Schede di riferimento
Interviste Cinema

Encanto, la nostra intervista con i registi Jared Bush, Byron Howard, Charise Castro Smith

Temi, suggestioni e personaggi di Encanto, 60° lungometraggio animato del canone Disney, già nelle nostre sale: ne abbiamo discusso in un'intervista con i registi Jared Bush, Byron Howard e Charise Castro Smith.

Encanto, la nostra intervista con i registi Jared Bush, Byron Howard, Charise Castro Smith

Avete già visto Encanto, 60° lungometraggio animato del canone ufficiale dei Walt Disney Animation Studios? Il cartoon musical si avvale delle belle canzoni di Lin-Manuel Miranda e vede protagonista una ragazza colombiana, Mirabel, unica a non avere poteri magici nella famiglia Madrigal, dove ciascun membro acquista in una speciale cerimonia qualità straordinarie. Abbiamo parlato in un'intervista con i registi del film, Jared Bush, Byron Howard e Charise Castro Smith, dei temi del film, dello stile e di altri importanti aspetti di questo lungometraggio che assume suo malgrado un significato storico nella tradizione Disney.

Encanto e la normalità di Mirabel

Potrei sbagliarmi, ma Mirabel potrebbe essere la prima principessa nerd nel canone Disney. È una delle protagoniste più forti e originali nella vostra tradizione. È sempre stata così sin dalla prima stesura della sceneggiatura?

Charise: Sin dall'inizio sapevamo che la storia si sarebbe incentrata sull'unica persona non magica in questa famiglia magica, quella che rimane fuori. Penso che solamente quell'idea, che fosse la perdente, che combatteva per integrarsi e capire chi fosse, è stata l'ispirazione che ha retto tutto il personaggio, su quello abbiamo costruito. Come hai detto, è tanto diversa, molto vulnerabile, stramba, divertente, ti puoi immedesimare in lei, è imperfetta! Ed è una che nel corso del film è in grado di abbracciare queste imperfezioni, abbracciare le complessità degli altri membri della famiglia, ma anche le sue, alla fine del film. Quindi penso sul serio che sia un personaggio davvero unico e speciale.

La complessità di Encanto

Credo che evidenziare un singolo tema o messaggio in Encanto sarebbe difficile, perché il film è molto stratificato. Ma se doveste scegliere un singolo messaggio da trasmettere, quale sarebbe?

Jared: Wow, hai ragione. Sapevamo che la complessità della famiglia era una questione complicata da raccontare, c'erano un sacco di cose di cui discutere e alle quali tenevamo. Ma quando abbiamo cominciato a lavorare sulla storia e abbiamo iniziato a pensare alle nostre stesse famiglie, ci siamo chiesti subito che tipo di storia sulla famiglia sarebbe stata. A mano a mano che parlavamo con le nostre famiglie, le vedevamo da un punto di vista diverso, ci siamo resi conto che non abbiamo un'idea poi così chiara delle nostre famiglie. E nemmeno loro ce l'hanno di noi. E per me quest'idea di provare a ottenere una prospettiva, provare a guardare la vera identità di ciascuno, vedere loro e noi stessi con empatia, è una questione centrale del film, molto importante. Molto del film si regge su quella struttura. Leggi anche Encanto, gli autori del cartoon Disney: la nostra sfida in nome della famiglia e del realismo magico

Encanto, un film folle

Ho apprezzato molto il contrasto che avete creato con Encanto, perché l'argomento che tratta tutto sommato è molto concreto, ma allo stesso tempo l'allestimento è sempre così esagerato, folle, scatenato, pieno d'immaginazione, persino un po' demenziale a volte. Avete cercato deliberatamente questo contrasto, questo equilibrio così strano?

Byron: Direi che questo è un bel complimento per Charise e Jared, per il lavoro sulla sceneggiatura. Mantenersi in equilibrio su una dozzina di personaggi all'interno della casa, assicurandosi che fossero tutti diversi, caratterizzati e interessanti ognuno a modo loro... per me Charise ha portato la concretezza con la storia centrale dell'Abuela e del suo viaggio per Encanto, con tutto ciò che la famiglia ha subito, mentre Jared (amo lavorare con lui, abbiamo fatto insieme Zootropolis, lo scrivemmo e dirigemmo insieme), ha infuso in tutto il film il suo senso dell'umorismo e la sua brillantezza. Lin poi ha portato un sacco di varietà nelle canzoni, come hai detto la canzone di Luisa è enorme, demenziale, pazza, mentre la canzone di Isabela è un concerto rock in spagnolo. E la canzone di apertura di Mirabel è una delirante cascata di informazioni. Però poi c'è anche Dos Oruguitas, che invece è una tenera canzone sulla famiglia, pare quasi una canzone popolare che esiste da un paio di secoli, eppure si lega perfettamente alla storia. Abbiamo abbracciato tutto, perché il film poteva contenere quello spettro che copre divertimento, resilienza davanti alle avversità e le nostre stesse forti emozioni, perché abbiamo parlato un sacco delle nostre famiglie negli ultimi cinque anni. È stato bellissimo, Encanto è un bellissimo riflesso del nostro stesso team e delle nostre famiglie.

Perché Encanto è un classico Disney, ma non solo quello 

Sappiamo che Encanto è il 60° lungometraggio animato del canone Disney, ma mi piacerebbe sapere da voi perché Encanto è un film animato Disney. Quali sono i requisiti che un'idea deve avere per entrare nel canone ufficiale dei lungometraggi animati Disney?

Jared: Cavolo, domandone! Quando cominciamo a lavorare su un film, non sappiamo in realtà quando uscirà, quindi cinque anni fa non avevamo idea che sarebbe stato il 60°. Comunque per me un elemento caratterizzante di un film Disney è un legame emotivo molto forte con un racconto, per creare personaggi molto memorabili e divertenti, per dare alle storie un elemento magico ma anche per farle sentire reali, garantendo una connessione emotiva con lo spettatore. Qualcosa che sia in grado di parlare a tanti tipi diversi di persone. La cosa che mi entusiasma di questo film è che rispetta tutte queste grandi tradizioni dei film con cui siamo cresciuti, ma allo stesso tempo, magari per l'ambientazione colombiana, per il fatto di avere dodici personaggi principali o per i molteplici livelli di lettura, è anche un giallo musical, una cosa rara. Quindi direi che c'è stato in noi sempre il desiderio di dare al pubblico quello che si aspetta da un film del genere, ma anche di giocare con quelle aspettative, spingendoci al di là di quello che avevamo fatto prima, dalle coreografie fuori di testa, passando per i colori, arrivando al legame con questi personaggi. Ci mettiamo sempre alla prova per alzare la posta. Leggi anche Encanto, la recensione del 60° film animato dei Walt Disney Animation Studios

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming