News Cinema

25 anni senza Ugo Tognazzi, il ricordo della figlia Maria Sole

99

Uno dei migliori interpreti in assoluto della commedia italiana.


La madre lo avrebbe voluto sacerdote, il padre violinista. Lui però non aveva molta voglia di studiare, né riusciva a vedersi in una vita inquadrata e regolare. Dall'esordio ufficiale del 1939 sul palcoscenico del Dopolavoro Ferroviario di Cremona (dove nacque il 23 marzo 1922), Ugo Tognazzi macinò copioni di ogni genere, teatrali, d'avanspettacolo, televisivi di fiction e varietà, pubblicitari, cinematografici. La commedia in Italia non avrebbe raggiunto il periodo d'oro se non ci fosse stato anche lui in quel ristrettissimo giro di grandi interpreti che il nostro paese ebbe la fortuna di possedere. Nella sua lunga carriera anche il Festival di Cannes lo premiò nel 1981 come miglior attore per il film La tragedia di un uomo ridicolo di Bernardo Bertolucci, nonostante i ricordi maggiormente impressi nella memoria degli italiani siano i duetti televisivi con Raimondo Vianello, la satira de I mostri (1963) con Vittorio Gassman, le bischerate di Amici miei (1975) e, naturalmente, il suo strepitoso Renato Baldi de Il vizietto (1978).

Ugo Tognazzi morì il 27 ottobre 1990. La figlia Maria Sole lo ricorda così:

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming