News Cinema

Brimstone: tutto sul controverso e violento western con Dakota Fanning e Guy Pearce

8

Presentato in concorso al Festival di Venezia 2016, dove ha sollevato mille polemiche, Brimstone, diretto da Martin Koolhoven, è un film dalle ambientazioni western che raccontano una storia sadica e crudele coi toni del thriller e dell'horror.

Brimstone: tutto sul controverso e violento western con Dakota Fanning e Guy Pearce

Scritto e diretto dal regista olandese Martin Koolhoven, Brimstone è un film dalle ambientazioni western che è stato presentato in prima mondiale in concorso al Festival di Venezia del 2016, suscitando numerose polemiche per la storia violenta che racconta e i modi in cui la mette in scena.

La trama e il trailer ufficiale di Brimstone

La protagonista di Brimstone è una giovane donna di nome Liz, un'ostetrica che un'ostetrica che comunica attraverso il linguaggio dei segni e vive nel vecchio West con il marito e i due figli. In fuga da un terribile passato, se lo ritrova di fronte quando un nuovo, severo reverendo (di nome Preacher) arriva in città: quell'uomo è lì per lei, è lì per punirla, accecato da un delirio che chiama giustizia divina e che si ammanta delle metafore più crudeli del vecchio testamento. Ha già spinto sua madre al suicidio, e ora minaccia sua figlia.  
La storia di Brimstone viene raccontata in quattro capitoli (Rivelazione, Genesi, Esodo e Retribuzione) che raccontano la storia di Liz in maniera non cronologica. Seguendo la cronologia degli eventi, l'ordine dei capitoli sarebbe Genesi, Esodo, Rivelazione e Retribuzione.

trailer

Il Cast del film: Dakota Fanning, Guy Pearce e gli altri protagonisti di Brimstone

Protagonista di Brimstone, nel ruolo di Liz, è Dakota Fanning, la giovane attrice americana - sorella di Elle - divenuta famosissima ancora bambina con le sue interpretazioni in film come Mi chiamo Sam, Man on Fire, La guerra dei mondi e La tela di Carlotta.
Il terribile Reverendo Preacher è invece interpretato da Guy Pearce, l'attore australiano (qui costretto dalle esigenze del copione a simulare un forte accento olandese) noto per film come Memento, The Hurt Locker, Animal Kingdom e Prometheus.
Realmente olandese, invece, è Carice van Houten (in Brimstone la madre di Liz), l'attrice lanciata alla ribalta internazionale da Paul Verhoeven, che la volle come protagonista di Black Book, e divenuta famosissima grazie al ruolo della sacerdotessa Melisandre nella serie tv Il Trono di Spade, la stessa in cui Kit Harington, che in questo film è un personaggio di nome Samuel, che ha un ruolo importante nel capitolo intitolato "Genesi", interpreta Jon Snow.
Al posto di Dakota Fanning e Kit Harington, Mia Wasikowska e Robert Pattinson avrebbero dovuto recitare nel film nei ruoli di Liz e Samuel, ma hanno rinunciato al film poco prima dell'inizio delle riprese; nel 2017 Pattinson ha dichiarato di essersi pentito di quella decisione.
Sul set di Brimstone, a dispetto della storia raccontata, è scoppiato l'amore tra Carice van Houten e Guy Pearce, che da allora fanno coppia e che hanno fatto un figlio nato pochi giorni prima della presentazione del film a Venezia.

Brimstone: il box office e la critica

Il film di Martin Koolhoven è stato un grande successo commerciale in patria, ed è stato venduto in 80 altri paesi, facendolo così risultare il film olandese più venduto all'estero di sempre. Ha vinto anche sei Golden Calf, equivalente olandese dei nostri David di Donatello, come miglior film, regista, fotografia, scenografia, sonoro e musiche (firmate dal celebre musicista olandese Junkie XL, che per il cinema ha firmato numerosissime colonne sonore di film hollywoodiani) , stabilendo un nuovo record di vittorie.
All'estero Brimstone ha avuto un successo più tiepido: sull'aggregatore Rotten Tomatoes, su 75 recensioni americane e inglesi prese in considerazione, il film ha solo un 41% di valutazioni positive.
I critici che non hanno apprezzato il film, in linea di massima, non l'hanno fatto per la qualità produttiva e la recitazione, che sono oggettivamente di buon livello, ma per il sadismo compiaciuto col quale Koolhoven mette in scena immagini di radicale violenza, stupri e fustigazioni.

Leggi anche Leggi la nostra recensione di Brimstone

Brimstone: temi, location e ispirazioni

Fanatismo religioso e violenza maschile sulle donne sono i principali temi del film di Koolhoven, che aveva investito personalmente buona parte dei suoi averi per riuscire a realizzarlo, e che, per via di una complessa storia produttiva, ha rischiato di perdere tutto poco prima che invece la produzione prendesse il via.
Brimstone è stato girato in Ungheria, Austria, Germania e in Spagna, dove Koolhoven ha potuto utilizzare la location dell'Almeria rese celebri dai film di uno dei suoi registi preferiti, Sergio Leone. Tra le ispirazioni per lo stile del film, infatti, il regista olandese ha più volte citato C'era una volta il West, ma anche La morte corre sul fiume.
Proprio per il suo grande amore per il cinema di Leone, Koolhoven ha dichiarato che il premio più gradito ricevuto dal suo film è stato quello come miglior western all'Almeria Western Film Festival, anche perché il premio gli venne consegnato proprio dalla Claudia Cardinale che è stata protagonista di C'era una volta nel West.

Il poster di Brimstone

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming