Schede di riferimento
News Cinema

Blue Valentine, il film di Derek Cianfrance presentato in Un Certain Regard

La fine di un amore. Dolorosa, come è inevitabile che sia. È questo che racconta la riuscita opera prima del giovane Derek Cianfrance, anche co-autore della sceneggiatura.

Blue Valentine, il film di Derek Cianfrance presentato in Un Certain Regard

Blue Valentine, il film di Derek Cianfrance presentato in Un Certain Regard


La fine di un amore. Dolorosa, come è inevitabile che sia. È questo che racconta la riuscita opera prima del giovane Derek Cianfrance, anche co-autore della sceneggiatura.
Blue Valentine parte da un presente di crisi oramai irreversibile, intervallando il racconto di questo difficile momento con squarci provenienti da quel passato che ha visto un amore nascere in maniera quasi casuale ma sincera, e cementato da eventi più grandi di lui.

Un amore, appunto, non l’Amore. Perché Cianfrance ha in primissima battuta il grande merito di raccontare con il suo film una vicenda singolare e uguale solo a sé stessa, senza farsi attirare delle sirene della generalizzazione di un messaggio che abbia i connotati della predica o della lezione di vita. E così facendo riesce nel raccontare una storia che, per contrasto, riesce a essere universale nella sua specificità di eventi e momenti.

Il regista si concentra totalmente sui due protagonisti Dean e Cindy (interpretati da due garanzie come Ryan Gosling e Michelle Williams), senza schierarsi, senza attribuire colpe o dando giudizi moralisti. E racconta (o fa raccontare) le loro gioie e i loro dolori con ammirevole pudore, standogli addosso ma a distanza, catturandone i piccoli gesti e i silenziosi terremoti emotivi senza mai cedere alla tentazione di scivolare nelle facili scene da melodramma. E, ancora una volta per contrasto, tanto più le emozioni sono trattenute o mostrate con misura, tanto più sono comunicate con diretta efficacia nella loro dirompenza.

Di contrasti poi Blue Valentine vive anche nella sua struttura narrativa, com’è ovvio che sia, ma anche in quella formale, con l’azzeccata scelta di utilizzare il 16mm per raccontare il passato e un digitale ad alta definizione per il presente: sincero calore nostalgico da un lato, fredda pulizia e inquietante chiarezza dall’altro.

Non c’è pessimismo né valutazione, nel film di Cianfrance. E quando la crepa di un rapporto si trasforma nella frattura della separazione definitiva, ecco che il dolore ritratto si accompagna ad una sensazione di naturale inevitabilità del fluire della vita (di due vite) che forse non ne attutisce il colpo ma ne aiuta, in prospettiva, l’assorbimento.


  • Critico e giornalista cinematografico
  • Programmatore di festival
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming