News Cinema

27 volte in bianco: quando Katherine Heigl doveva diventare la nuova Meg Ryan ma rovinò tutto

56

Correva l'anno 2008 e la Izzie di Grey's Anatomy era a un passo dal compiere i due clamorosi errori che per un po' l'avrebbero resa persona non grata.

27 volte in bianco: quando Katherine Heigl doveva diventare la nuova Meg Ryan ma rovinò tutto

Negli Stati Uniti, molto più che in Europa, moltissime commedie affrontano l'argomento matrimonio, anzi c'è addirittura un sottogenere dedicato non solo agli eventi che portano una coppia a giurarsi di restare insieme in ricchezza e povertà e in salute e malattia, ma anche ai preparativi per le nozze, alla cerimonia, alle wedding planner, ai testimoni e, ovviamente, alle damigelle d'onore, le cosiddette bridesmaid.
A quest'ultima categoria, solitamente punita con abiti color celeste, verde acqua o rosa confetto, appartiene la protagonista di 27 volte in bianco, una ragazza di nome Jane che è convinta che anche lei prima o poi incontrerà il principe azzurro. In realtà crede di averlo già conosciuto, nella persona del suo capo, ma quando l'uomo si innamora non di lei ma di sua sorella, la poverina entra in crisi. 

Diretto da Anne Fletcher, il cui ultimo film è la teen comedy targata Netflix Dumplin', 27 volte in bianco ha come interprete principale, accanto a James Marsden e a Malin Akerman, Katherine Heigl. All'epoca del nostro film, l'attrice era quasi assurta al rango di diva, soprattutto grazie al personaggio di Izzie Stevens interpretato in Grey's Anatomy, e qualcuno andava dicendo che Hollywood aveva finalmente trovato una nuova Meg Ryan. Non era vero. L'attrice ebbe la malaugurata idea di farsi terra bruciata intorno, rischiando di finire nel dimenticatoio. L'ultima volta che vi abbiamo parlato di lei è stato a proposito della nuova serie Netflix Firefly Lane. Ora lo facciamo di nuovo, alzando il sipario su una "commedia" finita male.

Quando tutto filava liscio per Katherine Heigl

Prima di entrare a far parte del cast del medical drama Grey's Anatomy, Katherine Heigl aveva una decorosa carriera alle spalle. Non aveva certo "incontrato" il cinema d'autore, ma si era fatta notare in Trappola sulle montagne rocciose, La sposa di Chucky, 100 ragazze e Descendant. Quando l'onnipotente Shonda Rhimes la volle come interprete della dolce Izzie Stevens, innamorata prima del cardiopatico Danny e poi di George O'Malley e di Alex Karev, il mondo si accorse di lei e in battibaleno divenne una star. Il pubblico faceva il tifo per il suo personaggio e ben presto i produttori di film cominciarono a guardarla con occhio diverso. Fu così che nel 2007, Judd Apatow la affiancò a Seth Rogen nella commedia Molto incinta. Il film registrò un discreto incasso e, nonostante qualcuno lamentasse l'inesistente chimica fra la Heigl e Rogen, l'attrice diventò una nuova fidanzatina d'America e fu scelta come protagonista femminile di altre due commedie sentimentali ma non troppo: la nostra 27 volte in bianco e La dura verità di Robert Luketic, in cui Katherine finiva per invaghirsi di Gerard Butler. Quando quest'ultimo film uscì, correva l'anno 2009, e Katherine Heigl aveva già combinato il disastro che l'avrebbe alienata per anni all'industria dell'intrattenimento.

Il 2008, anno di due errori madornali

Nel 2008, durante un'intervista rilasciata a Vanity Fair, Katherine Heigl parlò a lungo di Molto incinta definendolo "un po’ sessista". Dichiarò inoltre: "Il film dipinge le donne come bisbetiche prive di senso dell'umorismo e rigide, mentre gli uomini appaiono adorabili, buffi e divertenti". Seth Rogen non gradì i commenti della sua ex compagna di set. Affermò di essersi sentito tradito, anche se poi ammise di aver perdonato la Heigl. La quale Heigl proprio non resistette alla perfida tentazione di sputare in un piatto nel quale aveva mangiato per anni. Dopo aver vinto un Emmy Award nel 2007 per la sua performance in Grey's Anatomy, l'attrice cominciò a trovare insulso il copione del medical drama, tanto che nel 2008 si escluse dalla tenzone per l'Emmy Award, dichiarando che la Izzie della quarta stagione, a cui trama e dialoghi non rendevano giustizia, non meritava un riconoscimento tanto importante. Shonda Rhimes non disse nulla, salvo poi parlare in termini non lusinghieri della Heigl durante la trasmissione di Oprah Winfrey.
Tornando a Judd Apatow, nel 2009 disse, a proposito del commento dell'autrice su Molto incinta e parlando di una sequenza di La dura verità nella quale il personaggio di Katherine cenava seduta al tavolo di un elegante ristorante con un ovetto vibrante nascosto nelle parti intime: "Ho saputo che c'è una scena in cui là sotto ha un vibratore, voglio proprio vedere se è una degna celebrazione delle donne".

Katherine Heigl dopo le gaffe

Nonostante i suoi capricci, Katherine Heigl continuò a lavorare ancora per qualche tempo. Al cinema recitò in Killers e Tre all'improvviso, che non ebbero certo il seguito dei suoi film precedenti. Di lì a poco l'attrice fece arrabbiare il simpatico e paziente Garry Marshall, che l'aveva voluta in Capodanno a New York, pretendendo un cospicuo aumento del salario.
Intanto la bufera sul set di Grey's Anatomy non accennava a diminuire. Nel 2010 l'attrice iniziò a non presentarsi al lavoro e la signora Rhimes, in tutta risposta, stracciò il suo contratto in mille pezzettini. Era furiosa, e quando raccontò della sua nuova serie Scandal a un giornalista di The Hollywood Reporter, disse: "Non ci sono né stronzi né Heigl".
L'uscita dalla popolarissima serie etichettò definitivamente Katherine Heigl come persona non grata, e i film che seguirono (One for the Money, Jackie & Ryan, Home Sweet Hell e Jenny's Wedding) non sono certo fra i più memorabili della storia del cinema.

Pentimenti e resurrezioni

Nel 2016, durante un'intervista, Katherine Heigl tornò sull'argomento Grey's Anatomy, dicendo di essere andata da Shonda Rhimes e di averle chiesto scusa per il suo indegno comportamento, e minimizzando sul suo discorso riguardante il famoso Emmy disdegnato. Il buon Dio o chi per lui deve aver letto l'intervista, e infatti nel 2017 l'attrice è entrata a far parte del cast della serie Doubt, che però è stata cancellata quasi subito. L'anno seguente è arrivata Suits, che ha avuto più fortuna. Adesso, come già detto, è la volta di Firefly Lane, di cui potete leggere qualcosa nell'articolo Katherine Heigl protagonista di Firefly Lane su Netflix.



  • Giornalista specializzata in interviste
  • Appassionata di cinema italiano e commedie sentimentali
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming