Schede di riferimento
News Cinema

Da Zio Tibia a Scooby Doo, arrivando a ParaNorman

1

Il film in stopmotion Universal di prossima uscita è la logica evoluzione della classica attrazione-repulsione di tutti i bambini per l'orrore.

Da Zio Tibia a Scooby Doo, arrivando a ParaNorman

Solo chi, diventato adulto, ha scelto di dimenticare o rinnegare la propria infanzia non riesce a capire la sempre crescente passione dei più piccoli per il disgustoso, lo spaventoso, l’orrorifico.
Tranne rari casi, non c’è bambino delle elementari che non abbia, in bell’evidenza o più nascosto, qualche gioco, qualche figurina, qualche pupazzetto che i noiosi grandi tendono a ritenere brutto o schifoso. Che non abbia passato qualche notte davanti a un fuoco, o sotto le coperte con una torcia elettrica, a raccontarsi storie di paura con qualche amico.
E non c’è bambino che non abbia provato un mix di attrazione e repulsione di fronte alle cose più seriamente spaventose, come i film dell’orrore.
Come sorprendersi allora che l’horror, le streghe e gli zombie abbiano varcato senza timori la soglia del cinema per ragazzi?

Ve lo ricordate, lo Zio Tibia? I più grandi se lo ricorderanno per via dei fumetti pubblicati in Italia tra la fine degli anni Sessanta e l’inizio dei Settanta, i trentenni per il ciclo televisivo a lui intitolato che Italia Uno programmò per qualche estate a cavallo tra gli Ottanta e i Novanta, comprendente celebri titoli del cinema horror. 
Zio Tibia andava per la maggiore tra i bambini di una certa età, che magari sbirciavano di nascosto e poi si nascondevano il volto tra le mani al cominciare del film de paura vero e proprio.
Ma a trattare di streghe, fantasmi, zombie e altro materiale dell’orrore c’erano anche i cartoni di Scooby Doo, con toni decisamente più leggeri.
Poi è arrivato Tim Burton, che ha sdoganato definitivamente il gotico, il cupo e lo spaventoso presso il pubblico più giovane con i suoi film e i suoi disegni, seguito poi da molti. Come il suo ex collaboratore Henry Selick, il regista di Nightmare Before Christmas, che qualche anno fa ha diretto il bellissimo e inquietante Coraline.

Proprio lo stesso studio responsabile di Coraline, la LAIKA, ha deciso di spingersi ancora più oltre con ParaNorman, commedia horror ricca di buoni sentimenti e strabilianti animazioni che riesce ad essere spaventosamente divertente e magicamente emotiva.
Perché tra film dell’orrore, fantasmi che vede quotidianamente, cacciatori di streghe che risorgono dalle loro tombe e antiche maledizioni che minacciano una tranquilla cittadina, il protagonista Norman troverà il modo di riscattare la sua condizione di “emarginato” perché “diverso”, di salvare i suoi amici, sé stesso e la sua stessa famiglia dal peso del pregiudizio e dello scetticismo.

Diretto a quattro mani dal regista di Giù per il tubo Sam Fell e dall’esperto storyboarder di Coraline Chris Butler, ParaNorman è un film che promette di appassionare i più piccoli con tante risate e qualche spavento, e che intrigherà i grandi con numerose strizzate d’occhio al mondo dell’horror “per adulti”, con scelte musicali di gusto (in colonna sonora ci sono “Season of the Witch” di Donovan e “Little Ghost” dei White Stripes) e che affascinerà tutti per l’uso modernissimo di una tecnica d’animazione antica ma attualissima come la stop motion.







Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming