News Cinema

Every Day: la vera storia e i personaggi reali alla base del film con Liev Schreiber, Helen Hunt e Ezra Miller

Il creatore di Nip/Tuck Richard Levine esordisce nella regia con Every Day, un dramma familiare ispirato a fatti realmente accaduti.

Every Day: la vera storia e i personaggi reali alla base del film con Liev Schreiber, Helen Hunt e Ezra Miller

Every Day, film del 2010, è la storia di una famiglia ed è il primo diretto da Richard Levine, che conosciamo come il produttore esecutivo, lo sceneggiatore e il regista della serie Nip/Tuck e il co-autore della serie con Virginia Madsen Scoundrels. Presentato al Tribeca Film Festival e uscito, sfortunatamente, soltanto in 4 sale cinematografiche, Every Day può contare su un cast davvero brillante. Il protagonista è un attore che ci è molto simpatico e che spazia fra produzioni indipendenti e film mainstream e fra cinema, teatro e tv: Liev Schreiber. Lo affiancano Helen Hunt, un giovane Ezra Miller (al suo quarto film), il nuovo Hellboy David Harbour, una super-sexy Carla Gugino, che ci regala una scena in bikini, e Brian Dennehy, grande attore americano scomparso da poco e che rammentiamo ne Il ventre dell'architetto e in Rambo. Every Day, che mescola la commedia al dramma, ha molto a che fare con il vissuto di colui che lo ha diretto.

Every Day: la trama e il trailer

Every Day racconta la storia di un uomo in piena crisi di mezza età che si trova a lottare contro gli imprevisti della vita. Ned (Liev Schreiber) è profondamente insoddisfatto: il suo lavoro come sceneggiatore di un programma tv al limite del porno è una totale delusione e il matrimonio con sua moglie Jeannie (Helen Hunt) sembra essere arrivato al capolinea. Anche con i bambini le cose non vanno per niente bene. Mentre il più grande gli rivela di essere gay, cosa che Ned fatica ad accettare, l'altro, che ha undici anni, è spaventato praticamente da ogni cosa. A complicare ulteriormente la situazione è l'arrivo di Ernie (Brian Dennehy), l'anziano suocero scontroso, e per giunta gravemente malato, che si trasferisce a vivere con loro. Mentre la sua vita personale va a rotoli e quella lavorativa non fa che stressarlo, Ned trova conforto nelle attenzioni di Robin (Carla Gugino), una collega seducente e affascinante che gli ha messo gli occhi addosso già da parecchio tempo.

Every Day: la storia vera alla base del film

Le dinamiche familiari che Richard Levine racconta ed esplora in Every Day sono in realtà le sue. Come il personaggio di Brian Dennehy nel film, suo suocero, che era malato, aveva lasciato la città in cui abitava, Detroit, per andare dal genero a Los Angeles. E come l'adolescente impersonato da Ezra Miller, anche il figlio del regista, che era omosessuale, aveva fatto coming out a 14 anni. Levine, tuttavia, aveva reagito alla notizia in maniera meno scioccante del Ned di Liev Schreiber, anzi ammirava profondamente il ragazzo per la calma con cui aveva preso coscienza delle proprie inaspettate preferenze sessuali. Proprio in nome di questo amore paterno, il filmmaker teneva particolarmente alla scelta degli attori che avrebbero impersonato il Jonah di Miller e suo fratello più piccolo Ethan (che ha il volto di Skyler Fortgang). "Volevo dei ragazzi originali, speciali" - ha raccontato in un'intervista a Collider. "Pensavo che, se il pubblico non avesse amato quei ragazzi e non si fosse identificato con loro, non avrebbe amato i genitori, di cui magari non è facile e immediato riconoscere il valore perché stanno attraversando una crisi matrimoniale. Ho fatto il provino a tantissimi ragazzi e a volte mi sembrava di perdere le speranze e mi chiedevo se davvero avrei trovato quelli giusti. E’ stato difficile trovare soprattutto l'attore adatto a interpretare il grande. Ma alla fine ho avuto fortuna perché sia Ezra che Skyler sono favolosi". Nemmeno la vita matrimoniale di Richard Levine filava troppo liscia, per sua stessa ammissione, e anche per lui la crisi di mezza età era in agguato.

Un capo che somiglia a Ryan Murphy

C'è un altro personaggio, nel film, che ricorda il vissuto di Richard Levine: Garrett, il capo di Ned, che spinge il suo sottoposto a rendere ciò che scrive ancora più piccante. Interpretato da Eddie Izzard, Garrett prende ispirazione nientemeno che da Ryan Murphy, ideatore di Nip/Tuck insieme al regista e strafamoso in tutto il mondo per aver creato le serie Glee, American Horror Story, American Crime Story e Hollywood. Il regista voleva rendere giustizia al collega, che ammirava e ammira e con cui aveva una relazione diversa da quella fra Ben e Garrett. Parlando di Ryan Murphy, Levine ha detto: "Ryan ha una personalità molto complessa. Volevo essere sicuro di non semplificare il personaggio rendendolo un cartone animato. Volevo che Garett avesse anche un lato umano e sensibile e, anche se ho impiegato molto tempo ad aprirmi con lui dicendogli che mio figlio era gay, quando l'ho fatto Ryan mi è stato di grande aiuto e si è rivelato un ottimo ascoltatore".



  • Giornalista specializzata in interviste
  • Appassionata di cinema italiano e commedie sentimentali
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming