Schede di riferimento
Interviste Cinema

Cars 3: presentato a Roma il nuovo film Pixar, con le voci di Sabrina Ferilli, Pino Insegno e J-Ax

30

C'erano anche i veterani della serie Marco Messeri, Marco della Noce, insieme a Ugo Pagliai e Ivan Capelli.

Cars 3: presentato a Roma il nuovo film Pixar, con le voci di Sabrina Ferilli, Pino Insegno e J-Ax

E' stato presentato oggi a Roma Cars 3, terzo atto della popolare saga di film animati targata Pixar, in uscita nelle nostre sale il 14 settembre. Ad accompagnare il lungometraggio il regista Brian Fee, il producer Kevin Reher, insieme ai talenti italiani reclutati, tra cui i riconfermati Sabrina Ferilli (Sally), Marco della Noce (Luigi), Marco Messeri (Cricchetto), Pino Insegno (Chick Hicks), Ugo Pagliai (Doc Hudson), Gianfranco Mazzoni (Bob Cutlass), insieme alle guest star J-Ax, La Pina e l'ex-corridore Ivan Capelli.



Il regista Brian Fee ci spiega qual è il tema portante di questa nuova avventura di Saetta McQueen, che rischia un ritiro anzitempo, a causa di corridori più veloci e moderni di lui, diventando però l'esempio per qualcun altro: "In realtà parliamo di cosa significhi diventare un genitore, guardare il mondo attraverso gli occhi dei figli, vedere che recepiscono e ripropongono qualcosa che hai detto, anche molto tempo dopo. Andare avanti nella vita significa aprirsi a un modo di vedere il mondo del tutto diverso, anche alla felicità di farlo."
Ivan Capelli, da ex-pilota, che aveva già prestato la voce al primo Cars, si è riconosciuto nella vicenda di Saetta: "Io ho vissuto il ruolo a 360°, ho vissuto anche il ritiro dalle gare, sto vivendo tutti i passaggi con i Cars, anche se non sono coach di Formula Uno. E il ruolo del coach nelle NASCAR presentate nel film ha un ruolo più corposo. A volte abbiamo suggerito cose nel doppiaggio: qui per esempio abbiamo trasformato la frase "Fai del fumo", quando Saetta festeggia, con "Fai dei tondi", che è l'espressione che usiamo veramente. E quei tondi erano una "zanardata", abbiamo questo vocabolo!"

Secondo Pino Insegno, ancora Chick Hicks: "A differenza di quando doppi attori, con i cartoni diventi proprio i personaggi; è bello sapere che tuoi nipotini ascoltando il film riconosceranno il nonno!" Ugo Pagliai si è sentito pieno di orgoglio nel sapere che era stato Paul Newman a doppiare Doc nel primo Cars. Fee ci spiega che nella versione originale hanno dovuto ricorrere a registrazioni di Newman che parlava a ruota libera delle corse, nelle pause di registrazione di oltre dieci anni fa. "Abbiamo chiesto il permesso alla Fondazione Paul Newman, abbiamo colto battute che avrebbero potuto funzionare, perché con l'imitatore che avevamo coinvolto all'inizio ci mancava l'anima di Doc."
Sabrina Ferilli è ormai un abituè del franchise: "E' la terza volta che doppio Sally, era partita come sindacalista piena di ideali, poi c'è stato il contrasto con McQueen." Sabrina apprezza il tema del rispetto nei rapporti umani, centrale nella storia e nella saga: "E' il contrario della rottamazione, ci voleva un cartone animato per spiegare quant'è importante". Gela però subito dopo i disneyani convinti nell'uditorio ammettendo di non aver avuto un grande legame con l'eredità dei classici: "Quando si parte diretti aspettandosi che devo piagne, io non piagno. Non sono mai stata una gran patita delle principesse. Cenerentola me pareva una ritardata!"

J-Ax e La Pina prestano le voci a due scatenate auto durante un chiassosissimo destruction derby: "Io sono un fan Pixar dal giorno uno" - ci dice J-Ax - "E' sempre stato il mio sogno fare una cosa del genere, e poi qui urlo!" La Pina, fedelissima: "C'ho anche Bambi tatuato sulla mano! Ma in fondo mi sento più vicina ai personaggi femminili di Cars che a quelli con le principesse. Mi piace l'amalgama tra i personaggi maschili e femminili che c'è qui. Bisogna pensare al cinema per bambini e anche per le bambine, siamo in ritardo su certe cose. Le bambine con questo film si sentono parte della gara e del gioco." La Pina si riferisce all'importanza che nel lungometraggio hanno auto da corsa con personalità femminile, il che per Capelli riflette comunque un risvolto della realtà: le donne si stanno a poco a poco integrando nel mondo della Formula 1, anche se per ora, a parte alcune prove, sono nel settore ingegneristico. "Io stesso sono stato spronato da una donna, mia madre, che dopo i primi incidenti, invece di preoccuparsi, mi ha esortato a non mollare, come la tutor Cruz esorta Saetta in Cars 3."
Brian Fee spiega com'è nata Cruz: "Nella prima stesura era un maschio, ma poi volevamo arricchire la storia e ci siamo resi conto che non c'erano molte donne pilota: volevo che le mie due figlie avessero dei punti di riferimento. Il cast era dominato dai maschi e non volevamo fare un prodotto solo per maschi. Molte amiche delle mie figlie sono confluite in Cruz: era un'opportunità per dare qualcosa di inaspettato e di più solido."



Ma com'è stato per Fee, ex-story artist, occuparsi di un marchio nei casi precedenti sempre diretto dal boss Pixar in persona, John Lasseter? "John praticamente mi ha chiamato in ufficio e mi ha imposto di dirigere il film, non avevo mai diretto nulla, ero tesissimo, figuriamoci cosa poteva significare dirigere una cosa così vicina a lui! Ero sostenuto dall'idea che John si fidasse di me, ho dovuto imparare in fretta, l'abbiamo coinvolto sempre. Ci ha dato tanto spazio per raccontare la storia che volevamo raccontare. E' sempre stato lì per noi ma non ha mai preso il controllo, sono ammirato."
Ci sono progetti a lungo termine per il marchio di Cars o altri marchi storici della casa? Il producer Reher e Fee spengono la curiosità: "Noi non pianifichiamo, se qualcuno per esempio pensa a nuove avventure per Remi di Ratatouille, se ha una buona idea, lo facciamo. Non pensiamo mai al di là del film sui cui stiamo lavorando in quel preciso momento."



  • Giornalista specializzato in audiovisivi
  • Autore di "La stirpe di Topolino"
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming