Interviste Cinema

"Sono un uomo che non vuole arrendersi all'utilità": Vincenzo Salemme presenta Con tutto il cuore

19

Arriverà nelle nostre sale il 7 ottobre la nuova commedia di Vincenzo Salemme. Si intitola Con tutto il cuore ed è la storia di un uomo comune con un cuore "famoso". Il film è stato presentato oggi alla stampa.

"Sono un uomo che non vuole arrendersi all'utilità": Vincenzo Salemme presenta Con tutto il cuore

E’ sempre bello ed emozionante, dopo due lockdown e mesi di sale vuote, vedere un film al cinema e partecipare a una conferenza stampa in presenza, e se l'occasione è una nuova commedia di Vincenzo Salemme, che è persona garbata e amabilissima, il piacere è doppio. Il regista e attore napoletano porta al cinema una sua pièce teatrale e torna a lavorare con Maurizio Casagrande e Serena Autieri. Il film, sicuramente fra i più cinematografici di Salemme, ci immerge in una Napoli che non è affatto folcloristica e sceglie come protagonista un comune professore di latino e greco a cui viene trapiantato il cuore di un malavitoso e che dovrebbe fare giustizia al posto del morto. Se ben ricordate, c'era un altro film (Amore a prima vista) in cui Vincenzo subiva un trapianto (di cornee), con conseguenze esilaranti. Durante la conferenza stampa di Con tutto il cuore, qualcuno glielo ricorda, e lui risponde così: "Dev'esserci un filo conduttore, forse ho qualche problema con i trapianti, o semplicemente mi incuriosiscono perché per me è come se si trasferisse un patrimonio spirituale e genetico da una persona all'altra. Mi affascina questa cosa, mi interessa la persona che in qualche modo cambia".

Poi il regista parla del suo personaggio, Ottavio Camaldoli, e di quanto sia lontano dai mille cliché che per i "forestieri" caratterizzano i napoletani: "La napoletanità è una cosa complicatissima. Mi presentano sempre come attore comico napoletano, e quindi mi tocca per forza far ridere. Napoli è tante cose: la scaramanzia, il Vesuvio, la mamma, San Gennaro, la pizza, il caffè. I napoletani normali non si vedono, ma in realtà sono molto simili al personaggio che interpreto nel film".

Ottavio Camaldoli, per il regista, è anche una specie di John Doe, oltre che un individuo di grande levatura morale di cui per fortuna esistono ancora molti esemplari: "Ottavio è un po’ rappresentativo delle persone che io definisco comuni: 'la maggioranza silenziosa' la chiamavano negli anni ‘70. Ognuno di noi, in realtà, è una piccola minoranza, ma, se appartieni a questa maggioranza, ti capita per esempio di sentirti in colpa per quel che succede nella tua città e nel tuo paese. Noi siamo quelli che devono subire continuamente le piccole angherie, siamo gli inermi, quelli che protestano senza però ottenere niente, siamo quelli che rispettano le leggi. Persone così non hanno voce, vengono etichettate: ci sono i laureati, i i giovani, i bambini. Quando sei un'etichetta, è difficile essere ascoltati e ricevere una carezza".

Il chirurgo che in Con tutto il cuore opera Ottavio, trapiantandogli il cuore di un killer soprannominato Il Barbiere, ha il volto di Maurizio Casagrande, grande amico e abituale compagno di scena e di set di Salemme. L'attore racconta alla stampa la sua prima volta con Vincenzo: "Il nostro è stato un incontro fortuito. La prima cosa che Vincenzo mi ha proposto non era esattamente nelle mie corde, perché dovevo sostituire Nando Paone. Era stato lui a segnalarmi, ma Nando ha una fisicità che io non possiedo assolutamente, quindi mi sembrava di essere stato pessimo. Invece c'era una cosa che facevo che divertiva Vincenzo e che ha funzionato. Comunque non ci siamo presi subito".

Poi Casagrande dice la sua sui cliché legati a Napoli: "Purtroppo per molta gente napoletano fa rima con ignorante. Per me non c'è luogo comune più sbagliato, perché esiste una cultura napoletana. Però è più facile farsi notare per uno scostumato piuttosto che per una persona colta e per bene. Se devo essere sincero, al momento non mi viene in mente un personaggio che oggi possa esprimere la cultura napoletana. Il professore che Vincenzo interpreta in questo film cerca di fare bene il suo lavoro. E’ bello che ci siano delle storie che raccontano persone del genere e che dimostrano che certi cliché non hanno senso".

Da uomo di teatro che si avvale spesso degli stessi collaboratori (ad esempio Carlo Buccirosso e Nando Paone), Vincenzo Salemme a volte improvvisa e lascia improvvisare, ma decisamente meno di quanto si possa pensare: "L'improvvisazione sembra sempre più di quella che è, ma, almeno a teatro, lo spettatore deve pensare che stai improvvisando tutto e deve avere l'impressione che quello spettacolo lo ha visto soltanto lui. Comunque è una cosa complicata, devi essere molto concentrato. L'improvvisazione è più fragile della battuta imparata, per cui rischia di svilire uno spettacolo o il film, è meno piena di sentimento perché l'attore si prepara a quell'emozione. Sei talmente concentrato quando reciti, che non ti metti a improvvisare. Non è che chi non improvvisa non è bravo, anzi spesso è molto più bravo di uno che improvvisa".

Di improvvisazione Vincenzo Salemme parlava, agli inizi della propria carriera, con il grande Eduardo De Filippo: "Con Eduardo andavamo dal figlio Luca ad avvisarlo, ovviamente per finta, che la moglie era morta e io ero un fotografo. 'Quando ero giovane' - mi raccontava Eduardo - 'se qualcuno improvvisava, o doveva pagare una multa di 50 lire o veniva premiato con 10 lire. Voi dovreste avere 10 lire, perché avete inventato una battuta che non c'era ma che ha funzionato'. Senza nemmeno accorgermene, avevo dato a Luca le fotografie della moglie morta e gli avevo detto: 'Tenete, così passate il tempo".

Fra gli interpreti di Con tutto il cuore ci sono anche Serena Autieri, che fa la parte della ex di Ottavio, e Cristina Donadio, che invece impersona la madre del compianto Barbiere. Di quest'ultima il regista racconta: "Cristina aveva interpretato Chanel in Gomorra - La Serie, prenderla per il ruolo di una malavitosa sembrava un’idea banale, però mi sono detto: 'Perché dobbiamo avere paura di una cosa facile?'. Facile non fa rima con brutto, e se per lo spettatore è più semplice identificarla in un ruolo così, che comunque è diverso da Chanel, che male c'è?".

A proposito di Gomorra, Salemme spiega di non essersi ispirato alla serie con Marco d'Amore e Salvatore Esposito e che questa non ha cambiato la percezione di Napoli nel mondo: "Non sono un esperto di Gomorra. Gomorra ha uno stile che la rende uno stereotipo nel senso positivo, sembra di stare a Gotham City, e cioè in una città che non esiste. E’ come se Napoli non esistesse, la gente non pensa che Napoli sia così. Gomorra sembra un film d'azione, anche il modo di parlare è particolare, perché parlano tutti con le stesse intonazioni. La serie è una maschera, mentre il film, che reputo un capolavoro, restituiva la crudezza delle zone livide della periferia napoletana e tu le riconoscevi. Gomorra - La Serie ha un colore cupo, grigio (un po’ come Collateral di Michael Mann), non è affatto documentaristica. Girando Con tutto il cuore non ho voluto prendere in giro Gomorra".

Uno dei temi portanti di Con tutto il cuore è la cultura, che ai giorni nostri viene sempre più bistrattata. Nel film sono gli alunni di Ottavio a ritenerla inutile, così come il figlio del prof: "Un allievo" - dice Vincenzo Salemme - "chiede al professore: 'Prof, che lo studiamo a fare il greco? Non serve a niente?'. Sia io che Ottavio combattiamo questa mentalità utilitaristica. Se ci pensate, la bontà non ha un guadagno, la cattiveria invece sì. Il nostro è mondo sempre più utilitaristico, si fa ciò che serve, che porta un vantaggio. Nel mecenatismo non c'era guadagno, c'era la bellezza. La bellezza non è utile, ma ti permette di cambiare punto di vista. Far ridere porterebbe anche un guadagno, ma io non lo faccio per questa ragione, è che mi piace sentire la risata della gente. Sono un uomo che non vuole arrendersi all'utilità".

Con tutto il cuore arriva nelle nostre sale il 7 ottobre distribuito da Medusa Film.

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming