Schede di riferimento
News Cinema

Amazing Grace: recensione del film concerto su una delle più grandi esibizioni di Aretha Franklin

21

Vede la luce dopo 46 anni, presentato al Festival di Berlino 2019, è un trascinante omaggio della cantante al gospel.

Amazing Grace: recensione del film concerto su una delle più grandi esibizioni di Aretha Franklin

Ci sono voluti 46 anni perché Amazing Grace, il ritorno a casa di Aretha Franklin, alle canzoni gospel della sua infanzia segnata dalla chiesa e dalla musica, potesse essere portato a compimento come un document(ari)o di storia musicale americano di grande valore. Nel 1972, Aretha Franklin era la regina incontrastata del soul, la più grande cantante della musica americana. Aveva già al suo attivo singoli diventati iconici nella sua interpretazione come Respect, I Say a Little Prayer, (You Make Me Feel Like a) Natural Woman e molte altre.
Nel gennaio si esibì in due serate di performance gospel, con il reverendo James Cleveland e il Southern California Community Choir, nella New Temple Missionary Baptist Church di Watts, Los Angeles. La registrazione di quella che per molti è stata la più grande esibizione della carriera della Franklin, è diventata il suo album più venduto, nonché il più grande successo gospel di sempre.

Quello però che per molti anni è stato poco noto, è che la Warner, convinta dal grande successo del film concerto di Woodstock, costato 100 mila dollari di diritti per un incasso vicino ai 20 milioni, decise di organizzare una registrazione anche video dell’evento. Dopo una prima idea di affidare le riprese a una troupe esperta di documentario dal vivo, fu Sydney Pollack a farsi avanti da grande appassionato della Franklin. Ottenne il lavoro di dirigere le riprese, dall’alto delle nove nomination all’Oscar per Non si uccidono così anche i cavalli? e il suo impegno in quei mesi con la Warner per Corvo rosso non avrai il mio scalpo.
Per uno degli scherzi del destino, o meglio per una cialtroneria di chi non pensò di portare un ciak per sincronizzare l’audio, il bel materiali ripreso da cinque macchine da presa rimase inutilizzabile, nonostante gli sforzi di trovare il modo per rendere montabile il film.

Il girato è rimasto quindi per quarant’anni nei cassetti della Warner, fino a che Pollack, poco prima di morire nel 2008, aveva sollevato la questione augurandosi di poter recuperare il materiale grazie alle maggiori possibilità tecnologiche di oggi. Per farlo si è attivato un gruppo di lavoro guidato da Alan Elliott, che firma ora il film come realizzatore e produttore.
Un lavoro di archeologia dell’audiovisivo, verrebbe da dire, che riporta alla luce il materiale dandogli una forma finale rispettosa del materiale di partenza, senza interviste o voce fuori campo. È semplicemente la ripresa filmata di uno dei più grandi concerti di Aretha Franklin, un vero making of di Amazing Grace, con la partecipazione del padre, C.L. Franklin, uno dei maggiori predicatori e animatori gospel, voce straordinaria, amico e collega di Martin Luther King, spesso in giro per gli Stati Uniti con il suo spettacolo gospel che ha presto coinvolto anche la figlia adolescente, appena diventata sufficientemente alta da spuntare oltre il pulpito. Aretha imparò dalle più grandi interpreti di musica sacra, come Clara Ward o Mahalia Jackson.

Le due serate di Los Angeles furono proprio un omaggio a quegli anni formativi, alla musica di chiesa che le ha permesso di sbocciare come una delle cantanti più incredibili del XX secolo. Nel pubblico si possono intravedere artisti gospel, ma anche Mick Jagger e Charlie Watts dei Rolling Stones, che erano in città in quei giorni per registrare l’album Exile On Main Street.

Come non fossero bastati tutti i problemi produttivi del film, nei mesi scorsi, dopo la presentazione in un festival a New York, prima della presentazione alla Berlinale, sono sorti ulteriori problemi con gli eredi della Franklin. Ora sembra tutto risolto, per fortuna, per dar modo a tutti gli appassionati, ma anche ai neofiti che avranno la voglia e la pazienza di avvicinarsi a uno spettacolo trascinante, fra formule religiose, invocazioni mistiche e una delle voci più cristalline della storia della musica. Il piede non rimarrà fermo, questo è certo, e i brividi non mancheranno.

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming