Interviste Cinema

Martedì e Venerdì: incontro con registi e protagonisti di una storia dei nostri tempi

13

Arriva al cinema oggi, 22 febbraio, l'opera seconda di Fabrizio Moro e Alessio De Leonardis, Martedì e venerdì, che tocca molti temi della contemporaneità. Noi li abbiamo incontrati insieme ai protagonisti Edoardo Pesce e Rosa Diletta Rossi e vi presentiamo il film.

Martedì e Venerdì: incontro con registi e protagonisti di una storia dei nostri tempi

Dopo una lunga carriera e premiata carriera musicale, Fabrizio Moro ha preso gusto a fare cinema. Arriva il 22 febbraio in sala con Medusa Film la sua opera seconda, Martedì e Venerdì, firmata come la prima assieme ad Alessio De Leonardis, al quale lo lega un'identità di vedute artistiche, anche se al secondo sul set spettano più le decisioni di tipo tecnico, vista la sua esperienza nel settore (è stato aiuto regista di Marco Risi, Paolo e Vittorio Taviani e Gabriele Mainetti, oltre che autore di video musicali e cortometraggi). Vi presentiamo le nostre interviste, realizzate per l'uscita del film, in cui gli autori e i due principali protagonisti, Edoardo Pesce e Rosa Diletta Rossi, ci hanno parlato dei temi e delle ispirazioni dietro a questa storia, che ha il sapore della verità e di ambienti e personaggi di periferia che i registi conoscono di prima mano, prima di parlarvi un po' di più del film.



Martedì e venerdì, una storia contemporanea

La storia di Martedì e Venerdì (non è casuale il rimando al Giovedì di Dino Risi, che raccontava della uscita settimanale di un padre separato e fallito col figlio), è quella di Marino (Edoardo Pesce), un uomo come tanti, mai veramente cresciuto, reduce da una fresca separazione dalla moglie Simona (Rosa Diletta Rossi), esasperata dalla sua inaffidabilità, anche se tra di loro l'affetto non è mai venuto meno. Legalmente, Marino, che ha un'officina meccanica per riparare le moto e dorme sul divano in casa del fratello, ha diritto di stare con la figlia Claudia (la piccola ed eccellente Aurora Menenti) due giorni a settimana, e deve ovviamente corrispondere alla ex moglie le spese di mantenimento della bambina. Ma quando gli arriva una stratosferica cartella di Equitalia, Marino si trova di fronte a una scelta drammatica: rinunciare alla figlia o tentare a tutti i costi di mantenere il rapporto con lei, anche facendo la cosa sbagliata.

Nel loro secondo film, Moro e De Leonardis scelgono di raccontare il punto di vista dei padri separati, che in molti casi si trovano anche senza lavoro e non sanno come fare per non perdere l'affetto dei figli. Ma in senso più esteso raccontano di una società che ti mette con le spalle al muro, dove un imprevisto, un licenziamento o altro, può costringerti a fare scelte che, come nel caso di Marino, che fondamentalmente è un buono, possono avere conseguenze pesanti. Il ruolo protagonista è stato scritto proprio per Edoardo Pesce, alle prese con un nuovo ruolo di padre (dopo Notte fantasma) che ha amato molto un ruolo che gli consente di dimostrare per l'ennesima volta che attore duttile e sensibile sia (a parer nostro, uno dei migliori che abbiamo in Italia). Accanto a lui e a Rosa Diletta Rossi segnaliamo la bravura di Giorgio Caputi nel ruolo di "Cioccolatino" e Josafat Vagni in quello di "Capoccione". Nel cast ci sono anche Davide Argenti, Adamo Dionisi, Pier Giorgio Bellocchio e Mirko Frezza, tutti diretti molti bene e molto credibili nelle loro caratterizzazioni. Martedì e venerdì è anche un film sul tempo, che non abbiamo, che perdiamo, che scorre mentre aspettiamo la nostra seconda possibilità, ma è anche, innanzitutto, una storia d'amore, che vi aspetta al cinema dal 22 febbraio.

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming