News Cinema

Festival di Venezia 2019: pre-apertura con lo "scandaloso" Estasi con Hedy Lamarr

39

Verrà proiettato la sera di martedì 27 agosto nella Sala Darsena, al Lido di Venezia, in una nuovissima versione restaurata in 4K.

Festival di Venezia 2019: pre-apertura con lo "scandaloso" Estasi con Hedy Lamarr

Ottantacinque anni fa, in quella che fu la seconda edizione della Mostra del Cinema di Venezia, fece scandalo. E ora si prepara a farsi ammirare di nuovo al Lido, come film di pre-apertura del Festival di Venezia 2019, che segna la 76esima edizione della Mostra.
Parliamo di Extase (Estasi), il film scritto e diretto da Gustav Machatý e interpretato da Hedy Lamarr (che non aveva però ancora assunto quel nome e che si firmava con quello vero, Hedy Kiesler) noto per essere il film nel quale appare la prima scena di nudo integrale nella storia del cinema maggiore, per la scena in cui la protagonista nuota nuda. Ma a fare scandalo fu anche la prima scena di un atto sessuale, suggerito dai volti in primo piano dei due amanti. E il clamore suscitato dal film in tutto il mondo fu tale che il mercante d’armi Fritz Mandl, sposato poco dopo la realizzazione del film dall’attrice, tentò invano di di acquisire tutte le copie circolanti del film. 

Extase, ci informa la Biennale di Venezia, sarà proiettato al Lido la sera di martedì 27 agosto alla Sala Darsena, presentando così in prima mondiale il restauro digitale del film in 4K. Il restauro è realizzato dal Národní filmový archiv (Cineteca di Praga) grazie al sostegno di Milada Kučerová e Eduard Kučera e alla collaborazione con Film Servis Festival Karlovy Vary. Le lavorazioni sono state effettuate presso il laboratorio L’Immagine Ritrovata di Bologna. L’obiettivo del restauro era quello di ricostruire una versione del film che fosse il più possibile fedele all’originale in lingua ceca, cioè quella presentata a Venezia nel 1934. Poiché nessun elemento di questa versione originale si è conservato, il Národní filmový archiv ha dovuto ricorrere a versioni in altre lingue e in lingua ceca successive. I partner che hanno contribuito al restauro sono British Film Institute, Cinémathèque16, Cinémathèque suisse, CNC, Danish Film Institute, Filmarchiv Austria, Gaumont e Slovak Film Institute.    

Ultimo film realizzato dal regista ceco Gustav Machatý in patria, prima dell'emigrazione che lo portò a lavorare in Austria, in Italia e infine tra Stati Uniti e Germania, Extase fu premiato per la regia con la Coppa Città di Venezia, insieme agli altri tre film cecoslovacchi presenti a quell’edizione della Mostra. Nel referendum fra il pubblico, Extase fu giudicato il miglior film straniero e Gustav Machatý il miglior regista. Il giovane Michelangelo Antonioni, alla Mostra in veste di critico, scriveva: «Nel giardino dell’Excelsior, quella sera, si udiva il respiro degli spettatori attentissimi, si udiva un brivido correre per la platea».
Il film - sonoro - è strutturato sul linguaggio del muto e si distingue per espressività grazie al sapiente uso del montaggio, simbolico e allusivo. Tragico e fatalista, secondo la didascalia di un manifesto d’epoca Extase venne definito “una sinfonia d’amore”.



  • Critico e giornalista cinematografico
  • Programmatore di festival
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming