News Cinema

Commedia, musica e Thriller: ritratto di John Landis

Per tutti gli appassionati del film cult The Blues Brothers, il 21 settembre è una data da annotare sul proprio calendario: il capolavoro di John Landis esce infatti per la prima volta in Blu-Ray, con numerosi contenuti speciali tra cui il making of del film.



Per tutti gli appassionati del film cult The Blues Brothers, il 21 settembre è una data da annotare sul proprio calendario: il capolavoro di John Landis esce infatti per la prima volta in Blu-Ray, con numerosi contenuti speciali tra cui il "making of" del film.

Uscito al cinema nel 1980, The Blues Brothers è diventato uno dei film più popolari del decennio grazie alla verve comica dei suoi due protagonisti, John Belushi e Dan Aykroyd, e grazie a una leggendaria colonna sonora rhythm & blues che ha visto la partecipazione di star come Aretha Franklin, Ray Charles e James Brown.



Il regista di The Blues Brothers, John Landis, è da più di tre decenni uno dei maestri della comicità cinematografica, e in quasi quarant'anni di carriera ha diretto molti film importanti e alcuni indiscutibili cult, fra cui la storica pellicola interpretata da Aykroyd e Belushi. Nato a Chicago il 3 agosto 1950 ma cresciuto fin da piccolo a Los Angeles, John David Landis entra nel mondo del cinema grazie ad un lavoretto come portalettere presso la 20th Century Fox; poi, intorno ai vent'anni, viene ingaggiato come assistente regista e come stunt-man, e si trova a lavorare anche sul set del cult di Sergio Leone C'era una volta il West.

Il debutto alla regia avviene nel 1973, quando il giovanissimo Landis dirige un horror demenziale prodotto con appena 60.000 dollari di budget: Schlock, una parodia di King Kong. La vena di Landis per il genere demenziale lo porterà a realizzare, nel 1977, il film Ridere per ridere, composto da una serie di sketch surreali costituiti da fittizi programmi televisivi. Il positivo riscontro riscosso da Ridere per ridere permette a Landis di dedicarsi al suo progetto successivo, Animal House, capostipite del filone delle "commedie scolastiche". Interpretato da giovani talenti come John Belushi, Tom Hulce, Karen Allen e Kevin Bacon, oltre a un attore affermato come Donald Sutherland, e ambientato fra le pareti di un tipico college americano, Animal House si rivela un enorme successo di pubblico: solo in America incassa ben 140 milioni di dollari, diventando il secondo film più visto del 1978 dopo Grease.



In Animal House, dotato di una colonna sonora a base di rock e r&b, è già evidente la passione di Landis per la musica: una passione che, nel 1980, porterà il regista a dirigere il film più famoso della sua carriera, The Blues Brothers, altro fenomeno popolare anche grazie al carisma della storica accoppiata John Belushi / Dan Aykroyd. Appena un anno più tardi, Landis confeziona un terzo cult-movie: Un lupo mannaro americano a Londra, un'originale miscela fra commedia e horror.



Nel 1982, in coppia con l'amico Steven Spielberg, John Landis decide di produrre il film a episodi Ai confini della realtà, ispirato alla famosa serie televisiva, e di dirigere il primo episodio della pellicola. Le riprese, tuttavia, sono funestate da un tragico incidente: un elicottero precipita sul set uccidendo l'attore Vic Morrow e due bambini ingaggiati come comparse. L'anno dopo Landis firma la fortunata commedia Una poltrona per due, interpretata da Dan Aykroyd, Eddie Murphy e Jamie Lee Curtis: una sorta di rivisitazione della storia de Il principe e il povero ambientata nel mondo dell'alta finanza.



Il 1983, però, è anche l'anno in cui Landis viene convocato dalla popstar più amata del mondo, Michael Jackson, per dirigere il videoclip più famoso della storia: quello di Thriller, la canzone tratta dall'omonimo album, con un video che rende omaggio alle inquietanti atmosfere notturne dei classici b-movie del cinema horror. Il regista tornerà a collaborare con Jackson nel 1991 per il videoclip di Black or White.



La carriera cinematografica di Landis prosegue nel 1985 con la bizzarra commedia spionistica Tutto in una notte, nota per il gran numero di registi (ben venti) che hanno accettato di apparire nel film in un cameo. I protagonisti sono due giovani divi emergenti come Jeff Goldblum e Michelle Pfeiffer, affiancati da Dan Aykroyd e dall'idolo del rock David Bowie

 

Sempre al 1985 risale Spie come noi, mentre il 1986 è l'anno del film demenziale I tre amigos!


Nel 1988, invece, Landis torna a collaborare con Eddie Murphy in un'altra commedia sbanca-botteghino, Il principe cerca moglie.



Tra i film successivi di John Landis, ricordiamo un'altra incursione nel genere horror rielaborato in chiave comica, ovvero il "vampiresco" Amore all'ultimo morso (1992), con Anne Parillaud; il poliziesco Beverly Hills Cop III (1994), ancora con Eddie Murphy; e il sequel al suo film più famoso, Blues Brothers - Il mito continua (2000). Infine, dopo un lungo periodo di assenza dalle scene, nel 2010 Landis è tornato sul set per dirigere un nuovo lungometraggio, la commedia grottesca Ladri di cadaveri.





Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming