Interviste Cinema

Ligabue Campovolo - Il film 3D: Incontro con Luciano Ligabue

Abbiamo ncontrato Luciano Ligabue per parlare di cinema, o meglio di una forma assai particolare di cinema, un docufilm in 3D intitolato Ligabue Campovolo che ci porta direttamente sul palco del concerto del 16 luglio del 2011




La nostra prima intervista a Luciano Ligabue risale al 2002, e precisamente all'uscita in sala del suo secondo film da regista Dazeroadieci, meno fortunato del suo folgorante esordio Radiofreccia, ma comunque sentito e sincero.
A un decennio di distanza da quella breve chiacchierata con un artista che si avvicinava ad una nuova forma espressiva con umiltà, abbiamo rincontrato il Liga per parlare ancora di cinema - o meglio di una forma assai particolare di cinema: un docufilm in 3D intitolato Ligabue Campovolo che ci porta direttamente sul palco del concerto tenuto dal musicista, il 16 luglio del 2011, nell'aeroporto di Reggio Emilia.
Di questo evento, che ha coinvolto un numero altissimo di spettatori, il rocker di Correggio è contentissimo.
"Campovolo è stato un concerto che si è ripresentato per tanto tempo dentro di noi. In qualche modo ci sembrava un punto di arrivo, perché arrivava esattamente 20 dopo il mio esordio, perché era nella mia città, e perché c'erano tutti i miei amici, la mia storia insomma, le persone con cui sono cresciuto e con cui sono costantemente in contatto. Sul palco c'erano tutti i musicisti che hanno suonato con me in 20 anni, per cui è stato un concerto che riassume veramente la mia storia musicale".

Non preceduto, né seguito da altri concerti, Campovolo è stato un unicum che ha tenuto Ligabue sulle spine fino alla fine dello spettacolo.
"Quando fai un concerto one shot, senza la possibilità di sistemare le cose nella seconda o nella terza serata, come generalmente succede nell'ambito di un tour...quando ti bruci tutto in 2 ore e tre quarti di fronte a così tante persone e con una produzione inedita, incroci le dita e speri che tutto vada bene. Quella sera lì avevamo dietro di noi una spinta benefica di non si sa chi, perché è andato tutto benissimo, è stato tutto perfetto. Addirittura il clima si è rivelato clemente: c'era un leggero venticello che ci ha permesso di evitare tanti malori...siamo stati anche baciati da una meravigliosa luna piena".

Il ricordo di Campovolo 2.0 è così vivo nel cuore di Luciano Ligabue perché, una volta sceso dal palco, il nostro uomo dai capelli lunghi a dalla camicia a quadri, si è imbarcato nell'impresa di Ligabue Campovolo - Il film 3D.
"Finito il concerto, è iniziata per noi l'avventura del triplo CD e del film. Sono molto contento che il film racconti questa esperienza. Non essendo fiction, fa quello che normalmente fa un documentario, e cioè testimoniare quello che c'è o non c'è, e mi sembre che, grazie alla tecnologia del 3D e grazie alla bravura di chi ha fatto le riprese con una sensibilità davvero particolare, sia stata restituita al cinema una verità: la verità che tutti noi abbiamo vissuto quella sera là".

Ligabue, che ha la fortuna di avere forse il più bel pubblico di sempre, che lo segue in tutti i concerti e attarverso il fan club Bar Mario, è uno dei pochi artisti della canzone capace di lanciare un messaggio di speranza, di fiducia nel futuro. Lo dimostrano le sue dichiarazioni sul palco e il brano Il meglio deve ancora venire, contenuto nel suo ultimo album Arrivederci, Mostro!
"Non sono un ottimista per natura, però sono convinto che sia troppo facile dire che i giochi sono fatti, che tutto fa schifo. Il nichilismo è troppo facile, com'è troppo facile anche il cinismo...è troppo facile perché strappa l'applauso a chiunque. Basta andare sul palco e dire: 'tutto fa schifo', ed è il primo forte applauso che ricevi, però questo vuol dire invitare la gente a stare ferma, a non aspettarsi niente da nessuno, a chiudersi in casa e a vivere un presente abbastanza vuoto, e siccome il futuro non esiste - perchè nessuno può leggerlo o predirlo - penso che l'unica cosa con cui facciamo veramente i conti sia il presente, e se il presente lo popoli come delle immagini di speranza, intanto vivi un presente un po' più importante, e soprattutto di senti nella condizione di fare qualcosa".

Il nostro incontro con Luciano Ligabue è avvenuto all'indomani del passaggio in radio del suo nuovo singolo, intitolato Ora e Allora.
Malinconico e struggente, il brano parla del presente e del passato, di obiettivi conquistati e di mete non raggiunte, del trascorrere del tempo, in una parola, leit-motiv dei testi di Ligabue.
"Ho un problemino con il tempo che passa, perchè da sempre ho l'ossessione di dover per forza vivere intensamente. Per me il tempo che non viene riempito è tempo sprecato, quindi, in questa sorta di isteria, continuo a riflettere sul tempo passato, sulle occasioni perdute, su quelle che invece ho saputo cogliere, su quanto sono stato capace di aderire proprio alla mia necessità di vivere intensamente. Spesso avverto un senso di profonda tenerezza nei confronti del passato, e lo si è visto un po' anche in quello che ho fatto cinematograficamente...Radiofreccia parlava abbastanza bene di questa cosa. E' un po' un lato del mio carattere".

Ligabue Campovolo uscirà nelle sale italiane il 7 dicembre. I fan più irriducibili del cantante e musicista però lo hanno già visto.
Arrivati a Roma da Milano, insieme a Ligabue, a bordo di un treno con carrozze riservate, hanno inforcato gli occhialini 3D per rivivere le emozioni di Campovolo 2.0.
A introdurre il film, proiettato in 3 sale, lo stesso Liga, scortato da tutti i musicisti che hanno lavorato con lui. E' successo lunedì 21 novembre, a un giorno di distanza dall'uscita del triplo CD live Campovolo 2.011.




  • Giornalista specializzata in interviste
  • Appassionata di cinema italiano e commedie sentimentali
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming