Schede di riferimento
News Cinema

Ennio Morricone, i premi e le nomination in una carriera durata 60 anni

380

Alla scomparsa del Maestro Ennio Morricone, passiamo in rassegna premi e nomination prestigiosi a cui teneva moltissimo: ci sono sorprese?

Ennio Morricone, i premi e le nomination in una carriera durata 60 anni

Leggendo della morte di Ennio Morricone, sicuramente da appassionati di cinema o semplici spettatori vi saranno venute in mente decine di sue colonne sonore, però forse è meno immediato pensare a quante di queste abbiano visto Oscar, Golden Globe e altri prestigiosi riconoscimenti internazionali. Risposta breve: meno di quanto si penserebbe, considerando la levatura del personaggio. Passiamoli brevemente in rassegna.

Ennio Morricone e i premi Oscar nella sua carriera

La fama di Ennio Morricone varcò l'oceano, tanto che i più giovani lo ricorderanno celebrato da Quentin Tarantino che l'ha voluto come autore delle musiche del suo The Hateful Eight, ma la penetrazione di Morricone negli Stati Uniti era di fatto già iniziata quando Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto (1970) di Elio Petri vinse il premio Oscar come miglior film straniero. L'Academy nel 1979 aveva poi nominato le sue musiche per I giorni del cielo (1978) di Terrence Malick, e da allora Morricone avrebbe continuato a sfiorare la statuetta, per altre quattro volte: l'iconica colonna sonora di Mission (1986), l'incalzante e meraviglioso lavoro per Gli intoccabili (1987) di Brian De Palma (doveva vincere: sfogo di chi scrive), Bugsy (1991), Malèna (2000, uno dei suoi tanti lavori con Giuseppe Tornatore, che l'ha reso un coautore della sua visione cinematografica).
Se non fosse stato per l'Oscar vinto proprio con Hateful Eight, Morricone non avrebbe mai espugnato l'Academy Award per un film specifico, anche se scommettiamo sul fatto che molti suoi colleghi avrebbero fatto carte false per ottenere l'Oscar onorario nel 2007, "per il suo magnifico e sfaccettato contributo all'arte della musica cinematografica".

Leggi anche Ennio Morricone: Sergio Leone ma non solo - Le colonne sonore più belle, note e meno note

Ennio Morricone e i Golden Globe

Per Ennio Morricone i Golden Globe non sono stati più numerosi degli Oscar, però in quella che di fatto è una preselezione per i premi più rinomati ci sono state alcune differenze. Per esempio la sua prima nomination ai Golden Globe arrivò per la canzone "It's Wrong for Me to Love You" dal film Butterfly - Il sapore del peccato, non esattamente tra le sue composizioni più ricordate. Bello leggere della nomination per le musiche di C'era una volta in America (1984), ultimo film di un altro dei suoi partner storici, Sergio Leone. Mission, pur mancando l'Oscar, vinse però il Golden Globe. Chissà poi quanti di noi ricordano che Ennio Morricone, dopo le musiche per gli Intoccabili, compose anche quelle del film successivo di Brian De Palma, quel Vittime di guerra (1989) con Michael J. Fox e Sean Penn, foriero di un'altra nomination. Se Malèna anche in questo caso si fermò alla nomination, il sodalizio con Giuseppe Tornatore fu premiato con un Golden Globe invece per La leggenda del pianista sull'oceano (1998) con Tim Roth, tratto dal monologo "Novecento" di Alessandro Baricco. L'ultimo Golden Globe si deve comunque sempre all'Hateful Eight di Tarantino.

Ennio Morricone e gli altri celebri premi

Oltre all'Oscar, Ennio Morricone nel 1995 ricevette un Leone d'Oro alla carriera, ma quando si pensa al percorso artistico del Maestro anche la sua attività discografica ha avuto un peso nel mondo della musica: non spetta alla nostra competenza soppesare quel ramo della sua attività, però è curioso vedere quante volte sia stato nominato ai Grammy o gli abbia vinti, proprio grazie alle sue colonne sonore, vendute e venerate persino al di là delle immagini con cui si sposavano così bene. La prima nomination ai Grammy risale addirittura al 1969, per il tema del Il buono, il brutto e il cattivo, ma l'unica vittoria è nel 1988 per l'album degli Intoccabili (con nostra gioia, perdonateci se ci ripetiamo). Curiosità: i Grammy l'hanno anche insignito nel 2014 del premio alla carriera Trustees Award. Si tratta di un riconoscimento molto preciso, destinato agli "individui che, durante la loro carriera musicale e tecnica, abbiano contribuito significativamente, al di là delle performance, al campo della registrazione".
Vi stupirebbe sapere che la stessa persona abbia ricevuto tre nomination ai Razzie Awards? Curiosamente, due sono per il lavoro sullo stesso Butterfly nominato ai Golden Globe (de gustibus), ma la cosa incredibile è che il Maestro sia stato in lizza per le peggiori musiche per La cosa (1982) di John Carpenter. Evento che da solo sarebbe ufficiente a sminuire ogni efficacia anche satirica di quei premi (per lo meno davanti agli occhi di chi abbia ancora la tentazione di prenderli sul serio).

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming