Aladdin, il regista Guy Ritchie ci spiega la sua versione del pappagallo Iago

-
111
Aladdin, il regista Guy Ritchie ci spiega la sua versione del pappagallo Iago

Se avete già visto la nuova versione di Aladdin della Disney, avrete notato che il pappagallo tirapiedi di Jafar, il mitico Iago animato da Will Finn nell'Aladdin originale, ha un ruolo più contenuto e una caratterizzazione più blanda e relativamente "realistica". Il personaggio era uno dei preferiti dei fan, ma il regista Guy Ritchie, in un'intervista con Cinemablend, ha spiegato le ragioni di questa metamorfosi.

"E' forte vedere che in una produzione animata puoi permetterti cose che nel live action non puoi fare. Anche se mantieni i tappeti magici e i geni blu che escono dalle bottiglie, un legame con la realtà lo devi avere. Ed è dura se hai un pappagallo con paragrafi interi di dialogo. In un qualche modo non suona bene in una produzione dal vero.[...]

C'era un equilibrio da trovare, fra l'animazione e l'articolazione dei veri animali e l'esagerazione che ti faceva sbottare: aspetta, questo è cinema dal vero! Come ho detto prima, parliamo di desideri e geni, eppure la tua mente accetta solo una certa quantità di fantasia prima di considerarla un'assurdità."


Domenico Misciagna
  • Giornalista specializzato in audiovisivi
  • Autore di "La stirpe di Topolino"
Lascia un Commento
Schede di riferimento
Lascia un Commento