Aladdin parte in quarta anche negli USA, con 86 milioni di dollari nel weekend e già 207 nel mondo

-
Share
Aladdin parte in quarta anche negli USA, con 86 milioni di dollari nel weekend e già 207 nel mondo

Non solo il remake di Aladdin è primo al boxoffice italiano del weekend, ma il film Disney è partito molto bene anche negli States, con oltre 86 milioni di dollari incassati nei primi tre giorni, e si prevede sfondi il tetto dei 100 al termine del fine settimana americano, allungato dal Memorial Day di oggi. Il lungometraggio di Guy Ritchie è costato sui 180 milioni di dollari, quindi per rientrare deve portarne a casa almeno 360-400, cosa che ci appare a questo punto praticamente certa, visto che nel mondo finora ha registrato già 207 milioni.

Non era scontato, perché due recenti riproposte come Il ritorno di Mary Poppins e Dumbo si sono fermate rispettivamente a 348 e 349 milioni di dollari. Sembrerebbe che ci sia molto più interesse, da parte degli attuali trenta-quarantenni con famiglia, a rivivere gli anni Novanta, non i classici Disney in generale: il remake della Bella e la Bestia dopotutto registrò nel mondo 1.263.000.000! Chiaramente, ci sono delle eccezioni, perché anche Il libro della giungla di Jon Favreau (a nostro modesto parere la riproposta più convincente finora) toccò i 966.000.000.
Di certo la performance del remake del Re Leone, in arrivo nelle nostre sale il 21 agosto, ci aiuterà a inquadrare meglio la tendenza generale, ammesso che ne esista una.

Per quanto riguarda gli altri contendenti del boxoffice internazionale, John Wick 3 al momento ha toccato quota 175 milioni (su 75 di costo), Avengers Endgame tallona Avatar con 2.677.000.000 (!!!) e Pokémon Detective Pikachu si fa forte dei suoi buoni 353 milioni (su budget di 150). 



Domenico Misciagna
  • Giornalista specializzato in audiovisivi
  • Autore di "La stirpe di Topolino"
Lascia un Commento
Schede di riferimento
Lascia un Commento