Caos Superman: cosa succederà nel dopo Henry Cavill?

- Google+
59
Caos Superman: cosa succederà nel dopo Henry Cavill?

Com'era prevedibile, la notizia dell'addio di Henry Cavill al costume di Superman che vi abbiamo riportato ieri, ha provocato in giro per il mondo un terremoto di reazioni, voci e speculazioni.
Ad esempio, fonti anonime interne alla Warner danno per certo l'interesse degli executive dello Studio hollywoodiano per Michael B. Jordan come sostituto di Cavill: il che significherebbe il compimento un passo storico e perfettamente in linea coi nostri tempi, con il primo Superman afroamericano del grande schermo (nei fumetti c'è già stato Calvin Ellis, che è sia Superman che Presidente degli USA; figuratevi un po').
Nel frattempo arriva, via intervista nel web magazine In Depth With Graham Bensinger, una sorta di autocandidatura di Jon Hamm, che fin dai tempi di Mad Men era stato giustamente identificato come un perfetto Clark Kent, e come il suo supereroico alter-ego. Certo, "dipenderebbe dal copione," dice l'attore. Dal copione e da molti altri fattori, aggiungiamo noi.

Vagamente spiazzante, ma tutto sommato di prammatica, arriva poi un comunicato della Warner Bros. nel quale si dice, sostanzialmente, che nulla è ancora ufficialmente deciso riguardo la collaborazione tra lo Studio e Henry Cavill, e che lascia quindi socchiusa la porta a eventuali ripensamenti dell'attore inglese. E in effetti anche Dany Garcia, manager dell'attore, invita via Twitter a non correre a facili conclusioni.

In questa caotica situazione, una delle poche certezze sembra essere che in casa Warner, in questo momento, Superman viene dopo Supergirl: sul lungometraggio dedicato a questa supereroina, infatti, sono concentrati tutti gli sforzi dei vari dirigenti e produttori, nonché quelli dello sceneggiatore incaricato, Oren Uziel.
Per cavalcare al meglio il #MeToo e tutte le altre varie correnti neo-femministe.



Lascia un Commento
Lascia un Commento