Interviste Cinema

Paolo Virzì, Donald Sutherland e Helen Mirren parlano di Ella & John - The Leisure Seeker

5

"Un film nato come una scommessa dalla quale non ho potuto tirarmi indietro," dice il regista livornese.

Paolo Virzì, Donald Sutherland e Helen Mirren parlano di Ella & John - The Leisure Seeker

Quando Paolo Virzì, Helen Mirren e Donald Sutherland fanno il loro ingresso nella sala delle conferenza stampa del Casinò del Lido di Venezia, l'accoglienza è quasi da stadio. Ancora più calorosa di quella che giornalisti e critici hanno manifestato al termine della prima proiezione per la stampa di Ella & John - The Leisure Seeker, il nuovo film "americano" del regista livornese. E quasi tutte le domande dei giornalisti presenti hanno riguardato proprio questa questione, le caratteristiche e le motivazioni di questa impresa transatlantica di uno dei nostri migliori e più amati registi.

"Non è che avessi o abbia in mente un preciso processo d'emigrazione," chiarisce subito Virzì. "Sono fiero di essere un regista italiano e di appartenere alla meravigliosa comunità del nostro cinema. Questo è un progetto nato un po' come una scommessa, e un po' per la spinta di amici sceneggiatori e produttori che mi hanno spinto a scrivere un copione a partire da un libro appetitoso e dallo spunto ribelle," che poi sarebbe "In viaggio contromano" di Michael Zadoorian.

Era titubante, all'inizio, il regista: "perché gli strumenti del mio mestiere sono la lingua, e un paesaggio familiare. È stato allora quasi per difendermi che ho detto che avrei voluto Helen e Donald per fare il film, e quando loro - a sopresa - hanno detto subito di sì, ho capito che non potevo tirarmi indietro: che dovevo fare il film, sebbene con la mia troupe e il mio sguardo. Così," spiega il livornese, "ho iniziato a percorrere la Route One, così come in Italia tante volte ho percorso la SS 1 Aurelia tra Roma e Livorno."

Ma come lo hanno letto, i due attori, questo sguardo di Paolo Virzì?
"Paolo è indubbiamente italiano, anche perché quando parla la sua lingua io non capisco niente," ha detto Sutherland. "però è uno capace di avere uno sguardo universale, e non necessariamente italiano; uno sguardo mai cinico, e sempre pieno di amore. La sua idea per il film ci sembrava la migliore possibile, e così abbiamo girato."
Per Helen Mirren "ci sono momenti in cui un occhio straniero è quello che serve per svelare la vera natura di una nazione e di una cultura. È una cosa potente, ed è quello sguardo che Paolo ha portato nel film: con il suo humor, la sua sensibilità, la sua umanità."

Storia di una coppia anziana e malata che parte in camper per un viaggio on the road contro il parere di tutti sul vecchio camper di famiglia, Elle & John - The Leisure Seeker è ovviamente pieno di elementi presi dalla cultura americana: "Sono stati ingredienti che abbiamo voluto usare come elemento narrativo per dare un background sociologico e culturale ai nostri protagonisti," spiega Virzì. "Nel libro l'America descritta è molto pacchiana, e noi abbiamo cambiato delle cose per avvicinarle al nostro gusto: ecco allora l'idea del professore di letteratura in pensione, di una donna malata ma piena di vita."

E se nel film appaiono riferimenti alla campagna elettorale che ha poi visto la vittoria di Donald Trump, è perché "ne eravamo circondati mentre facevamo i sopralluoghi, e allora ci è sembrato giusto mettere quella realtà nel film, per sottolineare la fuga dei protagonisti da un'America che non riconoscono più."

Riguardo poi al modo in cui i suoi due protagonisti vanno incontro alla fine delle loro esistenze, Paolo Virzì commenta così quello che qualcuno ha definito "un tema": "Penso sia sbagliato per un regista fare un film su un tema: noi raccontiamo storie. Questa storia certo parla della possibilità di scegliere nella vita fino all'ultimo istante. Mi pare questo sia un film sulla libertà di scegliere fino alla fine, senza sentire il parere dei figli, dei medici, del sistema sanitario. Una ribellione scandalosa che ha qualcosa di gioioso e di amorevole. Io credo nell'idea della libertà di scelta, e condivido quella di Ella e John. Per me il loro finale è grandioso, trionfale, pieno di gioia e di rispetto."



  • Critico e giornalista cinematografico
  • Programmatore di festival
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming