Interviste Cinema

Marco Mazzoli presenta On Air storia di un successo, film sul creatore dello Zoo di 105

471

Il docufilm arriva in sala il 31 marzo diretto dal cugino Davide Simon Mazzoli.

Marco Mazzoli presenta On Air storia di un successo, film sul creatore dello Zoo di 105

Poteva essere disastrosa la vita di Marco Mazzoli, viste le tappe evolutive della sua adolescenza così come sono descritte nella biografia intitolata Radiografia di un DJ che non piace. Quel libro del 2011 è oggi un film con lo stesso Mazzoli nella parte di se stesso narratore e personaggio, in un continuo andirivieni tra documentario e fiction sul creatore del programma radiofonico più ascoltato in Italia, Lo Zoo di 105. On Air: Storia di un successo, in duecento sale dal 31 marzo, è diretto dal cugino Davide Simon Mazzoli che fu già co-autore della versione cartacea.

“Un film biografico si fa quando il protagonista muore, infatti mi sono toccato per giorni le zone erogene” esordisce Marco Mazzoli alla conferenza stampa del film a Roma. “Anche quando ero sul set i primi giorni pensavo fosse una presa per il culo, non credevo si sarebbe davvero fatto questo film”. Esattamente come quando conduce il suo celebre programma radiofonico, ormai da ben sedici anni, il DJ si mostra genuino, consapevole della fortuna avuta, ma convinto che la perseveranza possa portare a realizzare i propri sogni. D’altro canto con lui ha funzionato e non c’è motivo perché debba trattenersi dal passare questo messaggio. “Alla fine devi guardare avanti col sorriso, io non riesco a prendere la vita troppo seriamente”, ma questo i fan dello Zoo (oltre 2 milioni e 700 mila sulla pagina Facebook) lo sanno molto bene.

On Air procede a salti temporali raccontando il presente con il ghost writer interpretato da Dario Eros Tacconelli, che ha l’incarico di scrivere la biografia di Mazzoli, e gli anni 70, 80 e 90 con ricostruzioni d’epoca in una miriade di scenografie virtuali stilizzate. Il regista Davide Simon abbonda in contaminazioni visive, colori e transizioni che lasciano intuire il grande lavoro di design in pre-produzione. “Ho ricoperto tutti i ruoli nella vita per poter arrivare a fare il regista e se lo faccio, voglio che ci sia contaminazione, che è ciò che rappresenta noi Mazzoli. I nostri padri hanno contribuito a costruire Gardaland e Disneyland”, infatti lo stesso film non è lontano dall’essere una giostra, così come non è sbagliato definire “parco divertimenti” il programma di Radio 105. Riguardo al cugino, Davide Simon spiega che la sua storia doveva essere raccontata perché “bella, come la storia di un ragazzo normale, che non è un genio, ma è geniale in quello che fa”. “Questo film è stato fatto per dimostrare che lo Zoo di 105 non è solo cacca e culo” continua il regista, “nel film ci sono attori come Ricky Tognazzi e Giancarlo Giannini perché il pubblico sappia che c’è una storia da raccontare”.

A proposito della scurrilità dei contenuti del programma che ne ha segnato anche il successo, Marco Mazzoli spiega di non aver mai visto alcun dramma nel dire “cazzo” alla radio. “La volgarità è altrove per me, nei TG che cercano di mostrare cadaveri e sangue a tutti i costi. Uno accende la radio e vuole svagarsi per un paio d’ore, come quando stacchi dal lavoro e vai al bar a sparare cazzate con gli amici”. Mazzoli è serio quando dice che “la parolaccia non è voluta, non è ricercata, è la spontaneità che voglio portare in onda, lo Zoo è un supermercato di idee”, mentre non rinuncia alla battuta quando spiega che “la vera trasgressione ora è tornare alle origini, da domani inizierò a dire perdindirindina”. Niente panico, sta scherzando. Cazzo.



  • Giornalista cinematografico
  • Copywriter e autore di format TV/Web
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming