Interviste Cinema

Stefano Accorsi e Andrea Carpenzano in Il Campione: "una storia d'amicizia sullo sfondo delicato e importante del calcio"

23

Il film, prodotto da Matteo Rovere e Sidney Sibilia, sarà nei cinema italiani dal 18 aprile distribuito da 01 Distribution.

Stefano Accorsi e Andrea Carpenzano in Il Campione: "una storia d'amicizia sullo sfondo delicato e importante del calcio"

Si legge nelle note di produzione di Il Campione che "l'unico star system realmente esistente in Italia è quello che ruota attorno al calcio", e che "sono i calciatori le nostre rockstar".
Difficile dare torto a queste affermazioni, allora bisogna complimentarsi con Matteo Rovere e Sydney Sibilia se, col la loro Grøenlandia, hanno deciso di portare avanti la produzione di un film che sì, gira attorno al mondo del calcio, ma che parla anche di molte altre cose.
"A noi interessava parlare di un ragazzo che si sente solo," dice Antonella Lattanzi, una delle due sceneggiatrici assieme a Giulia Steigerwalt. Il ragazzo solo in questione si chiama Cristian Ferro, ed è un giovanissimo e straordinario talento del calcio. Gioca nella Roma, è una sorta di Cristiano Ronaldo italiano, ma a mancargli è la disciplina; la testa, come dicono quelli bravi. Dopo l'ennesima bravata fuori dal campo il presidente della squadra lo pone di fronte a un aut aut: mettere la testa a posto, e iniziare a studiare, e prendere la maturità assistito da un precettore privato, o stare in tribuna domenica dopo domenica.
Il professore che si dovrà prendere carico della sua educazione, tra mille resistenze e difficoltà, per poi conquistarne la fiducia è lo Stefano Accorsi che per Rovere era stato lo scapestrato pilota di Veloce come il vento; mentre il talentuoso ma fragile Ferro, circodato da una corte di miracoli di gente che ne frutta parassitariamente il successo e il denaro, è l'Andrea Carpenzano di Tutto quello che vuoi e La terra dell'abbastanza (che un talento lo è davvero, a recitare).

Per l'esordiente regista Leonardo D'Agostini, "il successo, il talento e la loro gestione sono alcune delle questioni pricipali del film, e il calcio è uno sfondo delicato e importante per raccontare una storia d'amicizia, quella tra Cristian e il suo insegnante Valerio."
"Valerio è una bella figura di professore," dice Accorsi, "uno di quelli che ci si ricorda per tutta la vita e non sono molti. È un uomo che fa il suo mestiere con passione, e che non sa solo cosa ma soprattutto come insegnare ai propri allievi." E riguardo alla questione del successo, per l'attore Il Campione affronta anche l'aspetto della sua percezione: "perché specie in questi anni di social network, la percezione che gli altri hanno di noi cambia molto il nostro modo di porci, e il modo in cui ci si racconta."

A raccontarsi, invece, Andrea Carpenzano sembra quasi fare fatica, di pochissime parole com'è. E anche in questo, sembra esserci analogia tra attore e personaggio, dato che tra Cristian e Valerio una parte della loro comunicazione è non verbale: "Facessi il produttore farei solo film muti," scherza ma non troppo il giovane romano. "Per me è molto imporante non parlare troppo, penso ci sia molta più comunicazione nel non comunicare."
Se D'Agostini racconta che per tratteggiare il personaggio e la parabola di Cristian Ferro è stato fatto "un grosso lavoro di documentazione sulle biografie dei calciatori, da George Best fino a ribelli più contemporanei come Cassano, Balotelli e Ibrahimovic, scoprendo che ci sono spesso molti tratti in comune", Carpenzano fa fatica a identificare un riferimento, o un idolo sportivo. "Non ho idoli," spiega, "e soprattutto non mi ha mai interessato il privato di persone che fanno cose capaci di suscitare la mia ammirazione. Nello sport potrei citare Totti, Baggio, Maradona, Kobe Bryant: posso rimanere estasiato dal loro gesto, ma poi la cosa finisce lì."

Il Campione arriverà nelle sale il 18 aprile, distribuito da 01 Distribution, forte di una serie di 113 anteprime organizzate grazie all'iniziativa "Adotta un film", promossa da 01 e Rai Cinema per sostenere gli esordi di giovani autori italiani e, come spiega Luigi Lo Nigro, per il quale "lavorare sulle opere prime è uno dei momenti più belli nel lavoro di distributore", è parte "del progetto Moviement, che mette insieme tutti gli attori della filiera per far crescere l'industria del cinema in Italia, e il cui primo step è quello di allineare il mercato italiano a quello estero per quanto riguarda la proposta di cinema nella stagione estiva.
Ma arriva anche forte della partnership con l'AS Roma, che ha supportato la promozione, e con il giudizio positivo di uno che di calcio se ne intende come Francesco Totti. "Ha visto il film in anteprima e alla fine del film, dopo alcuni secondi che per noi sono stati di terrificante silenzio, ci ha detto 'È proprio così che funziona'", racconta Giulia Steigerwalt, che ha voluto anche ringraziare del supporto e della consulenza il giornalista sportivo Matteo De Santis.

Sarebbe sbagliato però immaginare che Il Campione sia un film solo per appassionati di calcio, o per un pubblico maschile: "Ci siamo accorti che piace molto anche alle donne, che è trasversale anche per quanto riguarda le età degli spettatori, perché la storia che raccontiamo è universale," dice Lattanzi. "La storia che è quasi d'amore tra un ragazzo e il suo maestro, che gli insegna a gestire il suo talento." Perché, aggiunge Steigerwalt, "la sicurezza di sé che viene dall'esterno è solo apparente, la vera sicurezza la raggiungiamo solo quando si ha consapevolezza di noi stessi e le scelte che facciamo sono davvero indipendenti. Incontrare qualcuno che ci metta di fronte alla necessità di essere noi stessi è fondamentale, ed è questa la nostra storia."



  • Critico e giornalista cinematografico
  • Programmatore di festival
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming