Schede di riferimento
Interviste Cinema

Frank Miller dispensa saggezza e carisma a Lucca Comics and Games 2016

25

Il maestro del fumetto americano e regista dà lapidarie ma significative risposte nel suo incontro con la stampa. E considera Trump un clown patetico e pericoloso.

Frank Miller dispensa saggezza e carisma a Lucca Comics and Games 2016

E' affollata all'inverosimile, nella prima giornata di questa edizione Gold di Lucca Comics & Games, che già dal primo giorno ha fatto registrare il tutto esaurito, la conferenza stampa del grande autore, fumettista e regista Frank Miller, uno degli ospiti d'onore del festival. Vestito al solito in total black e con l'immancabile cappello nero, un po' più grigio ma in gran forma, il maestro americano ha concesso poco tempo alle domande a cui ha risposto in modo lapidario ma con la consueta intelligenza e ironia.

Sin City e 300. La cosa più eccitante a cui sto lavorando è un seguito di 300, si intitola Serses ed è la storia di chi era e come è diventato re della Persia. E' un progetto molto più mistico di 300. Quanto a Sin City, è ancora in corso e continuerà finché avrò vita.

L'amore per noir e l'hard boiled. Mi sono innamorato del noir studiando Spirit di Will Eisner, che mi ha ispirato con questo mondo in bianco e nero, solo attraverso di lui sono arrivato poi alla fonte originale, i film degli anni Quaranta e questo mi ha portato a Sin City, oltre naturalmente ad altre cose come la lettura di Mickey Spillane. Fumetti profetici e l'America di oggi. Forse sono stato profetico, ma io sono un cartoonist e credo che sia mio dovere in quanto tale prendermi gioco di quel che succede. Del resto abbiamo un signore coi capelli arancioni che vuole diventare presidente, patetico!

Sacro Terrore. Credo che la gente possa leggere e interpretare i fumetti come meglio crede, ma Sacro Terrore era una risposta molto diretta a un atto diretto ad una città che amo, era molto emotivo e molto violento e il tono era molto serio, perché sentivo di registrare la realtà di quello che accadeva in quel momento e dell'atmosfera che si respirava a New York on quel momento. Era il mio modo di provare ad affrontare un pericolo e fare il mio dovere da cartoonist.

Trasposizione dei fumetti al cinema. Ogni tipo di trasposizione cambia il materiale di origine, a volte lo peggiora e a volte è bello come il fumetto o anche meglio. Per me due esempi in cui la fonte è stata migliorata sono il primo Superman e 300.

 Ava Lord.  Ava Lord è stata concepita come l'epitome della femme fatale, come pura malvagità, una donna in grado di trasformarsi nella fantasia di qualsiasi uomo pur di ottenere quello che vuole e una di queste fantasie è quella di una donna indifesa e bisognosa di protezione.

Collaborazione con Brian Azarello e Batman. Il mio Batman è più emotivo di quello di Brian mentre il suo è più intelligente, ma lavorare con lui è molto facile e divertente è un uomo intelligentissimo e ha un senso della storia fantastico.

Dio e Frank Miller. Dio e io non ci siamo mai incontrati.  Il fumetto è diventato adulto. Assieme ad Alan Moore sono stato una parte del cambiamento dei fumetti, abbiamo fatto crescere questi eroi e cambiato il loro modo di affrontare il mondo, ed è una tendenza che ha prodotto sia cose positive che negative. Siamo riusciti a comunicare con un pubblico più vasto ma abbiamo ispirato anche materiale davvero pretenzioso.

La politica. Non è il mio lavoro dire a qualcuno cosa pensare, cosa fare e per chi votare, anche se è molto ovvio cosa penso e per chi voterò. Il mio lavoro è raccontare una bella storia e magari prendere in giro tutto quello che vedo in giro di scemo e di stupido.

Violenza nelle storie e come modo di risolvere i problemi. Le mie storie hanno un sacco di violenza perché sono gangster stories e trovo che siano visualmente adatte a mostrare il contrasto tra il bene e il male. Se la violenza risolvesse tutti i problemi non si vedrebbero in giro la polizia e l'esercito.

Film preferito in assoluto e tra quelli tratti da fumetti. Il mio film preferito è Mezzogiorno di fuoco con Gary Cooper e tra i cinecomic il primissimo Superman di Richard Donner.

Cosa lo ha colpito nell'icona di Batman. Quando ho iniziato a lavorare sul Cavaliere Oscuro ho cercato di analizzare e separare le componenti del personaggio. La DC come i miti greci ha due categorie, gli dei e gli eroi, e gli eroi erano Batman, Superman e Wonder Woman. Di Batman mi hanno colpito tre cose: la rabbia totale per un trauma personale, l'omicidio dei suoi genitori, la sua rigida fede nella giustizia e il genio ingegno acquisito per ottenere quello che voleva, che ne hanno fatto il peggior incubo di ogni criminale.

Elezioni americane. Non smettete di chiedermi di Trump, lo so che è perché sono americano e volete umiliarmi! Ho dimenticato la domanda, quando si parla di Trump non capisco più niente, mi fa male il cervello. Diciamo che Batman è una fantasia, è là fuori che combatte contro gente che ha commesso crimini, Trump è un clown molto pericoloso.

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
Schede di riferimento
  • Saggista traduttrice e critico cinematografico
  • Autrice di Ciak si trema - Guida al cinema horror e Friedkin - Il brivido dell'ambiguità
Suggerisci una correzione per l'articolo