Interviste Cinema

Step Up 4 Revolution 3D - parlano i due talentuosi protagonisti

Ryan Guzman e Kathryn McCormick raccontano a Roma quanto si balla bene, anche per protestare

Step Up 4 Revolution 3D - parlano i due talentuosi protagonisti

Con il capitolo numero quattro, sempre in 3D, l'inarrestabile serie di Step Up si presenta a Roma con i suoi due protagonisti: Ryan Guzman e Kathryn McCormick.
Trascinante, studiato nel dettaglio, super coreografato e amplificato in ogni direzione, il film diretto dall'esordiente al cinema Scott Speer punta a stabilire il primato di spettacolarizzazione della danza.

Ci spostiamo a Miami dove Sean (Ryan Guzman) è a capo della crew "The Mob", un gruppo di artisti d'avanguardia che si esibisce in stupefancenti flash mob in giro per la città. Emily (Kathryn McCormick) invece è la figlia ribelle del magnate dell'edilizia che minaccia di radere al suolo il  quartiere di Sean. Dal loro incontro inizierà una perfetta sintonia, e la rivoluzione.
"E' vero che la serie di Step Up segue una formula ormai conosciuta, ma in questo capitolo la danza non solo si rende protagonista, rispetto alla storia d'amore, ma ha anche un valore collettivo e di protesta sociale. Non è il modo consueto di farsi sentire, ma forse è ancora più efficace", racconta Ryan.
Certamente sarebbe difficile prendere parte a una delle loro manifestazioni coreografate, un comune non ballerino si stropiccia gli occhi, si scatena con la fantasia e pensa "mi piacerebbe, ma non potrei mai riuscirci". Ma Ryan con beato ottimismo dice: "non bisogna giudicarsi con severità, io ho imparato a ballare per questo film, finora l'avevo fatto solo per divertimento, mentre Kathryn si è cimentata per la prima volta con la recitazione. Come tutto è un allenamento costante quello che serve, e avere il sano coraggio di lasciarsi andare".

Entrambi al debutto cinematografico, Ryan Guzman, modello, lottatore di arti marziali (e secondo rumors in lizza per il ruolo del miliardario in "Cinquanta sfumature di grigio") e Kathryn McCormick, ballerina fin da giovanissima e vincitrice del talent americano "So You Think You Can Dance", hanno preso parte ad un franchise consolidato, che propone ogni volta palchi diversi e molte più discipline. Il flash mob iniziale su Ocean Drive fa partire benissimo il film, ma il gran finale sembra sia la scena preferita anche dai due attori. "Indubbiamente è una sequenza complessa, eccitante e imprevedibile – dice Ryan. E amo in maniera particolare anche il duetto con Kathryn".
Mentre la sua bella partner risponde: "c'è una scena che abbiamo girato su una barca. Sono legata a quella perché è stata anche il mio provino per il film".

Ineviatabile vista la cornice, i giovani protagonisti e un'arte universale e comunicativa come la danza, parlare con loro di desideri e delle emozioni legate alla loro esperienza. Il sogno? Kathryn dice di viverlo ogni giorno, da quando si è trasferita a Los Angeles ha sperimentato molti stili diversi e recitare in Step Up ha dato un ulteriore scossone alla sua timidezza. "Abbiamo lavorato molto per trasmettere le stesse sensazioni al pubblico, farle trasparire con intensità proprio dal nostro modo di danzare".
Dicevamo un esordio sul grande schermo anche per Scott Speer che ha lavorato sui luoghi, le coreografie e l'azione, come fosse la sua personale sfida di ballo. "D'altra parte essendo tutti e tre alla prima esperienza cinematografica o facevamo un disastro oppure tiravamo fuori il meglio di noi, è' andata così fortunatamente, senza nessuna paura".

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming