Interviste Cinema

No Time to Die sbarca in Ultra HD 4K e Blu-ray, Cary Fukunaga: "Volevo approfondire James Bond"

No Time to Die, ultimo 007 con Daniel Craig, è disponibile da oggi in formato fisico digitale, Blu-ray e Ultra HD 4K. In quest'intervista il regista Cary Fukunaga ci racconta qualcosa del suo approccio al film.

No Time to Die sbarca in Ultra HD 4K e Blu-ray, Cary Fukunaga: "Volevo approfondire James Bond"

Nel giorno in cui si rende disponibile No Time to Die in Ultra HD 4K e Blu-ray, l'ultimo lungometraggio di 007 in cui Daniel Craig interpreta James Bond ci viene raccontato dal suo regista Cary Fukunaga. Uno dei padri di True Detective ha ottenuto l'onore di chiudere questi quindici anni di Bond craighiani con un'uscita di scena coraggiosa e che ha fatto piuttosto discutere, incassando comunque nel mondo oltre 770 milioni di dollari.
Pubblichiamo qui la traduzione delle sue dichiarazioni in quest'intervista fornitaci da Universal Pictures Home Entertainment e Warner Bros. Entertainment Italia S.r.l. Leggi anche No Time to Die in Ultra HD 4K, Blu-ray e Steelbook da collezione a dicembre

No Time to Die, il regista Cary Fukunaga parla dell'ultimo Bond con Daniel Craig

Neil Purvis and Robert Wade ci avevano detto in passato che la cosa più difficile in ogni copione di Bond è inventarsi un titolo. Da dove arriva "No Time to Die" [lett. "Non c'è tempo per morire", ndr] Qual è stata l'ispirazione?

Mi piacerebbe prendermi il merito, ma non è arrivato da me. Credo che sia arrivato da Barbara Broccoli la producer, forse dall'archivio di appunti di Fleming per i titoli di Bond. Abbiamo discusso su quanto sia difficile costruire un titolo alla Fleming, "leggermente bizzarro". Quei titoli sono di solito lievemente strani. Non so come, io non sono mai stato bravo coi titoli!

Vogliamo parlarti della sequenza prima dei titoli, un marchio della formula bondiana. Da dove arriva l'idea di Matera? È all'altezza della situazione. Non immaginavamo come avreste battuto la sequenza del Giorno dei Morti in Spectre, ma ce l'avete fatta.

Oh grazie. Il Giorno dei Morti in Spectre è una delle parti migliori del film. Ma secondo me nella sequenza di Matera, quella prima dei titoli di No Time to Die, stavo cercando di approfondire il rapporto tra Bond e Madeleine Swann (Léa Seydoux). E di solito la sequenza d'apertura nella saga non ha avuto sempre un legame col plot principale, ma nei film con Daniel Craig invece è sempre stata una premessa intrigante per quello che sarebbe successo dopo. E in questo caso abbiamo un sacco di lavoro da fare, non solo per impostare il cattivo ma anche per impostare il modo in cui questo ha conseguenze sul rapporto tra Bond e Medeleine Swann, col tema della fiducia che è sempre stato in gioco sin da Casino Royale.


I fan rivedranno questo film in Blu-ray. Quali scene speri che entusiasmino di più i fan rivendole? Quelle da dissezionare con più visioni?

Difficile dirlo. Ci sono tanti grandiosi dialoghi, se pensi a quelli tra Saphin (Rami Malek) e Madeleine Swann nello studio dello psicologo, o anche quello tra Blofeld (Christoph Waltz) e Bond a Belmarsh. Vengono dette piccole cose qui e lì, ci sono alcuni easter egg che vengono snocciolati nel corso della storia. E poi proprio in termini di pura bellezza di alcune scene, riferendomi alla complessità delle riprese, ci sono easter egg anche in Giamaica e nella sequenza d'apertura a Matera, ha un sacco di colpi di scena e virate che la rendono un'introduzione divertente e soprendente.

Parlando del personaggio di James Bond, è bello che tu abbia contribuito alla sceneggiatura, oltre ad averlo diretto. Su quale aspetto del personaggio di James Bond volevi concentrarti, non necessariamente toccato nei precedenti ventiquattro film?

Non credo avessimo una pianificazione specifica riguardante un determinato aspetto del personaggio. Volevo solo che fossimo in grado di comprenderlo più a fondo, e questo deriva molto dal fatto che siamo al quinto capitolo di un racconto composto da diversi atti. Se non prosegui nell'approfondimento del personaggio, allora perché questo capitolo esiste? Se lo dobbiamo fare, di cosa ci occupiamo? Quale nesso avrà questo capitolo conclusivo con il primo capitolo, Casino Royale? E come possiamo renderlo un finale soddisfacente per questi dieci anni trascorsi col Bond di Daniel Craig? E ho pensato che qui la chiave fosse il rapporto con Vesper Lynd (Eva Green), nel tradimento e nella sofferenza costruiti sul danno che lei ha causato come 00. Dopo quindici anni, il cuore di Bond dove l'ha portato? In quale stato si trova? È ancora impenetrabile, oppure qualcosa è rimasto? Batte ancora? Acquista su Amazon No Time to Die in Ultra HD 4K Steelbook Acquista su Amazon No Time to Die in Blu-ray Acquista su Amazon No Time to Die in Digibook

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming