News Cinema

Figli, anzi Fii: Valerio Mastandrea legge la recinzione di Johnny Palomba

1

Ecco il video in cui protagonista del film di Mattia Torre riporta la franca opinione del misterioso critico incappucciato dichiaratamente romano.

Figli, anzi Fii: Valerio Mastandrea legge la recinzione di Johnny Palomba

Oltre ad aver recitato il monologo "I figli ti invecchiano", che ha dato origine a Figli, di cui è protagonista, Valerio Mastandrea si è prestato a un compito non certo ingrato che riguarda il film di Mattia Torre: leggere la "recinzione" scritta da Johnny Palomba. Ma chi è Johnny Palomba? E cosa sono queste recinzioni?

Recinzioni sta per recensioni, recensioni decisamente particolari, nel nostro caso, perché scritte in romanesco, opinioni semplici ma puntuali e intelligenti, commenti che una persona non colta, ma che rappresenta una larga fascia di pubblico, farebbe all'uscita del cinema. Johny Palomba è un individuo dall'identità misteriosa. Non è come Banksy o Elena Ferrante, perché si fa vedere in pubblico, sebbene mascherato con felpa, occhiali e un passamontagna che gli lascia scoperti solo gli occhi. Di raccolte di recinzioni Palomba ne ha pubblicate diverse, e Valerio Mastandrea è fra gli attori che negli anni si sono divertiti a leggerle. Chi meglio di lui quindi per far conoscere al pubblico italiano il giudizio "di pancia" del critico cinematografico più simpatico di sempre? La "performance" di Valerio potere vederla in questo video.

Ed ecco il testo della recinzione di Figli scritta da Johnny Paolomba:

Fii
chenfatti fii è unfirm che soprattutto leggente che cià i fii se vorebbe annà avvedé eallora infatti dice annamose a vede’ fii che è un firm che parla popo che de noi che ciavemo i fii picccoletti i fii appenanati cuei esseri bellissimi e anche morto mostruosi che so i pupi che fonnamentarmente sarvo casi de eccezzioni strane rompono i coioni i fii che nun ce fanno dormi’ che ce fanno sta chiusi tummulati incasa che ce fanno venì la voiia de scappà eannà decorza in un paese lontanissimo sconosciuto che nuncè mai venuto immente anche chennesò vicovaromandela basta che se dorme i fii che ce fanno sbrocca’ che cefanno sbracà i piedi denotte pe un pezzetto delego demmerda lasciato pettera ifii che cianno ertaimer della febbre ersabbatomattina i fii che ce fanno invecchià debbotto de diceci anni sì inzomma annamose avedè stofirm . sì ma cuanno ciannamo? nun sepo’ perché ciavemo i fii e nun sapemo a chi dalli nun sapemo ndove parcheggialli che lurtima vorta che semo annati arcinnema cor pupo noi se semo addormentati mentre cuello urlava e vommitava cor pannolino gonfio come un cocommero. chenzomma fii è unfirm che soprattutto laggente che deve annallo a vedè nun lo po vedè perché cià ertitolo dentro casa che ie rompe i coioni umpo’ come nun potè annàa vedè titanic perché stai affonnanno un po’ come se devi annà a vedè psaico ma devi sta accasa co cuella rompicoiiioni de tu madre.

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
  • Giornalista specializzata in interviste
  • Appassionata di cinema italiano e commedie sentimentali
Suggerisci una correzione per l'articolo