Interviste Cinema

Zanna Bianca, Toni Servillo: "E' letteratura che guarda dritto alla ferinità dell'esistenza"

7

L'attore era a Roma per presentare il film di animazione dove funge da voce narrante italiana.

Zanna Bianca, Toni Servillo: "E' letteratura che guarda dritto alla ferinità dell'esistenza"

La versione italiana del film di animazione Zanna Bianca, in uscita nelle nostre sale l'11 ottobre, vanta la voce narrante fuori campo di Toni Servillo, che abbiamo incontrato oggi a Roma. La voce di Servillo è presente soprattutto nella fase iniziale del racconto, quando vengono descritti i primi anni di vita del protagonista, ancora cucciolo. Un ruolo importante, perché si attiene meticolosamente al testo di Jack London, e perché Zanna Bianca non è il tipico cartoon in cui gli animali parlano o si comportano ammiccando agli esseri umani. "A volte l'eccesso di antropomorfizzazione dell'animale è veramente stucchevole", ci dice Servillo, "Qui gli animali sono animali, gli uomini sono uomini, due mondi che si incontrano, si scontrano ma restano distinti. C'è un destino comune che a volte li avvicina a volte li allontana."

Il romanzo di London, ben trasposto nel film, trascende le collocazioni. E' lecito leggerlo con gli occhi attuali come favola ecologica? "Il rapporto che ha London con la natura è impastato con la sua stessa vita, può capitare che la parola "ecologia" sia usata anche in modo superficiale. E' chiaro che noi, trovandoci oggi in una situazione piuttosto tragica dal punto di vista ecologico, possiamo trovare nel film un significato di quel tipo. Per me però la cosa più bella del paesaggio naturale è la sua poesia, naturalmente perdere questo paesaggio significherebbe perdere un aspetto importante della poesia della vita."

Quanto può essere superficiale ridurre un racconto così complesso e anche duro a "storia per ragazzi"? Servillo ha un punto di vista chiaro: "Siamo in presenza di un grande scrittore, ha scritto anche Martin Eden, che prescriverei a chiunque al compimento del 18° anno di età! Magari alcuni romanzi sono più adatti a una stagione della vita rispetto ad altri, ma le etichette riducono la statura di un artista. E allora Dickens? Può essere apprezzato da ragazzi, ma ha scritto romanzi straordinari, amatissimi anche da altri scrittori."

La passione di Servillo per l'autore americano ci sembra evidente, quindi gli domandiamo cosa abbia significato per lui: "London non è stato solo un grande scrittore, ma è anche un grande viatico per noi europei per la scoperta di tutta la letteratura americana, per lo meno lo è stato per me. Guardando in avanti ci sono Fitzgerald e Hemingway, è un diverso modo di guardare la realtà, trova un'espressione di linguaggio lontana da certi sofismi, certe ricercartezze pur straordinarie della letteratura europea. E' una letteratura che guarda dritto nella ferinità dell'esistenza."



  • Giornalista specializzato in audiovisivi
  • Autore di "La stirpe di Topolino"
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming