News Cinema

Chi è Luca Miniero? Il percorso dorato del regista di Non c'è più religione

86

Ha sceneggiato e diretto alcune delle commedie italiane di maggior successo.

Chi è Luca Miniero? Il percorso dorato del regista di Non c'è più religione

La formazione come copywriter e regista pubblicitario è stata per lui una palestra eccezionale per combinare creatività, capacità comunicativa e narrazione in tempi serrati. Napoletano di nascita, Luca Miniero ha trascorso molti anni a Milano collaborando per agenzie pubblicitarie, firmando campagne per marchi italiani e internazionali e ottenendo molti riconoscimenti. La collaborazione con Paolo Genovese dalla pubblicità si sposta al cinema nel 2001, quando entrambi scrivono e dirigono Incantesimo napoletano, vincitore nel 2002 del Globo d’Oro come miglior opera prima.

Seguono Nessun messaggio in segreteria (2004), il film TV Viaggio in Italia - Una favola vera (2007), sempre per la TV Amiche mie (2008) e nello stesso anno, per il cinema, la commedia Questa notte è ancora nostra (2008). Nel 2010 i due intraprendono carriere in solitaria e Miniero approda alla regia di Benvenuti al Sud (2010), remake della commedia francese Giù al Nord. Il film guadagna al box office circa 29 milioni di euro qualificandosi come il film italiano più visto del 2010 e attualmente il quinto maggiore incasso di un film italiano.

Il successo viene replicato da Benvenuti al Nord che raccoglie circa 27 milioni, diventando il film più visto del 2012 e l'ottavo maggior incasso per un film italiano. Il regista viene definito il Re Mida della commedia in Italia. Nel 2014 escono in sala due nuove commedie da lui firmate, Un boss in salotto e La scuola più bella del mondo. Non ottengono i risultati stellari dei precedenti film, ma confermano il tocco dorato grazie al gradimento del pubblico e la solidità autoriale di Luca Miniero, anche sceneggiatore dei suoi film (eccetto Benvenuti al Sud) e di altri script ai quali ha dato il suo contributo come Una famiglia perfetta e Fratelli Unici.

Il suo ultimo lavoro sceneggiato e diretto si intitola Non c'è più religione, dal 7 dicembre nei cinema. È la storia del bambino di un presepe vivente troppo cresciuto per entrare nella culla, un pretesto per raccontare un'Italia che fa pochi figli e l'immancabile arte di arrangiarsi del nostro paese, interpretata in questo caso da Claudio Bisio, Alessandro Gassmann, Angela Finocchiaro, Giovanni Cacioppo, Nabiha Akkari, Mehdi Meskar, Giovanni Esposito, Laura Adriani, Massimo De Lorenzo e Roberto Herlitzka.

L'attore Massimo De Lorenzo si è già lanciato in una recensione del film, come testimonia il video qui sotto.

Il trailer ufficiale del film:



  • Giornalista cinematografico
  • Copywriter e autore di format TV/Web
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming