Festival del Cinema Europeo 2018: i vincitori della diciannovesima edizione

- Google+
15
Festival del Cinema Europeo 2018: i vincitori della diciannovesima edizione

Si è conclusa con successo e con ottima affluenza di pubblico la XIX edizione del Festival del Cinema Europeo di Lecce, diretto da Alberto La Monica e dedicato, quest'anno, a Cristina Soldano, direttrice artistica sin dalla prima edizione, che con passione e professionalità ha saputo ridare impulso alla manifestazione. Ecco i premi assegnati dalla giuria Ulivo d'Oro presieduta da Beki Probst e composta da Eleni Androutsopoulou, Adriana Chiesa Di Palma, Antonella Gaeta e Dubravka Lakić:

Ulivo d’Oro "Premio Cristina Soldano al Miglior Film" a The Party's Over di Marie Garel-Weiss, con la seguente motivazione: "Per la maestria nel rappresentare il senso di dissoluzione dei rapporti sociali, la solitudine esasperata, la deriva sentimentale che è stato un fil rouge delle cinematografie europee proposte in selezione. Il tutto affidato alla forza e alla verità delle due protagoniste".

Premio per la Miglior Sceneggiatura a Stienette Bosklopper per Cobain di Nanouk Leopold, con la seguente motivazione: "Intenso ritratto di un adolescente perso nell’assenza di legami, dialogo, attenzioni e appartenenza".  

Premio per la Miglior Fotografia a Marton Miklauzic per Yellow Heat di Fikret Reyhan, con la seguente motivazione: "Per aver saputo rendere la fotografia protagonista assoluta del contrasto tra paesaggio rurale e industriale, in maniera calda e realistica".

Premio Speciale della Giuria a Disappearance di Boudewijn Koole, con la seguente motivazione, "per la capacità di inserire, in un paesaggio glaciale, la ricomposizione del rapporto interrotto, o forse mai esistito, tra madre e figlia.  Un film intorno al tema dolente del lasciar andare".

Il Premio Mario Verdone 2018, invece, che è giunto alla nona edizione, è stato assegnato a Roberto De Paolis per Cuori Puri con la seguente motivazione, letta da Carlo Verdone durante una breve conferenza stampa: "Un film intenso e insieme carico di realismo che rivela con l’attualità del tema, una capacità narrativa forte fin dalle prime inquadrature.  Raccontando marginalità e voglia di riscatto e senza alcuna tentazione retorica, il film dimostra infatti che - anche in condizioni di conflitti sociali evidenti - esiste la possibilità che un incontro d'amore possa vincere il doppio disagio esistenziale che il vissuto dei due protagonisti, grazie a una regia sensibile e attenta, racconta anche attraverso un’ottima direzione di tutto il cast".

Un Riconoscimento Speciale, sempre nell’ambito del Premio Mario Verdone, è andato ad Andrea De Sica per I figli della notte, escluso dalla gara per evidenti ragioni familiari (Silvia Verdone, che assegna il premio con i fratelli Carlo e Luca, è infatti la moglie di Christian De Sica, zio del regista).

Per tutti gli altri premi del Festival del Cinema Europeo di Lecce vi rimandiamo al sito ufficiale festivaldelcinemaeuropeo.com. L'appuntamento con la ventesima edizione della manifestazione pugliese è dall'8 al 13 aprile 2019.



Carola Proto
  • Giornalista specializzata in interviste
  • Appassionata di cinema italiano e commedie sentimentali
Lascia un Commento
Schede di riferimento
Lascia un Commento