News Cinema

Adèle Haenel accusa un regista di averla molestata a 12 anni

11

Varie testimonianze appoggiano la versione dell’attrice, testimoniata al sito Mediapart

Adèle Haenel accusa un regista di averla molestata a 12 anni

L’attrice francese Adèle Haenel ha accusato il regista Christophe Ruggia di averla molestata sessualmente. Una nuova voce che scuote il mondo del cinema transalpino, rilanciata in un’inchiesta dal sito Mediapart, in cui si parla di comportamenti insistiti, durati dal 2001 al 2004, da quando l’attrice aveva 12 anni ai 15. La Haenel venne scelta da Ruggia per recitare nel suo secondo film, Les diables, finora considerato il trampolino di lancio per la carriera di quella che oggi è una delle interpreti più convincenti del cinema francese, come conferma in Portrait de la jeune fille en feu, premiato a Cannes. 

Le dichiarazioni rilasciate ora parlano di un’esperienza per lei drammatica. “Palpeggiamenti sulle cosce e il petto”, “baci forzati sul collo”, “una molestia sessuale permanente”, da parte del regista. Sono queste le gravi accuse che l’attrice ha confidato qualche mese fa, per l’esattezza ad aprile, prima di sottoporsi quindi allo stress di tre film da presentare a Cannes, al sito specializzato in inchieste MediapartLa decisione di parlare, dopo tanti anni di sofferto silenzio, è arrivata dopo la visione del controverso documentari Leaving Neverland, atto d’accusa sul presunto comportamento pedofilo di Michael Jackson. “Mi ha fatto cambiare la prospettiva su quello che avevo vissuto”, ha precisato la Haenel, “perché mi ero sempre forzata di pensare che fosse stata una storia d’amore senza reciprocità. Avevo aderito alla sua favola del ‘noi non siamo uguali, gli altri non potrebbero capirlo’. Poi ci sono voluti quegli anni perché potessi parlare di queste cose, senza farne un dramma assoluto. È per questo che avviene solo ora”.

Nel corso degli ultimi sette mesi Mediapart ha condotto un’accurata indagine, raccogliendo le testimonianze delle persone presenti sul set di Les Diables. “Era fisico, la toccava, metteva le braccia attorno sue spalle, ogni tanto le dava dei baci”, ha detto ad esempio la coach che seguiva gli attori, Hélène Seretti. “Fra di noi ci dicevamo che c’era qualcosa di poco normale, si dice spesso dei registi che devono innamorarsi delle loro attrici, ma Adèle aveva dodici anni”, secondo il direttore di produzione Dexter Cramaix, “il rapporto che intrattenevano Christophe e Adèle non era normale, si aveva l’impressione che fosse la sua fidanzata.”

La risposta di Ruggia, attraverso i suoi avvocati, è un rifiuto totale di queste accuse, non rispondendo però specificamente alle domande di Mediapart. Si è accontentato di dire: “Mi avete fatto pervenire questa notte in sedici punti un questionario fiume su quale fosse la relazione professionale e affettiva che ho intrattenuto, più di quindici anni fa, con Adèle Haenel, di cui sono stato lo scopritore del suo grande talento. La versione, sistematicamente tendenziosa, inesatta, romanzata, talvolta calunniosa che mi avete indirizzato non mi permette di rispondervi”.

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
  • critico e giornalista cinematografico
  • intervistatore seriale non pentito
Suggerisci una correzione per l'articolo