Fast and Furious: il regista del primo capitolo Rob Cohen vorrebbe chiudere la serie

- Google+
160
Fast and Furious: il regista del primo capitolo Rob Cohen vorrebbe chiudere la serie

Quando l’action movie Fast and Furious arrivò nelle sale americane, nell’estate del 2001, le Torri Gemelle erano ancora al loro posto e difficilmente la stessa Universal avrebbe immaginato che sarebbe diventata una serie di grande successo, arrivata ormai, dopo 17 anni, a otto capitoli e nuovi spin-off previsti dal 2019. Rob Cohen è stato il regista ad aver lanciato la serie, abbandonandola subito dopo. Ora, però, nel corso di un’intervista con ScreenCrush per promuovere il suo nuovo film, Hurricane Heist, ha detto che gli piacerebbe dirigere l’ultimo film della serie. Sarà forse il malinconico ricordo di una serie lasciata troppo presto, per l’autore di lavori diversi come Daylight, con Stallone, Dragonheart, con Sean Connery, o il thriller Il ragazzo della porta accanto, con Jennifer Lopez.

“Ho sempre desiderato che la Universal tornasse da me chiedendomi di dirigere l’ultimo”, ha specificato. Auspicio del buon Cohen, va detto, mentre è molto improbabile che la major voglia davvero finirla, in una formula o nell’altra, con una franchise in piena salute, cresciuta anzi negli ultimi capitoli. Per non parlare dello spin-off in lavorazione per l’anno prossimo, con Dwayne Johnson e Jason Statham.

Da parte Cohen sua rivendica di aver portato sullo schermo personaggi diventati ormai iconici, come Dominic Toretto, in una storia ambientata a Los Angeles, all'interno di un gruppo di amici diventati una famiglia, dalle diverse provenienze etniche, negli anni capace di conquistare appassionati in tutto il mondo.




Lascia un Commento
Schede di riferimento
Lascia un Commento