Ant-Man and the Wasp: incontro stampa a Roma con Paul Rudd e Evangeline Lilly

- Google+
44
Ant-Man and the Wasp: incontro stampa a Roma con Paul Rudd e Evangeline Lilly

L’atterraggio di Avengers: Infinity War nel Marvel Cinematic Universe ha provocato qualche sconquasso narrativo. C’è una tragedia in atto che coinvolge tutti i supereroi piegati dalla forza di Thanos di cui avremo qualche notizia in più, ma non ora. Ant-Man and the Wasp è ambientato a San Francisco e si svolge in uno spazio temporale parallelo a Infinity War. Sempre diretto come il primo capitolo da Peyton Reed, il film riconferma Paul Rudd ed Evangeline Lilly come i due supereroi del titolo. Gli attori sono di passaggio a Roma per la promozione del film.

“È un grande onore interpretare il primo personaggio femminile dell’MCU con il nome nel titolo” esordisce di fronte ai giornalisti italiani Evangeline Lilly. “Ci sono molte eroine nei film Marvel e ci tenevo che anche il mio personaggio fosse linea con questa tradizione di personaggi forti, ho cercato di avvicinarmici in un modo che fosse giusto. Sono fiduciosa che altri film con forti presenze femminili arriveranno, magari non soltanto film di supereroi”.

Rispetto al primo Ant-Man che era improntato sul genere heist movie, Ant-Man and the Wasp insiste maggiormente sul fronte della commedia con ammiccamenti sentimentali tra i due supereroi protagonisti. “C’è una dinamica tra noi due che funziona bene e volevamo dare un tocco in più di commedia” spiega Paul Rudd che figura anche tra gli sceneggiatori. Il film segue dunque il tono più umoristico che i fratelli Russo hanno dato ad Ant-Man in Captain America: Civil War. Per gli ammiccamenti “ci siamo ispirati a Moonlighting” dice l’attrice, la serie anni 80 con Bruce Willis e Cybill Sheperd. E a proposito di star che negli anni 80 erano all’apice delle rispettive carriere, Michael Douglas e Michelle Pfeiffer sono tra i co-protagonisti del film. Rudd è onorato di aver diviso lo schermo con quelle due leggende e, secondo lui, “il film si chiama Ant-Man and the Wasp, ma potrebbe tranquillamente essere riferito a loro due che nella storia lo sono stati tempo prima, e questa è cosa fighissima”.

Gli attori dicono di non sapere come si evolveranno i loro personaggi, se ci sarà o meno un terzo film. “Non so se vedremo altre situazioni sentimentali tra noi che  è comunque la dinamica che preferisco, io ho sempre avuto un debole per Paul dai tempi di Clueless… lui non è così giovane come sembra”, scherza Lilly. Rispetto al tema della famiglia toccato dalla storia, “si potrebbe immaginare una continuazione in questo senso” racconta Rudd, “ciò che mi piace dei film Marvel è che attirano pubblico giovane e si vedono persone vere in situazioni straordinarie e sarebbe divertente coinvolgere anche i personaggi bambini, ma non sono io che prendo decisioni”. Paul Rudd chiude l’incontro dicendo di aver studiato parecchio insieme a degli scienziati fin dal primo film, per poter essere credibili con le spiegazioni scientifiche “ma poi mi sono detto, un momento… cavalco una formica nel film, quanto dovrò mai essere preciso nei dettagli?”. Ant-Man and the Wasp arriva nei cinema italiani il 14 agosto



Lascia un Commento
Schede di riferimento
Lascia un Commento