Interviste Cinema

Project Nim - incontro con il regista, Premio Oscar, James Marsh

Consacrato dall'Oscar vinto per l'acclamato documentario Man on Wire, James Marsh torna al Festival di Roma con il film Project Nim. L'abbiamo intervistato per voi.

Project Nim - incontro con il regista, Premio Oscar, James Marsh

Vai allo speciale Festival di Roma 2011


Project Nim - incontro con il regista, Premio Oscar, James Marsh


Consacrato dall'Oscar vinto per l'acclamato documentario Man on Wire, James Marsh, regista attivo sia in questo campo sia nella fiction, ha presentato al pubblico romano il suo Project Nim, la cronaca di un esperimento riguardante un piccolo scimpanzè: negli anni Settanta fu sottratto alla madre per essere adottato in una famiglia umana. Lo scopo era di studiarne il comportamento adattivo e auspicabilmente insegnargli a comunicare.
James ammette di aver letto i lavori di Noam Chomsky prima di lanciarsi nel progetto, nonché svariati saggi sugli scimpanzè, ma l'aspetto umano della vicenda lo interessava più di quello scientifico.
Abbiamo il diritto di indagare in modo invasivo sul mondo che ci circonda? Per Marsh in fin dei conti l'umanità sarebbe portata a farlo comunque, anche a prescindere dall'averne o meno diritto: d'altronde l'intenzione alla base della ricerca raccontata, capire come un animale vede il mondo, era affascinante, ma i mezzi con la quale è stata portata avanti si sono rivelati crudeli verso la cavia.
"Giusto o sbagliato che sia, non smetteremmo comunque di porci queste domande. Il problema è piuttosto cercare di soddisfare questa nostra curiosità senza compromettere le altre specie o noi stessi."
D'altronde, Project Nim non è solo un film sugli animali, ma anche sugli stessi esseri umani, sulle loro reazioni all'esperimento, a loro volta cause e riflessi di ciò che accade allo scimpanzè.

Il processo di compilazione dell'opera è stato elaborato: in questo caso non si poteva fare affidamento su tanto materiale di repertorio, ed è stato un bene che i filmati privati della prima "madre adottiva" di Nim fossero stati girati, per dare ricchezza allo stile eterogeneo della pellicola, miscela di ricostruzioni, fotografie e chiaramente interviste.
Marsh non ha preferenze tra fiction e documentario ("entrambi devono avere una buona struttura"): a suo parere le esperienze si alimentano a vicenda, anche se chiaramente la fiction consente di lavorare con più strumenti e flessibilità.
Project Nim non avrebbe mai tuttavia funzionato come fiction: "Di norma scelgo soggetti per i documentari così assurdi da sembrare inventati. [...] I documentari permettono di trasmettere la credibilità di ciò che si racconta come nessun altro medium".
Membro della giuria (sezione Extra) quest'anno al Festival di Roma, che tre anni fa aveva lanciato proprio il suo Man on Wire, come giudica la qualità di un documentario? Innanzitutto conta la capacità del prodotto di funzionare su grande schermo, fattore non scontato in un mezzo che vive soprattutto in tv; in secondo luogo è nodale la capacità di sorprendere. Una capacità che Marsh, con i suoi contenuti, ha dimostrato di possedere.
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
  • Giornalista specializzato in audiovisivi
  • Autore di "La stirpe di Topolino"
Suggerisci una correzione per l'articolo