Interviste Cinema

Leonardo DiCaprio a Roma presenta Revenant: "Non faccio film per avere premi"

1342

L'attore insieme al regista Premio Oscar Alejandro Inarritu parlano del film in uscita oggi.

Leonardo DiCaprio a Roma presenta Revenant: "Non faccio film per avere premi"

Dopo Londra, Leonardo DiCaprio e il regista Alejandro González Iñárritu fanno tappa a Roma per presentare Revenant - Redivivo. Mentre all'entrata dell’Hotel St. Regis si affollano decine di fan che sperano di incontrare l’attore, la conferenza stampa inizia all’interno in clima di velato nervosismo, tipico quando un evento si muove intorno a un grande divo del cinema.

"Io non faccio film per avere dei premi, ma i premi aumentano l'attenzione su un film e questo fa sì che possa essere visto da più persone", risponde DiCaprio all'inevitabile domanda che arriva a metà conferenza su questo agognato (non necessariamente anche per lui) Oscar che ancora gli manca. "Siamo incredibilmente onorati delle nomination ricevute dall’Academy, perché lavorare per tanto tempo, quasi un anno, a un film così difficile e vedere riconosciuta la qualità del tuo lavoro, è una cosa fantastica”.

I due ospiti parlano di “viaggio” descrivendo la lavorazione di Revenant, ambientato tra le lande innevate del Nord America nei primi anni dell’800. “Non c’erano molti storici in quel periodo che raccontassero cosa accadeva e ricreare ambienti, storia e personaggi, è stato quasi come fare un film di science-fiction” continua l’attore. “Per quanto possibile, ci siamo immersi ogni giorno in questa esperienza per mettere in luce anche l’aspetto spirituale di questi uomini che vivevano così a stretto contatto con la natura”.

Iñárritu spiega che l'idea risale a cinque anni fa e che fortunatamente è stata realizzata soltanto ora. "Sono entrato nel progetto con il desiderio di cercare un’esperienza più vicina al documentario, ma senza Birdman non avrei mai potuto girare questo film come ho fatto. Cinque anni di progresso tecnologico mi hanno permesso di far sentire il pubblico come se fosse in soggettiva, non come un punto di vista esterno. Volevo che paesaggi e personaggi apparissero in tempo reale. Mi è piaciuto il titolo di un giornale che parlava del nostro film chiamandolo National Leographic".

A proposito dell'esperienza in soggettiva, Leonardo DiCaprio aggiunge che “il fatto che il mio respiro appanni l’obiettivo o che sulla lente ci finisca acqua, sangue, neve, era un modo per aumentare l’interazione con il pubblico facendo una sorta di docu-drama senza percepire elementi di distacco con il personaggio”. Non vengono meno le lodi nei confronti del regista di cui Leo dice, senza offesa alcuna nei confronti di Martin Scorsese (si suppone), che "non credo di aver mai partecipato a un film in cui la padronanza del mestiere sia così eccezionale".

È noto l’impegno del divo per sensibilizzare i governi verso la salvaguardia del pianeta. “Il film racconta la sopravvivenza e il tentativo dell’essere umano di dominare la natura. Ho toccato con mano l’avidità dell’uomo che tenta di approfittare delle risorse naturali in modo eccesivo. Mentre giravo Revenant, producevo anche contestualmente un film sul cambiamento climatico, e mi sono reso conto di quanto l’ambiente si stia trasformando. Il 2015 è stato un anno simbolico, è stato l’anno più caldo, e per la prima volta molti paesi si sono messi insieme per fare qualcosa di proattivo per fare finalmente qualcosa”.

Revenant - Redivivo è da oggi, 16 gennaio, nei cinema italiani.



  • Giornalista cinematografico
  • Copywriter e autore di format TV/Web
Suggerisci una correzione per l'articolo
lascia un commento
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming