News Cinema

André the Giant: il trailer del documentario HBO sul leggendario wrestler francese

263

Se non conoscete la storia di quell'uomo enorme, non perdetelo.

André the Giant: il trailer del documentario HBO sul leggendario wrestler francese

Per raccontare la storia di un gigante - letteralmente - come André the Giant, non bastava la sola HBO. La divisione sportiva del canale via cavo statunitense ha infatti unito le forze con la WWE e il Bill Simmons Media Group per realizzare un documentario su di una delle più grandi leggende del wrestling di tutti i tempi.
Prodotto esecutivamente da Bill Simmons (che ha fondato il sito The Ringer, che mescola cultura pop e sport), e diretto da Jason Hehir, il documentario - intitolato semplicemente André the Giant, della durata di un'ora e venticinque minuti -  verrà trasmesso da HBO il prossimo 10 aprile.

Nato col nome di André René Roussimoff il 19 maggio del 1946 a Grenoble, in Francia, The Giant era affetto da acromegalia, e già a 12 anni era alto più di un metro e novanta e sfiorava i cento chili di peso (arriverà poi, in età adulta, a 2 metri e 24 centimetri per 240 chili). La leggenda vuole che, troppo grosso per entrare nello scuolabus con gli altri bambini, André veniva portato a scuola da un signore inglese che abitava in una casa di campagna lì vicino, ristrutturata da suo padre Boris: il signore in questione si chiamava Samuel Beckett.
Dopo aver tentato la strada dell'agricoltura e del lavoro il fabbrica, André, nemmeno 18enne, si trasferì a Parigi deciso a sfruttare quella sua taglia eccezionale, e cominciò così la sua carriera nel wrestling: e così, dopo tappe in tutto il mondo, compreso il Giappone, arrivò negli Stati Uniti, dove nel 1972 fu notato dall'uomo che gli diede il soprannome con cui divenne noto in tutto il mondo, Vince McMahon Sr..
André the Giant divenne in pochissimo tempo uno dei lottatori "buoni" più amati dal pubblico, e uno dei wrestler più famosi di tutto il mondo negli anni Settanta e Ottanta: tornò anche in Giappone, dove divennero leggendari i suoi incontri con Antonio Inoki e con Killer Kahn, mentre negli USA i suoi più celebri rivali furono Big John Studd, King Kong Bundy e Hulk Hogan, solo per citarne alcuni.
L'acromegalia però è una malattia, e la taglia sproporzionata del corpo crea problemi al cuore e agli organi interni di chi ne è affetto. André aveva poi numerosi problemi alla schiena (venne operato più volte) e complicava la sua situazione con la sua passione per il bere: diverse testimonianze parlano di serate in cui il gigante superava tranquillamente le 100 birre, arrivando a superare quota 150.
La combinazione tra la sua malattia, gli stress fisici del wrestling e alcuni eccessi nello stile dii vita sregolato risultò fatale per questo gigante buono e affabile: il 27 gennaio del 1993 fu stroncato nel sonno da un infarto mentre dormiva in una camera d'albergo parigina. Era tornato in Francia pochi giorni prima, per il funerale di suo padre.
André the Giant fu più di un lottatore, ma una vera e propria icona della cultura popolare di qegli anni, come testimoniano anche i ruoli da attore nel telefilm L'uomo da sei milioni di dollari o in film come Conan il distruttore, Micki & Maude ma soprattutto La storia fantastica, il film di Rob Reiner in cui interpretava Fezzig: un gigante buono, proprio come era lui.
Oggi il volto di André the Giant sopravvive nell'icona del brand Obey, creato dall'artista Shepard Fairey.



Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming