Interviste Cinema

Il piccolo principe: il cartoon presentato alla Festa di Roma

1

Il regista Mark Osborne e il suo produttore raccontano la loro particolare strategia per un classico

Il piccolo principe: il cartoon presentato alla Festa di Roma

"Un'eco del libro". Così il regista Mark Osborne descrive alla Festa di Roma il film d'animazione Il piccolo principe, in uscita da noi il 1° gennaio del 2016 con le voci - tra le altre - di Toni Servillo e Paola Cortellesi. "Ogni film è un'opportunità" – racconta Osborne – "Kung Fu Panda era un'occasione per omaggiare la Cina e le arti marziali, questa è la celebrazione del libro e del potere che ha su chi lo legge". Il libro ovviamente è una delle opere più note della letteratura mondiale, quel "Piccolo principe" di Antoine de Saint-Exupéry pubblicato nel lontanissimo 1943.

"Per la sua natura poetica, il libro non era adattabile", gli fa eco il coproduttore del film Dimitri Rassam, alla sua prima esperienza con l'animazione: per questo il progetto si è trascinato per quattro-cinque anni, finché l'incontro con Osborne, ex-DreamWorks Animation, ha permesso di trovare una chiave: una bambina che in epoca contemporanea interagisce con un anziano aviatore, che gli mostra parte di una storia che riscotruisce un'avventura avuta in gioventù, cioè quella descritta per visioni all'interno del celebre lavoro. Ciò non significa per Osborne attualizzare troppo: non ci sono cellulari e computer nel film. "E' una storia senza tempo, quindi ho mirato a più livelli di lettura, come succede col libro." La protagonista è una bambina costretta dalla mamma a irreggimentarsi anzitempo, programmando la sua esistenza futura per l'ammissione in una prestigiosa scuola: "Il contesto ci è stato dettato dall'incipit del libro stesso. L'autore diceva di essere stato costretto a smettere di disegnare: ai bambini in ogni epoca si chiede di crescrere troppo presto."

Scegliere cosa selezionare del volume è stato relativamente semplice: si sono prese le suggestioni coerenti col tragitto interiore della bambina. D'altronde, come sostiene Osborne, ogni lettore da settant'anni rende proprio il libro selezionando subconsciamente ciò che lo tocca. Riguardo alle influenze visive, Mark ci parla del lirismo del Totoro di Miyazaki (e del regista in generale), nonché – in ambito live-action – di Mio zio e Play Time di Jacques Tati, molto tenuti presente nella creazione del mondo grigio in CGI nel quale si muove la ragazzina. Già, perché con un coraggio che non "si sarebbe mai potuto permettere alla DreamWorks" Osborne ha ottenuto di realizzare in CGI l'ossatura della vicenda, ma in stop-motion le scene che arrivano direttamente dalla pagina. Uno sforzo tecnico che ha giovato alla ricerca della particolare identità di questo "adattamento atipico".

Rassam loda la collaborazione con Osborne, che ha abbracciato il lavoro con un team assemblato tra Francia e Canada appositamente per l'operazione. "Non c'era un piano B: Mark ha creato l'aviatore anziano pensando alla voce di Jeff Bridges. Mark voleva alle musiche Hans Zimmer. Se Jeff o Hans avessero detto di no, non ci sarebbe stato un piano B". Un procedere deciso comprensibile: il regista ci racconta di essere legato al libro in modo netto. Quando ha conosciuto la sua futura moglie, ha legato con lei grazie a Il piccolo principe, e suo figlio dà la voce al Principe nella versione inglese. Si conclude con un pensiero a Orson Welles, che acquistò i diritti del romanzo pensando di farne il suo secondo lavoro dopo Quarto Potere, ma rinunciò per problemi di costi. Come Saint-Exupéry, quando scrisse il libro in America, dopo che il suo sogno di cambiare il mondo e il cinema hollywoodiano era fallito, era un altro autore che voleva cambiare il mondo con l'arte.



  • Giornalista specializzato in audiovisivi
  • Autore di "La stirpe di Topolino"
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming