla sua estrosità. Un western innevato e claustrofobico con otto personaggi da odiare è proprio la prossima esperienza di cui avevamo bisogno.

Ghostbusters

Alla fine, dopo un'estenuante lotta creativa per realizzare un terzo capitolo, si è scelto un compromesso che dovrebbe rendere onore alle due commedie ectoplamische degli anni 80 e intanto prenderne le distanze, perché si tratta di una nuova idea. I cammeo di Bill Murray, Dan Aykroyd, Ernie Hudson e Sigourney Weaver ci saranno, ma soprattutto è il team di acchiappafantasmi al femminile il vero azzardo dell'operazione. I fan si sono schierati contro, il regista Paul Feig non accetta critica preventive. Il carico emotivo è garantito, la voglia di vedere il Ghostbusters degli anni 2010 è altissima.

Inferno

Forse non sono i migliori exploit cinematografici di Ron Howard quelli tratti dai romanzi di Dan Brown. Eppure il pubblico ha dimostrato ampiamente di gradire anche al cinema la storia religiosa in versione mistery thriller, con non poche licenze narrative. Stavolta la storia che coinvolge il professor Langdon chiama in causa l'Inferno di Dante e la città di Firenze, dove è stato principalmente girato il film. Questi sono due motivi più che sufficienti per attendere il film con una certa ansia, sapendo anche delle ricadute d'interesse culturale che Inferno potrà generare intorno a sé. E riaprire la Divina Commedia, certo, male non fa.

Il caso Spotlight

Sapere che si tratta di uno dei migliori film dell'anno potrebbe bastare. Vale la pena aggiungere che i film tratti da inchieste gionalistiche e ambientati proprio nel mondo della carta stampata non sono molti, ma quasi tutti sono stati una grande fonte di ispirazione artistica per chi li ha realizzati. Anche questo è il caso. Il regista e co-sceneggiatore Tom McCarthy, già autore del bellissimo L'ospite inatteso, ha scelto di raccontare il lavoro dei giornalisti del Boston Globe che nel 2002 scoperchiarono una pentola dei sacerdoti locali piena di abusi sessuali sui minori. Un film che avrà senza dubbio candidature all'Oscar.

 

Daniela Catelli:

Doctor Strange

Ci sono sempre piaciuti i personaggi “minori” della Marvel come Silver Surfer, Submariner e Doctor Strange. Almeno quest'ultimo arriva finalmente al cinema grazie al film di Scott Derrickson con Benedict Cumberbatch, Signore delle Arti Mistiche che combatte con la magia le forze del Male. Gli Antichi, il Barone Mordo, le lovecraftiane entità che minacciano la terra: sono tanti gli elementi dark di questo film a cui speriamo che Derrickson, che con l'horror ha una certa familiarità, riesca a rendere giustizia. Su Cumberbatch, a ogni modo, non nutriamo nessun dubbio, così come sui suoi compagni di avventura Mads Mikkelsen, Chiwetel Ejiofor e Tilda Swinton.

Suicide Squad

Ancora in tema di cinecomic, sale l'attesa per Suicide Squad, rivale Warner dei giganti Marvel e DC Comics. Non solo per la curiosità di vedere Jared Leto nell'ennesima – e prevedibilmente memorabile – incarnazione del Joker, ma anche per l'Incantatrice di Cara Delevingne, la Harley Quinn di Margot Robbie e soprattutto per Will Smith finalmente in un ruolo da cattivo (cominciavamo a perdere le speranze), il killer psicopatico Deadshot. I Villain ci sono sempre piaciuti e vederne tanti tutti insieme sarà divertente. Le immagini dei personaggi e il suggestivo trailer del film ci hanno già conquistato.

Snowden

L'idea che al cinema stia per arrivare un nuovo film di Oliver Stone, per di più attualissimo, politico, che ci riguarda tutti e che va a toccare il lato oscuro dell'America, ci riempie di gioia. Anche se paradossalmente Snowden non fosse tra i suoi risultati migliori, per chi scrive sarà comunque più stimolante di tanti “bei film” che si vedono in giro. Aspettative alte dunque per questo biopic su un eroe dei nostri tempi, che al cinema avrà il volto di Joseph Gordon-Levitt, ulteriore motivo per attenderlo con fiducia.

Ave, Cesare!

Con Ave, Cesare! i fratelli Coen promettono di tornare allo spirito dei loro capolavori più squinternati. Se come noi amate i personaggi assurdi spesso creati da questi geniali autori, se siete stanchi di vedere George Clooney solo in ruoli seri e impegnati, se adorate la Hollywood degli anni Cinquanta coi suoi intrighi e segreti e amate quei fantastici marpioni di Josh Brolin e Ralph Fiennes e quella perfetta pin-up di Scarlett Johansson, allora siamo certi che come noi vi aspetterete tantissimo da questo film, anche in termini di puro divertimento.

Star Trek Beyond

Dopo esser stata riportata in vita dallo stesso J. J. Abrams, che ha appena rilanciato la saga di Star Wars, la concorrente Star Trek al terzo capitolo del reboot è stata affidata a Justin Lin, esperto regista action che dai rombanti motori di Fast & Furious è passato alla sala macchine dell'Enterprise. Tra i fan c'è attesa ma anche timore, alimentato dal trailer, considerato troppo action e lontano dallo spirito della serie. Un minuto e mezzo è poco per giudicare un film di oltre 2 ore, la Paramount ha provato a spiegarlo e Simon Pegg ha invitato ad avere pazienza promettendo che nel film ci sarà tutto quello che da sempre caratterizza lo storico franchise. Di certo, se Star Trek Beyond vuole essere competitivo col suo diretto e travolgente rivale, dovrà dare al suo pubblico quello che chiede.

 

Mauro Donzelli:

Silence

Sono anni che Martin Scorsese cerca di realizzare questo film, e finalmente ci è riuscito. La religione è un tema centrale nella prima parte della carriera del regista italoamericano, anche per questo siamo curiosi di vederlo alle prese con la storia di due gesuiti vittime di una persecuzione religiosa mentre viaggiano per il Giappone nella metà del ‘600. Rinnegare la propria fede o resistere?

Lo chiamavano Jeeg Robot

La Festa di Roma è stata dominata dall’impatto dirompente dell’esordio di Gabriele Mainetti. Che sia il primo film di supereroi italiani o no poco conta, quello che invece ci ha conquistato è il suo ritmo trascinante, le interpretazioni e i dialoghi credibili, così come gli effetti digitali e in generale la parte visiva. Speriamo sia amato anche dal pubblico. Da voi.

13 Hours: The Secret Soldiers of Benghazi


La morte di quattro americani in Libia, tra cui l’ambasciatore, durante la notte dell’11 settembre 2012, è stato un trauma che ancora influenza la campagna per le primarie. Certo, l’idea che sia Michael Bay a portare la vicenda al cinema non ci fa presagire sfumature e analisi approfondite. Ma sul versante action dovremmo essere al sicuro e la presenza del bravo John Krasinski intriga non poco.

Midnight Special

Jeff Nichols è uno dei registi americani più interessanti fra quelli emersi negli ultimi anni. Finora non ne ha sbagliato una; Take Shelter e Mud in particolare sono due gioielli molto personali, per cui sarà interessante vederlo alle prese con il primo film realizzato per uno studio, la Warner. Salivazione alle stelle, poi, considerando che Nichols ha dichiarato di essersi ispirato a Spielberg e Carpenter per questo racconto di fantascienza su un bambino di 8 anni che sviluppa poteri sovrannaturali e deve difendersi da una setta religiosa e da agenti del governo.

Alla ricerca di Dory

La Pixar è reduce dal capolavoro Inside Out, non casualmente il primo prodotto originale dopo alcuni sequel. Nonostante questo in passato hanno dimostrato di espandere le loro franchise con un’attenzione non comune a Hollywood. Per questo l’idea di un sequel di Alla ricerca di Nemo ci suscita più speranze che preoccupazioni. Questa volta Dory porta i suoi vuoti di memoria fino alla costa californiana.

 

Federico Gironi:

It Follows

Qui sto barando. Perché il film di David Robert Mitchell l'ho già visto. E nemmeno nel 2015, ma nel "lontano" 2014: al Torino Film Festival, dove è stato uno dei titoli più applauditi. Fatto sta che finalmente It Follows, giudicato pressoché ovunque come uno dei più bei film horror degli ultimi anni, sta per arrivare finalmente anche nelle sale cinematografiche italiane, e voi non dovreste perderlo.

The Neon Demon

Lo scorso anno eravamo stati troppo ottimisti, pensando che questo nuovo film di Nicolas Winding Refn, un horror tutto al femminile che parla di vanità, bellezza, moda e vampirismo, ispirato alla storia della contessa Bathory, potesse arrivare già nel corso del 2015. Ma ora siamo certi che manca poco: e anzi sono pronto a scommettere che The Neon Demon sarà al Festival di Cannes.

The Nice Guys

A Cannes potrebbe esserci anche il ritorno alla regia di Shane Black: un ritorno più vicino a quello dell'esordio Kiss Kiss Bang Bang che al pur buono Iron Man 3 che gli ha fatto seguito. Chi, come me, è cresciuto col mito di copioni come quelli di Arma letale e L'ultimo boyscout, non può che attendere con impazienza questa versione più cazzona del capolavoro Vizio di forma di P.T. Anderson.

Miss Peregrine's Home for Peculiar Children

Pubblicato nel 2011, "La Casa per bambini speciali di Miss Peregrine" è divenuto in breve tempo un best seller molto amato. E i suoi toni morbidamente dark non potevano non attirare le attenzioni di uno specialista del genere come Tim Burton. Che, per l'occasione, ha collaborato con la sceneggiatrice Jane Goldman e ha scelto come interpreti la conturbante Eva Green, il giovane Asa Butterfield e la garanzia Samuel L. Jackson.

Codice 999

Sporco, molto cattivo, e molto, molto violento. Promette di essere così Codice 999 (in originale Triple 9),  il nuovo film dell'australiano John Hillcoat, quello di The Proposition e di The Road, un thriller metropolitano dal cast all star: Chiwetel Ejiofor, Casey Affleck, Woody Harrelson, Kate Winslet, Aaron Paul, Gal Gadot, Teresa Palmer, Norman Reedus, Anthony Mackie. Poliziotti corrotti, rapine, mafia russa e doppi giochi: il menù non potrebbe essere più ricco.

 

Domenico Misciagna:

Bourne 5

Paul Greengrass è un regista deciso e istintivo al tempo stesso: il suo modo di girare ci restituisce una tensione reale che può fungere da antidoto ai thriller hollywoodiani sintetici. Speriamo Damon sia ancora in forma e che il suo ritorno in scena non sia troppo forzato. Jason Bourne è un eroe senza fanfare.

Zootropolis

Da appassionato dell'animazione Disney, sono curiosissimo di godere ancora di una commedia con animali antropomorfi, che è un po' il simbolo della casa.  L'uscita di Inside Out ha dimostrato che la Pixar ha ancora qualcosa da dire, quindi i Walt Disney Animation Studios non possono più dormire sugli allori di Frozen. La sfida è sempre aperta, la competizione aiuta.

Oceania

Ancora Walt Disney Animation Studios. Sopportate la mia monomania e cercate di comprendermi: John Musker & Ron Clements, i registi di Basil l'investigatopo, La sirenetta, Aladdin, Hercules, Il pianeta del tesoro e La principessa e il ranocchio si cimentano per la prima volta con la CGI. C'è un pizzico di malinconia ma anche tanta curiosità.

Il Gigante Gentile

Roald Dahl, Steven Spielberg e la sceneggiatura della scomparsa Melissa Mathison, autrice di E.T., alla quale il film è dedicato. Steven che ripercorre i passi dello stupore anni Ottanta ultimamente ha funzionato meno di quello civile di Lincoln e Il ponte delle spie, però... troppa roba in ballo per ignorare questo lungometraggio.

Animali fantastici e dove trovarli

La saga di Harry Potter è finita, però questo spin-off è intrigante non solo per l'interpretazione del premio Oscar Eddie Redmayne. Parecchio  esigente sugli adattamenti dei suoi lavori, J. K. Rowling si cimenta qui per la prima volta nella sceneggiatura. L'aspettiamo al varco, sicuri che il regista storico degli Harry Potter, David Yates, le darà una robusta mano cinematografica.

 

Carola Proto:

L'era glaciale: in rotta di collisione

Perché il primo amore non si scorda mai, e il mio primo amore, nei film de L’era glaciale, è lo scoiattolo preistorico Scrat, costantemente in adorazione della sua bella e succosa ghianda. Il fortuito e funambolico viaggio nello spazio che compie nel nuovo film - e che inevitabilmente ci fa pensare a Gravity e ci ricorda che siamo in tempi di Star Wars - si annuncia veramente spassoso. Inoltre potrebbe essere garanzia non solo di puro divertimento, ma anche del rinnovamento delle dinamiche interne alla serie che tutti auspichiamo fin dal capitolo tre. Manny, Sid, Diego &. Co, potrebbero insomma liberarsi dalle catene della sitcom familiare che li ha imprigionati per raggiungere tutti insieme nuovi meravigliosi orizzonti narrativi.

The Great Wall

Perché, contrariamente agli altri quattro film che attendo con trepidazione nel 2016, The Great Wall proprio non riesco a figurarmelo. Prima immagino epicità, ottima ricostruzione storica, cura del dettaglio e nessuna roboante spettacolarità. Poi penso a Jason Bourne a Willem Dafoe in Nymphomaniac e in Pasolini e non mi raccapezzo più… Perché voglio proprio vedere il regista cinese alle prese con una storia (la costruzione della Grande Muraglia) che da tempo  - e curiosamente - ossessiona Hollywood. Perché ancora nessuno sa dire se la bilancia penderà dalla parte del realismo o del soprannaturale o del fantasy. Perché l’annuncio della Legendary Pictures “Il più grande film mai girato in Cina e distribuito in tutto il mondo” vorrà pur dire qualcosa.

Pets - Vita da animali

Perché chi di noi (e voi) proprietari di animali domestici - siano essi cagnolini, panciuti e sonnacchiosi gattoni, pesci rossi o criceti - non si è chiesto almeno una volta: “Cosa faranno Fido, Silvestro o Leo quando io non ci sono?”. La risposta sembra essere questo film d’animazione in 3D che ci fa pensare un po’ al caro Toy Story, in cui a vivere e organizzarsi “una vita autonoma” erano i giocattoli. E poi la Illumination Entertainment raramente sbaglia un colpo, come dimostrano i due Cattivissimo me e Minions. Last but not least, perché ho un bassotto e ho adorato il pezzo del trailer in cui un cane pressoché identico al mio si massaggia la schiena con le fruste da cucina elettriche.

La pazza gioia

Perché, da control freak appassionata di classificazioni e categorie, non vedo l’ora di scoprire se il film è figlio del Virzì più istituzionale - quello delle grandi storie e dei grandi mezzi - o del Virzì più libero e sperimentale – quello di Tutti i santi giorni e My name is Tanino. Perché Valeria Bruni Tedeschi non era fra le mie attrici preferite, ma poi l’ho vista ne Il capitale umano e me ne sono innamorata artisticamente. Perché stavolta il regista la sceneggiatura l’ha scritta con Francesca Archibugi, che le donne le sa raccontare e soprattutto raramente sbaglia un dialogo. Perché i personaggi affidati a Micaela Ramazzotti sprigionano una struggente malinconia e una dolcezza che mi prendono letteralmente alla gola.


Victor - La storia segreta del dott. Frankenstein

Perché il dottor Frankenstein, protagonista del più bel romanzo gotico di sempre, è un personaggio dal fascino intramontabile e una potentissima metafora del desiderio mai sopito di raggiungere e manipolare l’immortalità. Perché l’accoppiata James McAvoy/Daniel Radcliffe mi incuriosisce e aspetto di capire in che modo il personaggio di Igor sia stato sviluppato. Perché gli ultimi Frankenstein cinematografici ci mi sono piaciuti poco. Perché è sempre bello immergersi nelle cupe atmosfere della Londra vittoriana e perché ho fiducia nel regista di Slevin - Patto criminale.

E poi ci sono anche: Batman v Superman, Deadpool, Captain America 3: Civil War, Kung Fu Panda 3, Independence 2: Day Resurgence, Assassin's Creed, X-Men: Apocalypse, Tartarughe Ninja 2: Fuori dall'ombra, Warcraft, Star Wars: Rogue One, The Legend of Tarzan, Il Libro della Giungla, Angry Birds, Gambit, Il Cacciatore e la Regina di Ghiaccio, Before I Wake, The Magnificent Seven, Gods of Egypt, Neruda e molti altri ancora che trovate nel nostro elenco dei film del 2016.

Leggi anche: Film 2016 più attesi da vedere in autunno

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming