After, l'importanza di Cime Tempestose per Anna Todd

-
Share
After, l'importanza di Cime Tempestose per Anna Todd

Mentre After in sala registra grandi numeri al boxoffice nostrano, vale la pena concentrarsi per un attimo su un romanzo che viene citato e ha avuto un'enorme importanza per Anna Todd, l'autrice di After: parliamo, come tutti i fan sapranno, di Cime tempestose, pubblicato nel 1847 in piena epoca romantica da Emily Brontë. Sorella della Charlotte Brontë di Jane Eyre e della Anne Brontë di Agnes Grey, Emily scrisse solo questo libro, morendo poco dopo la sua pubblicazione nel 1848, ad appena 30 anni.
In un'intervista a Cosmopolitan, Anna Todd ha dichiarato: "La maggior parte dei miei compagni di scuola dicevano che era terribile, ma io mi ci appassionai tantissimo, l'ho adorato" (al punto che la copia usata nel film è la sua!). La storia di Cime Tempestose racconta di un trovatello, Heathcliff, che viene accolto nella famiglia Earnshaw e si innamora crescendo di Catherine. Lei gli preferirà Edgar: nonostante Edgar sposi Catherine, la rivalità tra lui e Heathcliff avvelena l'esistenza di tutti. L'originalità del romanzo era nel suo essere narrato non in ordine cronologico, con una struttura molto moderna, inserita inoltre parzialmente in un flashback: la vicenda è infatti narrata dalla governante Nelly al nuovo affittuario di una tenuta vicino alla fatidica fattoria chiamata appunto "Cime tempestose".
Il romanzo è stato adattato diverse volte per il grande e piccolo schermo: i più famosi sono La voce nella tempesta (1939) di William Wyler con Laurence Olivier, Merle Oberon e David Niven, il Cime tempestose (1954) di Luis Buñuel e il Cime Tempestose (1992) con Ralph Fiennes e Juliette Binoche. Da segnalare anche l'ultimo Wuthering Heights del 2011, trampolino di lancio per Kaya Scodelario (nella foto in alto, a sinistra).



Domenico Misciagna
  • Giornalista specializzato in audiovisivi
  • Autore di "La stirpe di Topolino"
Lascia un Commento
Lascia un Commento