News Cinema

Child 44 messo al bando in Russia

30

Il ministro della cultura Vladimir Medinsky sulla decisione di impedire l'uscita del thriller.


Alla vigilia dell'uscita nei cinema russi del thriller Child 44 – Il bambino numero 44, tratto dall'omonimo best-seller di Tom Rob Smith, è arrivata una doccia gelata per il pubblico degli appassionati locali: il film è stato ufficialmente bandito dalle autorità e non uscirà mai (anche se siamo sicuri che ci sarà un notevole incremento della pirateria per questo titolo).

Il motivo, che rispecchia singolarmente le paranoiche atmosfere del thriller, ambientato nel cupo periodo Staliniano, secondo il ministro della cultura Vladimir Medinsky, è il fatto che il film rappresenta i cittadini sovietici come "subumani in senso fisico e morale, una massa sanguinaria di orchi e di ghoul” e che fa sembrare la Russia sovietica un paese “molto simile a Mordor” (anche se smentita da Tolkien, tra l'altro, molti critici hanno fatto realmente questa analogia).

L'uscita del film, prevista nei pressi del settantesimo anninversario della vittoria sulla Germania nazista (9 maggio) ha avuto il suo peso sulla decisione, dal momento che almeno 27 milioni di soldati e di civili sovietici morirono nel conflitto – noto in Russia come Grande Guerra Patriottica – e furono determinanti nella sconfitta delle truppe hitleriane. “E' così che il nostro paese, lo stesso che fu vittorioso nella Grande Guerra, divenne un leader mondiale e mandò il primo uomo nello spazio, viene ritratto” ha aggiunto Medisnky, sostenendo che “è giunta l'ora di farci la nostra idea su noi stessi come eredi di una grande e unica civiltà Russa. Senza questo, ci distruggeranno”.

In chiusura di queste affermazioni fortemente nazionalistiche il ministro ha detto che “film del genere non dovrebbero mai essere distribuiti nei nostri cinema e arricchirsi coi soldi del pubblico, né nel settantesimo anniversario della vittoria né mai”.

Tutto questo sembra un po' eccessivo e anche un po' preoccupante, soprattutto in considerazione del fatto che Child 44 è essenzialmente un thriller e che l'investigatore collocato in quella cornice storica è un personaggio di fantasia, protagonista di altre avventure, che trae la sua particolarità da un'ambientazione fantastica che si appoggia comunque su concrete prove storiche. Non è mai una bella notizia quando un governo decide in nome dei propri cittadini cosa possono o non possono vedere, come se questi non potessero farsi la propria idea in merito.

Ufficialmente il film è stato ritirato dalla distribuzione, Central Partnership, dopo che i tagli proposti non hanno soddisfatto il ministero. Il presidente della distribuzione conclude con un'affermazione ancora più preoccupante delle precedenti: “Crediamo che sia importante che in futuro ci sia più controllo da parte dello Stato sui film con un contenuto sociale significativo”.

Un commento in merito viene da Alexander Rodnyansky, produttore del candidato all'Oscar Leviathan: E' chiaro che adesso se un film parla di storia, deve corrispondere a un dato sistema di coordinate. Ora inizierà l'autocensura: molti cominceranno ad aver paura di comprare e distribuire film qua”.

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
  • Saggista traduttrice e critico cinematografico
  • Autrice di Ciak si trema - Guida al cinema horror e Friedkin - Il brivido dell'ambiguità
Suggerisci una correzione per l'articolo