Charles Manson ha il volto di Matt Smith nel primo trailer di Charlie Says

-
181
Charles Manson ha il volto di Matt Smith nel primo trailer di Charlie Says

Sappiamo tutti benissimo che il nuovo film di Quentin Tarantino, C'era una volta a Hollywood, è costruito intorno al famigerato eccidio di Cielo Drive, l'omicidio  di Sharon Tate e di quattro suoi amici avvenuto per mano delle ragazze della Manson Family, la setta fondata dal folle e carismatico Charles Manson, uno che sono cinquant'anni che getta la sua sinistra ombra sulla cultura pop di tutto il mondo.

Anche Charlie Says, il film di Mary Harron presentato allo scorso Festival del Cinema di Venezia e previsto in uscita nelle sale americane il prossimo 10 maggio, parla di quel terribile avvenimento, in maniera assai più diretta di quanto fatto da Tarantino, che lo usa come uno sfondo.
La Harron, nota soprattutto per essere stata la regista di American Psycho, invece lo affronta direttamente, raccontando la storia dal punto di vista delle ragazze cadute sotto l'influenza di Manson e autrici materiali degli omicidi: Leslie Van Houten, Patricia Krenwinkel e Susan Atkins, interpretate rispettivamente da Hannah Murray, Sosie Bacon e Marianne Rendón.
Merritt Wever, invece, è Karlene Faith, la giovane donna che, in carcere, ebbe il compito di far rinsavire e ribilitare le tre, mentre il Dottor Who della televisione, Matt Smith, è qui un ovviamente barbuto e magnetico Charles Manson.
Vediamoli tutti nel primo trailer del film, che è stato ispirato dal libro della stessa Faith intitolato "Life Beyond the Cult. The Long Prison Journey of Leslie Van Houten", e il controverso romanzo del 1971 di Ed Sanders sugli omicidi della Manson Family.



Federico Gironi
  • Critico e giornalista cinematografico
  • Programmatore di festival
Schede di riferimento
Lascia un Commento