Interviste Cinema

Il vero Sully: abbiamo incontrato Chesley "Sully" Sullenberger, capitano della gentilezza e dell'umanità

174

Il personaggio interpretato da Tom Hanks nel nuovo film di Clint Eastwood regala ricordi e parole di saggezza.

Il vero Sully: abbiamo incontrato Chesley "Sully" Sullenberger, capitano della gentilezza e dell'umanità

E' un eroe gentile Chesley "Sully" Sullenberger, un uomo dal portamento elegante, un capitano del garbo e della grazia oltre che dell’aereo di linea che il 14 gennaio del 2009 riuscì prodigiosamente ad atterrare sul fiume Hudson salvando tutti e 155 i passeggeri. E’ una persona importante, molto importante, un monumento nazionale a cui il Torino Film Festival rende omaggio all’indomani della proiezione di Sully, il nuovo film di Clint Eastwood che, pur nella sua sobrietà e semplicità, ha entusiasmato e commosso proprio tutti. Con un abito blu che ricorda la sua divisa, l’uomo a cui Tom Hanks si è avvicinato con umiltà regalandoci un altro dei suoi bellissimi personaggi ci colpisce immediatamente. Più di un grande regista o di una star hollywoodiana, riesce anche a emozionarci, soprattutto quando narra di quella fredda giornata invernale in cui fu chiamato a prendere, in pochi secondi, la decisione più importante della sua vita.

"Insieme agli altri membri dell’equipaggio"- comincia a raccontare ai giornalisti riuniti nella sala delle conferenze stampa - "mi sono augurato, in seguito all'accaduto, che non fosse mai successo nulla, perché, anche se alla fine l’ammaraggio è riuscito, abbiamo vissuto un’esperienza traumatica. Subito dopo l’incidente, il mio copilota, Jeff, che poi è diventato un carissimo amico, mi ha confessato: voglio riavere la mia vita. Ma poi, passati 5 giorni, proprio quando Obama è diventato presidente, ha cambiato idea e mi ha detto: adesso ho accettato quello che è accaduto, anzi, vorrei che fosse successo prima, perché avrebbe reso migliore il mio lavoro".

Sollecitato dalle domande, Capitan Sully non esita a rivivere l’esatto momento del disastro scampato: "La mia prima preoccupazione è stata fin da subito che tutti riuscissero ad abbandonare quanto prima l’aereo. Ho fatto il comandante per 22 anni e la mia compagnia non esigeva, come molte altre, di avere un elenco passeggeri corrispondente al conteggio dei biglietti, ma io ho sempre chiesto agli assistenti di contare i passeggeri. Mai avrei immaginato che un giorno questa accortezza si sarebbe rivelata fondamentale. Noi piloti non veniamo addestrati a uscire per ultimi dal velivolo, ma mi è sembrato doveroso farlo, avevo una precisa responsabilità nei confronti dei passeggeri. La sicurezza è molto importate per me, è l’obbligo primario di questo lavoro che ho sempre sentito come una vocazione".

Oltre a sapere perfettamente che, se fosse tornato a La Guardia o avesse tentato di atterrare in New Jersey, sarebbe sicuramente incappato in un’orribile tragedia, Chesley Sullenberger era consapevole del polverone che la sua azzardata manovra avrebbe sollevato: "Eravamo certi che la nostra scelta sarebbe stata messa in discussione per i decenni a venire, ma ciò non mi ha impedito di agire nella maniera che mi sembrava più giusta. Avendo fatto parte della commissione di inchiesta, sapevo dell’importanza che ogni incidente ricopre, sapevo quanto fosse complicato il compito degli investigatori, quindi ho acconsentito con entusiasmo all’indagine. Ma sono stati 15 mesi in cui mi sono sentito spesso a disagio perché era il mio volo ad essere analizzato al microscopio e il mio operato a essere messo in discussione".

Una volta tornato con la memoria al 2009, Sullenberger parla del film di Clint Eastwood e del suo incontro col regista: "Il progetto è nato grazie ad Harrison Ford, che è un pilota e un grande appassionato di aviazione. Dopo aver letto il mio libro, ha suggerito al produttore Frank Marshall di trasformarlo in un film. Lui ne ha parlato ad Allyn Stewart, una produttrice, che ha acquistato i diritti del libro che è poi diventato una sceneggiatura. Nel 2015 il copione è finito nelle mani di Clint Eastwood, che un giorno, ha bussato alla mia porta. Quando l’ho visto, non sembrava l’Ispettore Callaghan, ma aveva un’aria buona, adorabile e riflessiva. Abbiamo pranzato insieme e mi ha detto: mi sento qualificato per fare questo film, perché ho sperimentato un ammaraggio di emergenza sulle coste di San Francisco e so cosa significhi. Poi mi ha promesso che avrebbe rispetto la verità della storia".

Per Chesley S., Eastwood ha fatto un ottimo lavoro, così come Tom Hanks: "Clint mi ha chiamato ad alcuni giorni di distanza dal primo screening, dicendomi: dev’essere strano per te. In effetti, era quasi surreale rivedersi in un film, ma Sully mi è piaciuto. Sono davvero contento del lavoro di Tom, mi somiglia, è riuscito davvero a incarnarmi utilizzando le prodigiose e a me sconosciute tecniche del suo mestiere. Le mie emozioni di quel giorno le ho riviste tutte sul suo volto. Per me è stata quasi un’esperienza extracorporea".

Prima di tornare nella sua città e dalla sua famiglia, il valoroso pilota risponde a una domanda sulla politica americana. Eastwood, come sappiamo, era fra i sostenitori di Trump, Sully chissà... A lui, comunque, più che le ideologie interessa la solidarietà fra esseri umani: "I miei valori, quelli in cui credo e che ho sostenuto per tutta la vita, non sono né repubblicani né democratici, e nemmeno americani, sono valori umani. Una delle cose che volevo emergessero dal film è il messaggio che ognuno di noi è debitore nei confronti degli altri e che bisogna conservare una grande umanità. La civilizzazione è possibile solo se esiste una diffusa generosità reciproca".

Leggi anche la nostra recensione del film Sully



  • Giornalista specializzata in interviste
  • Appassionata di cinema italiano e commedie sentimentali
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming