Interviste Cinema

L'esigenza di unirmi ogni volta con te: parlano Marco Bocci e Claudia Gerini, poveri amanti intrappolati nella provincia

24

E’ stato presentato alla stampa il film dal libro di Tonino Zangardi

L'esigenza di unirmi ogni volta con te: parlano Marco Bocci e Claudia Gerini, poveri amanti intrappolati nella provincia

Quando i cuori palpitano e l'amore è soprattutto passione, pugno nello stomaco, scelta estrema, viaggio all'Inferno più che in Paradiso, difficilmente non intriga, soprattutto se a raccontarlo con dovizia di particolari sono le pagine di un romanzo e se chi scrive riesce a entrare con disinvoltura nella psiche e nell'immaginario femminile.

Pubblicato in questo 2015 da Imprimatur, "L'esigenza di unirmi ogni volta con te" si è trasformato subito in un caso editoriale e, grazie al passaparola, è diventato una Bibbia per lettrici romantiche di età compresa fra i 20 e i 50 anni. Scritto dal regista Tonino Zangardi, è diventato un film, che arriva in sala il 24 settembre e che punta sull'indiscusso sex-appeal di Marco Bocci, il Comissario Scialoja di Romanzo Criminale - la serie nonché il Domenico Calcaterra di Squadra antimafia.
Al suo fianco, in un ruolo diverso da quelli interpretati negli ultimi due anni, una Claudia Gerini intensa e molto vera.



Entrambi erano presenti, insieme al regista, alla conferenza stampa di presentazione del film a Roma. Il primo a parlare è stato Zangardi, che ha raccontato l’inizio della bella avventura editoriale e cinematografica: “L’idea è nata quando ho letto un trafiletto di cronaca su una donna che per legittima difesa aveva pugnalato il marito, da lì è partita la mia fantasia, volevo cercare di raccontare cosa succede quando nella vita avviene un incontro forte, che ci sconvolge, così ho scritto un libro a due voci immaginando che i due personaggi mi parlassero, illustrando ognuno la propria versione della storia. Ho scritto in due notti, poi ho trovato un editore, il libro è subito esploso grazie al passaparola. “L’esigenza di unirmi ogni volta con te” è piaciuto molto alle donne, mi dicono che sono entrato a pieno nell’immaginario femminile. Per il personaggio di Giuliana fin da subito ho pensato a Claudia, mentre su Leonardo ero incerto, poi ho incontrato Marco a Ponte Milvio, l’avevo visto in Romanzo Criminale, mi ha colpito per la sua umanità. Io sono uno che si affida all’istinto. L’ho sentito ‘carico’, ho sentito la sua grade passione per il progetto”.

Visto che ne L’esigenza di unirmi ogni volta con te in primo piano c’è la passione travolgente, Marco Bocci ha dovuto per forza rispondere alle domande incalzanti sulle scene di sesso: “Tonino ha cercato di mantenere un’aria solenne intorno alle scene di sesso. Da fuori sembravano romanticissime, però quando le fai è diverso, perché… ‘e stai attento a non intruppa’ perché c’è il comodino’, e ‘metti la spalla così perché prendi la luce del polistirolo’. A noi, per giunta, è toccata una scena in piedi e non è stata affatto facile”.

L’esigenza di unirmi ogni volta con te segna una nuova tappa nel cammino cinematografico ancora piuttosto agli inizi di Bocci. L’attore continua quindi a sentire il fascino della novità quando è sul set, anche se Leonardo è un personaggio che sembra averlo colpito a prescindere: “Leonardo è un personaggio magnifico da interpretare perché è un uomo complesso, è tormentato, è depresso, vive sotto ansiolitici, ha forti preconcetti nei confronti delle donne per via del suo passato tragico. Mi pace che Giuliana liberi la sua parte passionale, permettendogli di fare pace con il passato. Nel film, però, c’è un altro personaggio: è la provincia, che si rispecchia pienamente in Leonardo e Giuliana. E’ una realtà che conosco bene, perché io vengo dalla provincia e so quali difficoltà possa comportare un’esistenza fuori dai binari. E ‘ faticoso vivere con la consapevolezza che tutti conoscono la tua storia, è un peso”.

Anche Claudia Gerini si è sentita subito vicina a Giuliana, una donna senza grilli per la testa che dimostra di avere un grande cuore anche nelle situazioni più estreme: “Io Guliana l’ho riconosciuta subito come cosa mia, mi ha colpito la sua integrità, mi piaceva il suo essere una donna qualunque. Mi attraeva l’idea di non interpretare per l’ennesima una donna borghese, forse più strutturata di Giuliana. Mi è piaciuto il fatto di trovarmi di fronte a una storia piena di pathos, romanticismo, la storia di un amore in fuga. Ho amato la forza di Giuliana. Mi ha colpito infine la scelta di Tonino di parlare di una passione che ti travolge e che ti porta via dal tuo binario”.

Prima dell’incontro con la stampa, Claudia Gerini, Marco Bocci e Tonino Zangardi si sono lasciati immortalare durante il photocall. A “scattare” c’eravamo anche noi.





  • Giornalista specializzata in interviste
  • Appassionata di cinema italiano e commedie sentimentali
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming