Interviste Cinema

Radu Mihaileanu racconta La sorgente dell'amore

di
10

In occasione dell’uscita de La sorgente dell’amore abbiamo incontrato il regista Radu Mihaileanu. Il suo quinto film, presentato al Festival di Cannes 2011, racconta la lotta di alcune donne in un villaggio arabo che per ottenere i loro diritti decidono di fare uno sciopero del sesso.



In occasione dell’uscita de La sorgente dell’amore abbiamo incontrato  il regista Radu Mihaileanu. Il suo quinto film, presentato al Festival di Cannes 2011, racconta la lotta di alcune donne in un villaggio arabo che per ottenere i loro diritti decidono di fare uno sciopero del sesso.

Gentile e misurato, Radu Mihaileanu ci ha spiegato che l’idea del film è nata da un fatto di cronaca avvenuto in un villaggio in Turchia nel 2001, dove "le donne ogni giorno si spezzavano la schiena per trasportare l'acqua con dei pesanti secchi, senza ricevere nessun aiuto da parte dei loro uomini. Dopo una serie di incidenti, le donne iniziarono uno sciopero dell’amore per convincere gli uomini a costruire una rete idrica nel villaggio."

La sorgente dell’amore è soprattutto una storia sui rapporti uomo-donna e la necessità del dialogo : "Al di là della specificità del mondo arabo e musulmano, che comunque mi interessava, volevo parlare in modo universale dell’amore e della qualità degli sguardi che abbiamo gli uni sugli altri".
Essendo uomo, ebreo e francese, all’inizio Radu Mihaileanu aveva avuto delle esitazioni ad affrontare un tema del genere e voleva affidare il progetto a una regista araba: "mi sono chiesto se ero in grado di capire e di riportare allo spettatore, in modo profondo, le sfumature soggettive della mia protagonista, una donna con una cultura molto diversa dalla mia."
Il regista ha accettato poi di occuparsi lui stesso del progetto a due condizioni : Ho chiesto di poter vivere in alcuni villaggi arabi prima di completare la sceneggiatura e di poter girare l’intero film nel dialetto del posto".

Come aveva fatto con il russo per Il concerto, o l’amarico e l’ebraico per Vai e vivrai, Mihaileanu ha infatti girato La sorgente dell’amore (questa volta interamente) in darija: "Il dialetto marocchino ha una splendida musicalità, me ne sono innamorato subito. Anche se avevo già lavorato in alcuni progetti in lingua straniera, girare questo film è stato particolarmente difficile. La maggior parte degli attori non parlavano in darija, recitavano perciò le battute a memoria ed io, durante le riprese, dovevo controllarli affinché le dicessero con la giusta intonazione. Non mi sono potuto perciò dedicare come volevo alle problematiche della sceneggiatura e della regia".

Dopo tanta fatica per girarlo in lingua originale, è un peccato che La sorgente dell’amore nelle nostre sale uscirà (dal 9 marzo) solo doppiato. Tanto più che molti personaggi sono in parte ispirati a persone che il regista ha conosciuto durante il suo soggiorno in un villaggio arabo, prima delle riprese :
"La cultura araba mi ha ricordato un senso del rispetto per l’altro che l’occidente ha perso,"  ha concluso Mihailiano con la sua tipica parlantina yiddish. "Quando ero ospite nelle famiglie arabe con il mio co-sceneggiatore Alain-Michel Blanc, al centro della tavola c’era sempre e solo un piatto. Mangiavamo con le mani e tutti sapevano quanto cibo spettava ad ognuno. Un giorno, a una di queste cene arrivò un occidentale che si servì con delle posate, ciò che rimase nel piatto non fu più sufficiente per gli altri commensali. Purtroppo siamo in un’epoca che va oltre l’individualismo. In Occidente siamo quasi tutti ammalati di narcisismo, ci atteggiamo da star attraverso Twitter o Facebook, siamo innamorati solo ed esclusivamente di noi stessi e non guardiamo più alle esigenze dell’altro."

Dalla cultura islamica, alle forti spinte di modernizzazione del mondo berbero-arabo, fondate soprattutto sul desiderio di emancipazione delle donne, all’importanza del dialogo e della condivisione, come al solito Radu Mihaileanu ha toccato con mano leggera temi scottanti e straordinariamente urgenti , senza per questo fare un film politico.

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming