Schede di riferimento
News Cinema

Daniel Day-Lewis annuncia il suo addio alla recitazione: Phantom Thread di Paul Thomas Anderson sarà il suo ultimo film

473

Compiuti sessant'anni, l'attore abbandona i set: questa volta durerà?

Daniel Day-Lewis annuncia il suo addio alla recitazione: Phantom Thread di Paul Thomas Anderson sarà il suo ultimo film

A pensarci, sembra ieri.
Sembra ieri che Martin Scorsese era andato a snidarlo nella bottega di calzolaio a Firenze dove si era nascosto, e faceva l’apprendista ciabattino, per poi portarlo con sé, in America, dove avrebbero girato assieme un film divenuto un mito come Gangs of New York.
Sembra ieri, ma sono passati quindici anni, e da allora, comunque, Daniel Day-Lewis ha girato solo film che si contano sulle dita di una mano: giusti giusti.

E ora, quello che probabilmente è il migliore attore della sua generazione ha detto basta di nuovo.
Sessant’anni compiuti da poco, tre premi Oscar vinti, una possibile ipoteca sul quarto con il nuovo film di Paul Thomas Anderson che vedremo a fine anno (titolo provvisorio, forse, Phantom Thread), Day-Lewis ha deciso di ritirarsi,  di smettere di recitare.
A voler fare ironia, magari si è accorto di avere delle riparazioni da fare in casa, e chissà che qualcuno, fra cinque anni o giù di lì, non lo vada a scovare in qualche laboratorio di falegnameria, o nell’officina di qualche fabbro.

Fatto sta che ci mancherà, Daniel Day-Lewis.
Ci mancherànno il suo viso scavato e affascinante, l’intensità minacciosa, devastante, che riusciva a mettere nei ruoli che interpretava, l’adesione totale, quasi fanatica, all’universo fisico e mentale del suo personaggio.
Bill the Butcher, certo.
Ma anche il Christy Brown del Mio piede sinistro (Oscar), il Gerry Conlon che gridava “Giuseppe!” in Nel nome del padre, ma anche il Newland Archer dell’Età dell’innocenza e Nathaniel Poe, L’ultimo dei Mohicani di Michael Mann. L'unico ultimo dei Mohicani possibile.
E poi, certo, il Lincoln di Spielberg (ancora Oscar): ma sopratutto lo sconvolgente Daniel Plainview del Petroliere (Oscar, e siamo a tre).

Proprio Paul Thomas Anderson, che gli ha regalato quel ruolo straordinario, e che in cambio ha ricevuto in dono una performance sovrumana, è il regista che l’ha diretto in quello che dovrebbe essere il suo ultimo film, che gli ha affidato la parte dello stilista Charles James.
E se davvero Phantom Thread sarà l’ultimo film di Daniel Day-Lewis (ma anche se poi, alla fine l’attore ci ripensasse), questo solo potrebbe essere ragione sufficiente per attendere con ansia un film che, già per il nome del suo regista, si preannuncia come il vero grande evento della prossima stagione.



  • Critico e giornalista cinematografico
  • Programmatore di festival
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming