Emily Blunt su Girl on the Train: "E' il film più impegnativo che abbia mai fatto."

-
236
Emily Blunt su Girl on the Train: "E' il film  più impegnativo che abbia mai fatto."

Come noto si sta girando a New York Girl on the Train , nuovo film di Tate Taylor basato sul best-seller di Paula Hawkins.

Poco prima di Natale la produzione ha aperto il set alla stampa online e cartacea, che ha avuto la possibilità dunque di raccogliere dichiarazioni sul film. In particolare a parlare è stata la protagonista Emily Blunt: "E' l film più impegnativo che abbia mai fatto. Amo l'idea che si tratti di una storia di dipendenza, solitudine, voyeurismo, di ciò che crediamo di aver visto o non aver visto. Ognuno di noi salendo su un treno ha iniziato a fantasticare sulla vita degli altri passeggeri, penso che il pubblico si connetterà con questo."

Come noto la protagonista della storia, Rachel Watson, cercando di rimettersi in piedi dopo un divorzio e seri problemi di alcolismo, inizia a provare un legame psicologico con una coppia che osserva costantemente fuori dalla finestra del suo vagone. Un giorno però vede qualcosa che la sciocca, e comincia a cercare di risolvere il mistero che ne consegue.

"Mi piace che l'eroina, la protagonista - ha continuato la Blunt - sia il testimone meno affidabile al mondo perché è un'ubriacona, e anche se ha ragione nessuno le crede. E' eccitante interpretare una parte come questa, in cui senti costantemente di stare affogando. Per me è un'esperienza nuova, non avevo mai interpretato un'alcolizzata cronica."

Nel cast di Girl on the Train figurano anche Rebecca Ferguson, Justin Theroux, Luke Evans e la grande caratterista Allison Janney.



Adriano Ercolani
  • Critico cinematografico
  • Corrispondente dagli Stati Uniti
Lascia un Commento
Lascia un Commento