News Cinema

Christopher Nolan contesta il piano di streaming e sala contemporanei della Warner Bros negli States

1

Nonostante la Warner Bros sia il suo studio, Christopher Nolan ha contestato aspramente l'idea di lanciare film importanti negli Usa in streaming e in sala allo stesso tempo. Nel frattempo anche la Legendary Pictures di Dune ha qualcosa da obiettare...

Christopher Nolan contesta il piano di streaming e sala contemporanei della Warner Bros negli States

Christopher Nolan ha offerto a Hollywood Reporter una presa di posizione molto critica sul piano uscite della Warner Bros, che ha deciso di distribuire solo negli States alcuni suoi importanti film come Wonder Woman 1984 al cinema e in streaming allo stesso tempo sulla proprietaria piattaforma HBO Max (seppur in streaming per un mese solo). Non è uno sfogo da poco quello di Nolan, perché il regista fa da secoli parte della famiglia Warner e proprio su di lui la major ha scommesso per tentare la riapertura del mercato con Tenet. Attaccando il "capo" in nome della settima arte, dimostra un notevole coraggio. Ecco qualche stralcio della sua protesta.

Alcuni dei più grandi autori cinematografici e delle più importanti star del cinema andavano a dormire la sera pensando di lavorare per il più grande studio cinematografico e si sono svegliati scoprendo che stavano lavorando per il peggior servizio di streaming. La Warner Bros aveva una macchina incredibile per portare il lavoro di un cineasta ovunque, al cinema e a casa, e in questo momento la stanno smantellando. [...] La loro decisione non ha senso economicamente e persino l'ultimo degli investitori di Wall Street capisce la differenza tra interruzione e malfunzionamento.[...]
Secondo me tutti gli studi sanno che sul lungo termine l'esperienza cinematografica rialzerà la testa e sarà un'importante parte dell'ecosistema. Nel nostro ambiente in questo momento si usa la pandemia come scusa per aggrapparsi a vantaggi a breve termine. È proprio una iattura. [...] La gente ama andare al cinema e riprenderà ad andarci.
Leggi anche La Universal e la sua rivoluzione tra sala e streaming: segna il futuro?

Dune, Godzilla vs. Kong e la contestazione Legendary Pictures contro la Warner Bros

Al di là della ribellione di un suo autore di punta, la Warner Bros ha anche un problema più concreto ed economico: tra i film che negli Usa saranno distribuiti col trattamento di sala e streaming simultaneo nel 2021 ci sono Dune e Godzilla vs. Kong. Questi due film hanno la particolarità di essere stati cofinanziati dalla Legendary Pictures al 75% del budget, e i dirigenti della Legendary non hanno preso bene l'idea di non essere stati contattati dalla Warner prima della decisione. In questo caso il discorso è meno romantico di quello di Nolan: secondo la Legendary, c'erano servizi di streaming come Netflix che avrebbero pagato 250 milioni di dollari per Godzilla vs. Kong, consentendo di recuperare le perdite senza il rischioso azzardo sperimentale della distribuzione parallela, per promuovere un HBO Max al momento nemmeno diffuso in tutto il mondo (infatti da noi in Italia i film discussi in questo articolo usciranno in sala, fino a prova contraria).
Se altre case dovessero seguire l'esempio della Legendary, contestando di non essere state coinvolte in questa decisione epocale, ci potrebbero essere delle compensazioni economiche da garantir loro nel futuro. Leggi anche Disney, il CEO Bob Chapek chiarisce la posizione sul rapporto tra streaming e sale

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming