Interviste Cinema

Percy Jackson e gli dei dell'Olimpo: Il ladro di fulmini - parlano i protagonisti

I quattro giovani protagonisti di Percy Jackson e gli dei dell'olimpo: Il ladro di fulmini, hanno tenuto ad Atene una conferenza stampa online che riuniva fan e giornalisti di tutto il mondo. Ecco cosa hanno raccontato del loro film, in uscita in Italia il 12 marzo.

Percy Jackson e gli dei dell'Olimpo: Il ladro di fulmini - parlano i protagonisti

Percy Jackson e gli dei dell'Olimpo: Il ladro di fulmini - parlano i protagonisti

Logan Lerman, Brandon T. Jackson, Alexandra Daddario e Jake Abel: al momento, forse, i nomi di questi giovani attori non diranno molto ai più. Ma ci sono buone probabilità che presto le cose cambino drasticamente. Sono infatti loro i quattro ragazzi protagonisti di Percy Jackson e gli dei dell'Olimpo: Il ladro di fulmini, il film tratto dal primo romanzo della saga letteraria scritta dallo statunitense Rick Riordan che nemmeno troppo velatamente la Fox sogna di far diventare una serie che possa sostituire quella di Harry Potter nel cuore di molti appassionati.

Percy Jackson è un tranquillo liceale di New York che improvvisamente - con sua grande ed inevitabile sorpresa - scopre di essere un semidio, figlio di Poseidone, il dio del mare: si troverà quindi nel mezzo di avventure incredibili, a contatto con creature e divinità mitologiche di quel pantheon dell’Olimpo che credeva essere solo una leggenda. Che Chris Columbus sia stato chiamato a dirigere il film, così come fu chiamato a dirigere il primo Harry Potter non appare un caso, così come non appare un caso che al fianco di questi quattro giovani interpreti ci siano grandi nomi del cinema come Pierce Brosnan, Rosario Dawson, Sean Bean, e molti altri: il modello di mescolanza tra interpreti emergenti e nomi affermati in grado di supportarli e di guidarli è proprio quello della serie tratta dai romanzi della Rowling.

In fondo è lo stesso Logan Lerman, l’interprete di Percy, a sottolineare un po’ ingenuamente, per esclusione, i punti di contatto tra una serie che si sta esaurendo ed una che sogna di decollare: “Percy Jackson come Harry Potter? Magari, ci piacerebbe riuscire ad ottenere quel successo, sarebbe una grande soddisfazione. Ma i film sono comunque molto diversi: qui si parla di mitologia greca, lì di magia.”

E a proposito di Grecia, non a caso per l’incontro online con stampa e pubblico che si è tenuto questa mattina presto i quattro ragazzi erano schierati davanti ad una telecamera sullo sfondo affascinante ed imponente dell’Acropoli di Atene. E per loro (con l’eccezione di Alexandra Daddario, che è anche l'unica del gruppo ad aver letto il romanzo di parteza) si trattava della prima volta nel paese che ha dato origine alle storie e ai personaggi che poi vengono raccontati anche nel loro film.

Tra le prime domande che sono state poste, recuperate da qualche sapiente webmaster nel caos di una chat dove i commenti e i cuoricini dei fan e delle fan imperversavano, c’è stata ovviamente quella relativa all’affrontare per la prima volta nella loro carriera ruoli da protagonista o comunque di primissimo piano. Per Alexandra Daddario - che interpreta Annabeth, amica (e non solo?) di Percy e figlia della dea Atena - si è trattato indubbiamente di un bel salto, “ma tutto quel che ho fatto prima è stata un’ottima preparazione, mi è servito molto.” A far sentire più sicuro sul set Jake Abel – alias Luke, l’antagonista di turno, semidio figlio di Ermete – ci sono stati i suoi colleghi, giovani e non: “Lavorare con un cast di questo tipo ti aiuta molto, ti fa sentire sicuro e il tuo lavoro diventa più facile.” Mentre Logan Lerman ha detto di essere stato davvero sorpreso quando è stato scelto per il ruolo da protagonista: “nonostante interpreti il figlio del dio del mare, nella vita non so nemmeno nuotare così bene,” ha scherzato. Per Brandon T. Jackson, invece, è stato molto divertente interpretare Grover, il migliore amico di Percy che in realtà è un satiro, una creatura con il corpo da essere umano e le zampe da capra. “Mi piaceva dover indossare questa calzamaglia sulla quale poi sarebbero state aggiunte digitalmente le zampe, ed è stato divertentissimo dovermi inventare uno stile di camminata adatto al personaggio di Grover nella sua forma mitologica.”

Divertimento, comunque, pare essere la parola d’ordine di Percy Jackson e gli dei dell’Olimpo: divertimento per chi ha realizzato il film e divertimento per gli spettatori. “Siamo stati davvero bene, sul set,” ha detto Logan Lerman. “Chris Columbus è fantastico e fra noi scherzavamo molto, nelle pause stavamo insieme, suonavamo la chitarra. All’inizio c’era forse un po’ di diffidenza, ma lavorare assieme ci ha aiutato a conoscerci e fidarci l’uno dell’altro anche nella vita.” “Soprattutto le scene di lotta ci hanno aiutato in questo senso,” ha aggiunto Jake Abel, “ce n’è stata una davvero lunga ed emozionante da girare, con i cavi e tutto, che ha richiesto da sola quasi un mese di lavoro.” “Persino io mi sono dovuta allenare a lungo per affrontare le sfide fisiche del film,” ha detto Alexandra Daddario. “È stata una bellissima esperienza,” ha concluso Brandon T. Jackson, “e per questo abbiamo fatto di tutto perché il film fosse diventente anche per il pubblico. Credo la sua storia, con il suo mix di azione, divertimento e romanticismo, riuscirà ad appassionare il pubblico di tutte le età: dai bambini ai loro genitori, passando per i teenager.”

E quindi, per darvi occasione di valutare il tasso di intrattenimento di Percy Jackson e gli dei dell'Olimpo: Il ladro di fulmini, eccovi una clip in anteprima e in HD che vede Percy e i suoi amici alle prese con una delle creature preferite dei quattro giovani attori: la temibile Idra.

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
  • Critico e giornalista cinematografico
  • Programmatore di festival
Suggerisci una correzione per l'articolo