News Cinema

Festival di Cannes 2014: gli highlight dell'ottava giornata

In breve, gli avvenimenti più importanti della giornata di oggi al Festival di Cannes

Festival di Cannes 2014: gli highlight dell'ottava giornata

L'ottava giornata di questo 67° Festival di Cannes vede protagonista il regista di The Artist, Michel Hazanavicius, che ha portato in concorso The Search, dramma sulla guerra in Cecenia del 1999, accompagnandolo sulla Croisette insieme agli interpreti, tra cui Berenice Bejo e Annette Bening.



Trovate The Search recensito da Mauro Donzelli, che ci dice nel suo articolo: Stupisce ancor di più, quindi, che nonostante la ricerca di realismo, nei volti, nelle lingue parlate, il film fallisce sostituendo un’ipocrisia a un’altra, restando sempre all’interno di un punto di vista occidentale e facendo assurgere il personaggio di Bérénice Bejo a eroina del film.



Il film di oggi più atteso dai cinefili è sicuramente Adieu au langage di Jean Luc Godard, presentato in concorso. Qui potete leggere la (non) recensione di Federico Gironi.



André Téchiné ha portato invece Fuori Concorso il romantico L'homme qu'on aimait trop, ambientato negli anni 70, posando per i fotografi in compagnia dei suoi protagonisti, tra cui Guillaume Canet e Catherine Deneuve.



Se vi interessa conoscere i risultati di questa storia d'amore, puntate decisi sulla recensione Mauro Donzelli, che del film dice: Non ci sconvolge la vita né ci fa girare la testa, ma si sorseggia con allegro godimento.

In coda due interessanti segnalazioni che arrivano da una sezione "parallela" del Festival, quella della Quinzaine des réalisateurs. Vi consigliamo di recuperare la recensione di Federico Gironi su Whiplash. Il film di Damian Chazelle è stata una divagazione molto ben accetta: Poco importa che nella prima parte Whiplash sia molto divertente, che conosce un periodo di bonaccia e che finisca nel più tradizionale dei modi: conta, oltre al fatto di essere girato molto bene, che ci sono dei pezzi di musica notevoli, e un assolo di batteria finale, lunghissimo che è letteralmente esaltante e ti lascia a bocca aperta. 

E poi vi invitiamo a leggere quest'articolo su P'tit Quinquin, miniserie realizzata da Bruno Dumont che Federico Gironi definisce non solo forse la più bella, ma di sicuro la più divertente cosa vista a Cannes, infarcita di situazioni e personaggi assurdi e paradossali, con scene esilaranti durante le quali nemmeno gli attori riescono a rimanere seri



Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming