Avengers Endgame, Robert Downey Jr. non voleva pronunciare un'importante battuta

-
214
Avengers Endgame, Robert Downey Jr. non voleva pronunciare un'importante battuta

A questo punto diamo per scontato che abbiate visto Avengers Endgame, o siate rassegnati a ogni eventuale spoiler dopo che gli stessi registi Joe & Anthony Russo li hanno legittimati da ieri lunedì 6 maggio. Non proseguite se vi siete persi questo avviso.
Nella battaglia finale di Avengers Endgame, sapete che l'ultima battuta di Tony Stark, nonché immaginiamo l'ultima battuta di Robert Downey Jr. nel Marvel Cinematic Universe, è: "Io sono Iron Man". Sembra incredibile, però una frase così significativa non era stata prevista in sceneggiatura e inizialmente non è stata nemmeno girata. Solo al montaggio i fratelli Russo hanno realizzato che mancava qualcosa, come hanno raccontato a ReelBlend, aggiungendo una chicca romantica che sicuramente colpirà i fan.

"Stavamo montando il film, lavorando su quella sequenza. Thanos dice: 'Sono ineluttabile'. E abbiamo pensato: ci vuole una risposta. Qual è la risposta? E il nostro montatore fa: che ne dite di 'Io sono Iron Man'? E noi: eccola!"
"Eravamo a cena con Robert e lui ci fa: 'Non so, non vorrei ritornare in quella situazione emotiva, mi ci vorrebbe... sarebbe dura.' Per un colpo di fortuna, il produttore Joel Silver era alla stessa cena. E' un vecchio amico di Robert. Joel s'intromette e dice: 'Robert, ma che dici? E' la battuta più bella che abbia mai sentito! La devi dire! Devi farlo per forza!" Insomma, grazie a Dio Joel Silver era a quella cena, perché ci ha aiutato a convincere Robert a recitare la battuta."
"Abbiamo girato l'inquadratura in uno studio a Los Angeles chiamato Raleigh Studios. Il teatro di posa in cui l'abbiamo girata era adiacente a quello in cui Robert Downey Jr. fece il provino per Iron Man!"



Domenico Misciagna
  • Giornalista specializzato in audiovisivi
  • Autore di "La stirpe di Topolino"
Lascia un Commento
Schede di riferimento
Lascia un Commento