Interviste Cinema

Dario, Nicolas, gli zombi e il cinema: il nostro incontro con Argento e Winding Refn

30

I due registi hanno presentato, ieri sera a mezzanotte, la versione restaurata di Zombi, nel cut europeo curato all’epoca dallo stesso Argento e con le musiche dei Goblin.

Dario, Nicolas, gli zombi e il cinema: il nostro incontro con Argento e Winding Refn

Folla in visibilio a Venezia quando ieri, a mezzanotte, Dario Argento e Nicolas Winding Refn hanno presentato al pubblico la versione restaurata di Zombi di Romero, nel cut europeo che all’epoca venne curato dallo stesso Argento che vi aveva posto anche una colonna sonora firmata dai Goblin.
Noi abbiamo incontrato i due registi qualche ora prima, e qui trovate le dichiarazioni che abbiamo raccolto in quell’occasione.

DARIO ARGENTO, SULLA PRESENTAZIONE DEL RESTAURO
Sono davvero molto contento di essere qui col mio amico Nicolas, che ha dato un grande apporto a questo restauro, quello di un film che rimarrà nella storia del cinema, un film politico come pochi altri, che ha una forte connotazione di critica sociale. D’altronde Romero è una persona di sinistra, un radical, molto impegnata. Gli zombi, poi, hanno una valenza metaforica universale, specie negli anni che stiamo vivendo.

NICOLAS WINDING REFN, SU ZOMBI
L’ho visto la prima volta in video quando avevo 12 o 13 anni, e ho pensato fosse una cosa sconvolgente: non era solo un film horror, era un manifesto politico come dice Dario, che mi ha aiutato a rendermi conto del potere del cinema e della cultura pop. Pochissimi film hanno raggiunto quelle vette di efficacia politica. Inoltre, credo che sia stato il primo e unico caso di matrimonio artistico riuscito tra due registi, nei due diversi cut che riflettono diverse personalità. Avere questi due film, nella versione USA e in questa europea, è come avere due genitori: li ami entrambi anche se sono diversi.
Gli zombi sono figure particolari, perché non completamente sovrannaturali; la paura di essere divorati vivi è fortemente presente nell’animo umano, e ci parlano della preservazione di sé attraverso la violenza, una cosa primordiale e quasi pornografica.
Romero aveva osato:esistono dei limiti nella vita, grazie al cielo, ma nell’arte la zona grigia è ampia. E in questa frase di transizione, in cui i media stanno abbracciando la rivoluzione tecnologica, c’è paura del rischio. Dobbiamo ricordarci che la creatività è figlia di un abuso, e nel mondo dell’arte non è un bene essere solo carino e gentile con tutti.

DARIO ARGENTO, SULLA COLONNA SONORA DEI GOBLIN
In questo film la musica che è bellissima, è molto importante. All’epoca ho collaborato direttamente con i Goblin nella composizione, e il lavoro fatto è stato un lavoro importante.

NICOLAS WINDING REFN, SULLA COLONNA SONORA DEI GOBLIN
Dario è stato uno dei primi registi a usare la musica in un certo modo, in maniera così radicale e ampia, che attraversava tutti i generi, e infiltrava la storia del film con musiche che avevano significati narrativi precisi.

NICHOLAS WINDING REFN, SUL PRIMO FILM DI ARGENTO VISTO.
Credo fossi in Australia, mia mamma e il mio patrigno stavano seguendo l’America’s Cup per lavoro. C’era una videoteca vicino a dove abitavamo e io noleggiai la VHS di Suspiria, approfittando del fatto che mia mamma non era in casa, ma poi finii per vederlo assieme a lei, che ne rimase orripilata: ma io al contrario ne ero molto affascinato. Avevo 13 o 14 anni, e solo da più grande ho capito del tutto la maestria che contiene. Per me è il film da cocaina definitivo.

DARIO ARGENTO, SUL PRIMO FILM DI REFN VISTO
Beh, io non avevo 14 anni, ovviamente. Ho visto i suoi primi film in modo un po’ disordinato, non cronologicamente. Con l’uscita di Drive, che mi aveva colpito molto, ho poi rivisto tutto dall’inizio e con ordine. Per me Nicolas è uno dei più grandi registi al mondo, con un talento incredibile.

DARIO ARGENTO, SULL’IPOTESI DI REMAKE DI UN SUO FILM DA PARTE DI REFN
Se mi dicesse che vuole rifare un mio film, gli direi di pensarci due volte.

NICOLAS WINDING REFN, IN RISPOSTA
Io apprezzerei il suo consiglio. Non so, credo di essere una versione più giovane di Dario, che - indipendentemente dai remake - stiamo andando in qualche modo stessa direzione. Credo che ci assomigliano anche fisicamente.

DARIO ARGENTO, SUI SUOI PROGETTI FUTURI
Ho un progetto con la tv americana, ma siamo in una fase iniziale. Non posso dire nulla.



  • Critico e giornalista cinematografico
  • Programmatore di festival
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming